Video: slackline e B.A.S.E. jump nel deserto

Evoluzioni senza limiti al raduno annuale del Fruit Bowl
di Red Bull Team

Inserisci nel motore di ricerca G.G.B.Y. (Gobble, Gobble, Bitches, Yeah). L’informale incontro annuale chiamato Fruit Bowl, poco fuori Moab nel deserto dello Utah, mescola diverse discipline dell’action sport, soprattutto la slackline e il B.A.S.E. jumping. Là fuori non è raro vedere highliner nudisti indossare l’attrezzatura per lo snorkeling, mountain biker che percorrono oltre 120 metri (attaccati a una corda) o B.A.S.E. jumper che fanno salti mortali all’indietro dall’iconico Space Net. Il sorprendente video qui sopra presenta un approfondimento di questo strambo e selvaggio mondo. Quindi alza gli altoparlanti, apri il video a schermo intero e preparati a essere spazzato via.

“È come il Burning Man dell’arrampicata, slackline, highline, corde oscillanti, paramotore e B.A.S.E. jumping tutti combinati”, ha detto il membro della Red Bull Air Force Miles Daisher. “Ci sono così tanti sport diversi che si uniscono, e questo luogo è favorevole per praticarli tutti in una zona. Non si può semplicemente gettare tutti questi sport insieme in un cortile. Serve la giusta visione per trovare un posto come questo”.

Dany Schmidt gioca sulla highline di 220 metri
Dany Schmidt gioca sulla highline di 220 metri © Katrin Bell/@katrinpbell

Questa visione è scaturita dalla mente di “Sketchy” Andy Lewis e la sua banda dei Moab Monkeys: un gruppo di atleti che si riunisce ogni anno a Gemini Bridges durante il periodo della Festa del Ringraziamento per bighellonare, scalare rocce e camminare sulle highline. “È una grande roccia a forma di ferro di cavallo”, ha detto Daisher. "Le pareti sono scoscese, con un grande buco nel terreno che scende per oltre 120 metri”.

È questione di trovare ciò che è possibile fare con gli sport che esistono per creare nuovi sport a un livello superiore.

Miles Daisher

Un luogo ideale per far sì che sport come la highline e il B.A.S.E. jumping continuino la loro evoluzione. Dopo tutto, la highline deriva dalla slackline e il centro di formazione del Colorado di Terry è in gran parte responsabile dell’avanzamento dalla slackline alla highline.

Mickey Wilson si lancia nel vuoto al Fruit Bowl
Mickey Wilson si lancia nel vuoto al Fruit Bowl © Katrin Bell/@katrinpbell

“Il fascino della highline risiede nella soddisfazione del partecipante di fare qualcosa che sembra così improbabile”, ha detto Acomb. “Ma non è difficile, è solo qualcosa di nuovo. Quando si impara a camminare sulla slackline si impara a un metro da terra. Quindi è possibile fare questa cosa incredibile. Si può prendere quell’abilità e trasferirla molto più in alto su una highline. “Negli ultimi cinque anni questi highliner si sono dati al B.A.S.E. jumping. E poi, sempre più B.A.S.E. jumper si sono dati alla highline. Sotto il profilo spettacolare, il Fruit Bowl si tiene in una delle zone più legate alla highline e si presta al B.A.S.E. jumping”.

Sketchy Andy Lewis perfeziona lo Space Net
“Sketchy” Andy Lewis perfeziona lo Space Net © Katrin Bell/@katrinpbell

Più recentemente Lewis e il suo team hanno realizzato una cosa così misteriosa che solo le dozzine di frequentatori del Fruit Bowl potrebbero comprendere. Lo Space Net è un gigantesco melting pot di fili di paracadute, corde e fettucce legate insieme al centro del massiccio Fruit Bowl. I partecipanti al G.G.B.Y. fanno highline fuori da questa sorta di amaca, si rilassano un po’ mentre restano sospesi a oltre 120 metri sopra il fondo del canyon prima di saltare nel vuoto con un B.A.S.E. jump. “Lo Space Net è fondamentalmente un'evoluzione della highline”, ha spiegato Daisher, “è una festa di tutti questi sport messi insieme, una festa per l'apprendimento, una festa per l’avanzamento di questi sport”.

Rilyn Vandemerwe Highline GGBY
Rilyn Vandemerwe si "immerge" al Fruit Bowl © Katrin Bell/@katrinpbell

Non commettere errori: questi non sono sport nel senso tradizionale del termine. Ma il miglioramento che c’è stato al sesto raduno G.G.B.Y. di Moab è ciò che consente all’evento stesso di crescere. “Durante i primi tre eventi tutti noi ci saremmo potuti radunare intorno allo stesso fuoco”, ha detto Acomb. “Oggi, invece, c'è stata un'esplosione del numero di persone e anche un'esplosione del livello di talento. Persone che fanno yoga, camminano nel fuoco, fanno musica... qualsiasi cosa, questo evento è stata una calamita per loro. Il supporto alla comunità spingerà molto spesso la gente a fare cose che aveva solo intenzione di fare”. Daisher ha riassunto il G.G.B.Y. al meglio: “È questione di trovare ciò che è possibile fare con gli sport che esistono per creare nuovi sport a un livello superiore”.

Leggi di più
Prossima Storia