Ogier, una passeggiata verso la vittoria

Il francese stravince incontrastato per la quarta volta in stagione
WRC Rally Italia 2013 Sardegna Sebastien Ogier
Dominio di Ogier sulle strade della Sardegna © McKlein
di Carl McKellar

Con la tranquilla vittoria nel Rally d'Italia, in Sardegna, Sebastien Ogier incrementa ulteriormente il già netto vantaggio nella classifica del WRC. 

Ogier, in testa con la sua Volkswagen Polo R fin dalla prima prova di venerdì mattina, ha chiuso con un vantaggio di 1'16'' sul secondo classificato, conquistando la quarta vittoria su 7 rally corsi nel 2013. 

Alle sue spalle, Thierry Neuville con la Ford M-Sport ottiene il miglior risultato in carriera, resistendo all'attacco finale della Volkswagen di Jari-Matti Latvala. Il terzo posto è comunque un ottimo risultato per il finlandese, autore di una grande rimonta dopo aver perso due minuti per una foratura nella giornata di venerdì. 

WRC Rally Italia Sardegna Thierry Neuville
Miglior risultato in carriera per Neuville © McKlien

Con il miglior tempo nel Power Stage, Ogier conquista anche 3 punti bonus, che portano a 64 il suo vantaggio in classifica su Latvala, cui va 1 punto bonus grazie al terzo tempo nel Power Stage, ancora dietro a Neuville. Con l'ottima performance in Sardegna, proprio Neuville risale dal quinto al terzo posto in classfica, scavalcando Sebastien Loeb che, assente in Sardegna, scende in quarta posizione e rimane il pilota Citroen meglio piazzato nel Mondiale.

In Sardegna, l'alfiere della Citroen è stato Dani Sordo, quarto al traguardo grazie anche all'incidente che sabato mattina ha tolto dai giochi il suo compagno di squadra Mikko Hirvonen, che era secondo. 

WRC Rally Italia 2013 Elfyn Evans
Elfyn Evans vola alto al suo debutto in WRC © McKlein

Dietro a Sam Prokop, quinto, da segnalare la grande prova del giovane britannico Elfyn Evans, che prendeva il posto di Nasser Al Attiyah sulla Fiesta M-Sport: al suo debutto in WRC, il 24enne gallese chiude con un promettente sesto posto, dopo una lunga battaglia col polacco Michael Kosciuszko, che alla fine si arrende per soli 9 decimi.

E per finire, impossibile non menzionare la nuova, grande prova di Robert Kubicka, alla seconda vittoria consecutiva in WRC, col nono posto assoluto. Il polacco sembra decisamente pronto per un top team. 

 

Leggi di più
Prossima Storia