Six days: cento anni di enduro

Dal 30 settembre al 5 ottobre la Sardegna ospiterà le "Olimpiadi del tassello"
di Red Bull Team

Era il 1913 quando prendeva il via la prima Sei Giorni Internazionale di Enduro. All'epoca le nazioni in gara non erano molte poiché i piloti dovevano gareggiare in sella a moto di produzione nazionale escludendo tutti quei paesi senza costruttori.

Oggi, cent'anni dopo, questa regola è cambiata. Ma è una delle poche parti del regolamento ad aver subito modifiche, la manifestazione conserva ancora il suo spirito puro come le prime edizioni. Come si svolge? Ogni nazione schiera una selezione di sei piloti nel Trofeo per Nazioni e di quattro nel Vaso, ovvero il trofeo Junior.

I piloti devono affrontare sei lunghi giorni di gara dei quali i primi cinque sono strutturati come classiche gare di enduro in cui vengono percorsi tre giri all'interno dei quali sono tracciate delle prove speciali cronometrate. Le prove sono di tre tipi: fettucciato (circuito delimitato da fettucce con partenza e arrivo nello stesso punto), estrema (prova impegnativa con ostacoli molto tecnici), prova in linea (percorrenza di un tracciato di diversi km da un punto ad un altro) Il sesto ed ultimo giorno invece consiste in una prova di motocross, i piloti si affrontano quindi in un percorso con salti e partenza al cancelletto.

Redondi in azione © Red Bull Content Pool

Una particolarità della gara è che il proprio mezzo deve essere preservato per arrivare alla fine dei sei giorni, non è infatti possibile sostituire la moto in caso di rottura, anzi ai meccanici è concesso soltanto il cambio degli oli, del liquido freni e il rifornimento di carburante. Anzi, posso anche passare gli utensili ai piloti che lavorano sulla moto.

Tutti gli  interventi di manutenzione sono a carico del pilota, compreso il cambio gomme!

Nel trofeo per nazioni i piloti competono assieme e a fine giornata vengono stilate classifiche separate in base alla categoria. Di ogni squadra vengono presi in cosiderazione i migliori cinque tempi di giornata mentre nel trofeo junior i migliori tre.

Le categorie o classi sono suddivise in E1 (125 2t e 250 4t), E2 (250 2t o 450 4t) e E3 (300 2t o 500 4t).

 

La Maglia Azzurra alla Sei Giorni in Sardegna sarà indossata da:

FIM World Trophy

Simone Albergoni - HM Honda 250/4 - E1
Thomas Oldrati - Husaberg 250/4 - E1
Alex Salvini - HM Honda 450/4 - E2
Oscar Balletti - KTM 350/4 - E2

Manuel Monni - KTM 300/2 - E3
Deny Philippaerts - Beta 300/2 - E3

FIM Junior World Trophy

Rudy Moroni - KTM 125/2 - E1
Giacomo Redondi - KTM 250/4 - E1
Nicolò Mori - Beta 400/4 - E2
Gianluca Martini - Beta 300/2 - E3


FIM Women's World Trophy

Cristina Marrocco - Yamaha 125/2
Paola Riverditi - Gas Gas 125/2
Anna Sappino - HM Honda 250/4

 Redbull.com seguirà da vicino la Sei Giorni di Enduro in Sardegna, stay tuned!

 

 

Leggi di più
Prossima Storia