7 consigli utili per Fire Emblem Heroes

I trucchi fondamentali per cominciare l'avventura con il piede giusto
di Red Bull Team

Dopo i coraggiosi esperimenti mobile targati Pokémon e Super Mario, anche la fortunata serie di Fire Emblem è finalmente arrivata sui dispositivi iOS e Android, portando nelle nostre tasche le meccaniche più iconiche della sua tradizione e introducendo anche diverse nuove funzioni che possono lasciare spiazzati perfino i giocatori più appassionati. La schermata di gioco verticale, il campo di battaglia ristretto e la possibilità di evocare i personaggi più famosi della saga sono solo alcune delle novità introdotte in questo particolare spin-off di Nintendo e Intelligent Systems: vediamo insieme 7 consigli utili per cominciare l'avventura di Fire Emblem Heroes con il piede giusto.

Fire Emblem Heroes evocazione eroi
Ogni evocazione costa meno della precedente © Nintendo

20 è il numero magico

Per ottenere nuovi personaggi da utilizzare in missione è necessario spendere delle “sfere”, una valuta abbastanza comune nel gioco che però è difficile da guadagnare in grandi quantità. Per questo motivo è buona norma ottimizzare il processo di evocazione di nuovi eroi spendendo almeno 20 sfere alla volta: Fire Emblem Heroes premia i giocatori che effettuano 5 evocazioni di fila facendo risparmiare 5 sfere durante il processo, cosa che nel lungo periodo può risultare decisamente produttiva.

Ce l'ho, ce l'ho, mi manca

Il sistema di evocazione è studiato in modo tale da generare personaggi completamente casuali, quindi è assolutamente normale ricevere dei doppioni ed è quasi impossibile completare la collezione senza sborsare ingenti quantità di denaro (alla fine questo non è Pokémon, cerca di evitare la frenesia del “Gotta catch'em all”). Se desideri liberarti subito di un doppione controlla dalla scheda informativa quale delle due unità ha le statistiche migliori e poi fondile assieme cliccando su “unità”, “crescita avanzata” e selezionando la funzione “fondi alleati”. In questo modo il personaggio indesiderato si trasformerà in esperienza utile per il suo clone.

Fire Emblem Heroes statistiche personaggi
Stesso personaggio, statistiche differenti © Nintendo

Casa dolce casa

Una volta formata una discreta formazione iniziale, magari contenente uno o due eroi da quattro stelle, è una buona idea cominciare a risparmiare 30 sfere per migliorare il proprio castello dalla schermata iniziale. Questa funzione, oltre a rendere lo sfondo molto più gradevole esteticamente, fornisce un bonus del 100% all'esperienza guadagnata da tutti i personaggi in tutti i combattimenti. Si tratta di un investimento da fare presto se consideriamo che riduce della metà il tempo di gioco necessario per far salire di livello le squadre.

Carta, forbice, sasso

Il combattimento di Fire Emblem Heroes si basa sul classico sistema carta-forbice-sasso in cui il rosso batte il verde, il verde batte il blu e il blu batte il rosso. Al di fuori di questa trinità ci sono anche le unità grige che non hanno debolezze particolari e possono risultare utili in determinate situazioni (gli arcieri sono micidiali contro le unità volanti). Sebbene durante i primi livelli sia consigliabile avere una squadra abbastanza bilanciata, principalmente per non dover cambiare formazione di continuo e poter affrontare qualsiasi avversario senza troppi problemi, nei livelli avanzati è consigliabile analizzare l'anteprima della formazione degli avversari prima di scegliere quali eroi schierare in battaglia (una squadra completamente blu verrà disintegrata da una del colore opposto). E questo ci porta al punto successivo.

Fire Emblem Heroes art
Fire Emblem Heroes © Nintendo

Ogni squadra ha il suo nemico

I personaggi guadagnano punti esperienza per ogni azione intrapresa contro un nemico (o a favore di un alleato) di livello più o meno equivalente al proprio. Questo significa che portare una squadra eccessivamente forte in uno scontro di basso livello (oppure portare un personaggio di basso livello in uno scontro avanzato) non produce alcun beneficio in termini di esperienza. È importante preparare diverse formazioni per diversi livelli di difficoltà se si vuole ottimizzare la quantità di esperienza ottenuta e avere molteplici unità tra cui scegliere in futuro.

La difesa è il miglior attacco

All'inizio di un combattimento non buttarti a testa bassa nella mischia: cliccando sul tasto “area di attacco” è possibile vedere quali sono le caselle raggiungibili dagli avversari e pianificare i primi turni di conseguenza. Sfrutta questo vantaggio per posizionare la tua formazione ai margini delle zone rosse e passa il turno per vedere se l'IA decide di commettere l'errore di effettuare la prima mossa. Tuttavia avere il beneficio di attaccare per primi non è sempre la situazione migliore: nei combattimenti corpo a corpo gli unici attacchi che non producono un contrattacco sono quelli letali e a volte conviene sostenere un primo colpo dell'avversario per riuscire a eliminarlo nel turno successivo senza perire in battaglia. Guarda sempre l'anteprima di un tuo attacco prima di decidere quale strategia adottare.

Fire Emblem Heroes screenshot
Scegli la squadra giusta © Nintendo

Una volta al giorno

Come molte applicazioni free-to-play anche Fire Emblem Heroes premia i giocatori più assidui con ricompense giornaliere e mensili, oltre a numerose missioni da completare entro un certo limite di tempo. Le tre spade in alto si ricaricano automaticamente ogni giorno e permettono di partecipare ad altrettante arene, mentre sia la torre di allenamento sia le mappe speciali forniscono dei bonus alla prima partita di ogni giorno. Imparare a sfruttare efficientemente questi bonus è la chiave per diventare un maestro di Fire Emblem Heroes in men che non si dica senza spendere nemmeno un centesimo.

Leggi di più
Prossima Storia