Marco Aurelio Fontana e la sua nuova bici

Una nuova Bianchi Methanol e una nuova casacca celeste, ma sempre con lo stesso stile
Marco Fontana Bianchi sull'Etna
Marco in azione con la sua nuova Bianchi sull'Etna © Damiano Levati/Storyteller Labs
di Red Bull Team

Dopo otto anni di gare Marco Aurelio Fontana cambia casacca e bici ed entra a far parte del Team Bianchi Countervail (se ti sei perso la nostra ultima intervista a Fontana la trovi qui).

Entrare in Bianchi è un motivo di orgoglio, per me oggi inizia un altro sogno. Sull’Etna durante il ritiro ero in camera da letto solo con le mie due bici di fronte a me, quella da corsa e quella da fuoristrada: non riuscivo a togliergli gli occhi di dosso da quanto erano attraenti.

Marco Aurelio Fontana

Tornato dal ritiro sull'Etna con il resto del team Marco ci ha subito comunicato le sensazioni sulla nuova bici: la Bianchi Methanol CV, l'hardtail top gamma della casa celeste.

Ho ottimo feeling col mezzo nuovo. Adesso sono davvero a casa e sono contentissimo del lavoro svolto. La Cannondale, la mia bici precedente, era diversa da tutti gli altri mezzi perché inevitabilmente lo sterzo risente tanto della Lefty (la forcella monobraccio brevettata dalla casa americana), quindi avantreno più leggero, rigido ma che a volte perdona meno. Direi che tutta la vecchia FSI rispetto alla mia nuova Methanol CV è più dura e ballerina mentre adesso ho un mezzo molto silenzioso ed elegante. Mi ha dato da subito un feeling con la gomma pazzesco e tra sospensioni, cerchi e gomme mi sento di aver ancora più margine di prima. È chiaro che dobbiamo andare a correre per compararci con gli altri ma mi trovo davvero bene.

Marco Aurelio Fontana

LE SPECIFICHE DELA METHANOL CV DI FONTANA

Bianchi equipaggia il team con due modelli top di gamma in carbonio con geometria racing: la Methanol CV e la Methanol 29.1 Full Suspension. Sono le prime mountain bike al mondo a essere create con l’innovativa Countervail vibration cancelling technology sviluppata per la NASA da Materials Sciences Corporation. La speciale architettura della fibra in carbonio Countervail e le sue proprietà viscoelastiche conferiscono un “After Shock Control” totale, eliminando le vibrazioni che provengono dai fondi sconnessi e definendo livelli di qualità di guida mai visti prima, con un’aumentata precisione e un minor affaticamento muscolare.

IN QUESTA STORIA
Marco Fontana
Leggi di più
Prossima Storia