Tutti i numeri del rally dell'Acropoli

Un racconto in cifre di cosa ci aspetta nella sesta tappa del Mondiale WRC, in Grecia
Colin McRae e il boss della M-Sport Malcolm Wilson in Grecia
Colin McRae e il boss della M-Sport Malcolm Wilson © McKlein Image Database
di Carl McKellar

Conosciuto per ovvie ragioni come “Il Rally degli dei”, il Rally dell’Acropoli, in Grecia, è considerato da molti come l’evento più duro del Mondiale WRC.
Il terreno di dura ghiaia e grosse pietre mette a durissima prova le gomme e le sospensioni, mentre le temperature che si raggiungono in questa stagione sulle coste dello splendido Golfo di Corinto sono in grado di fiaccare qualunque resistenza. Facile aspettarsi che molti piloti scenderanno dalle loro macchine con le facce rosse come aragoste.
Ecco un po’ di numeri sulla gara, di quelli che potrebbero disorientare Pitagora in persona…

1052,50  - La lunghezza complessiva del Rally, in chilometri. Di questi, 306,53 sono di prove speciali (equivalenti al 29,2% del percorso complessivo). Gli altri 745,97 chilometri sono di trasferimento su strada.

14 - Il numero di prove speciali del Rally di Grecia. Un numero piccolo, se paragonato ad altre tappe del Mondiale WRC, ma qui i tratti cronometrati sono estesi, tanto che la loro lunghezza media sfiora i 22 km.

Sebastien Ogier in azione nel vittorioso Rally dell'Acropoli 2011
Ogier sulla strada verso la vittoria nel 2011 © McKlein Image Database

50 - I gradi centigradi con cui i piloti, stando alle previsioni, avranno a che fare all’interno delle loro macchine. In questo periodo il clima greco può essere soffocante. Il minimo che potranno fare i partecipanti sarà infilare un deodorante nella cassetta degli attrezzi delle loro vetture.

26 - Il numero di macchina dell’ex star della Formula 1 Robert Kubica. In Grecia farà la sua seconda apparizione in WRC2 con la Citroen DS3 RRC, con cui ha già impressionato nell’European Rally Championship.

47,7 - La lunghezza in chilometri della tappa più lunga del Rally, la Kineta-Pissia, che i team affronteranno già nella prima serata di venerdì, subito dopo la cerimonia di partenza. Che bel modo di iniziare un rally: questa tappa è davvero uno scoglio durissimo!

Lo scenario del Rally dell'Acropoli, in Grecia
Lo scenario mozzafiato del Rally di Grecia © McKlein Image Database

2 - Il numero di piloti presenti quest’anno che hanno già vinto in Grecia. Sebastien Ogier si impose nel 2011, davanti all’allora compagno in Citroen Sebastien Loeb, mentre Mikko Hirvonen nel 2009 diede la vittoria alla Ford M-Sport, l’ultima da queste parti per la casa americana.

65 - I punti di vantaggio del leader del Mondiale Sebastien Ogier sul più diretto rivale in classifica, Mikko Hirvonen, prima della partenza in Grecia. Un vantaggio superiore al doppio dei punti massimi ottenibili in un rally (25 per la vittoria più 3 per il più veloce nel Power Stage, per un totale di 28 punti a rally). In realtà, in classifica, Ogier è inseguito da Sebastien Loeb, secondo a 54 punti di distanza, ma il nove volte campione del mondo quest’anno parteciperà solo a un altro rally. In Grecia, è assente, visto che si sta preparando per la sfida a Pikes Peak.

Thierry Neuville al volante della sua Ford
Lavoro duro al volante: chiedete a Neuville © McKlein Image Database

5 - Il numero di vittorie conquistate in Grecia da Colin McRae, un record. Nel 1996 e 1998 con la Subaru, prima dei 3 successi consecutivi con la Ford, dal 2000 al 2002.

14 - Il numero di nazionalità diverse rappresentate in Grecia dai 26 piloti e navigatori, limitandosi all’evento principale del Wrc: Argentina, Austria, Belgio, Emirati Arabi Uniti, Finlandia, Francia, Gran Bretagna, Italia, Norvegia, Polonia, Qatar, Repubblica Ceca, Russia e Spagna.

Clicca qui per i risultati del Rally dell'Acropoli

Leggi di più
Prossima Storia