I protagonisti del Mondiale WRC 2014

A una settimana dall'inizio della stagione, analizziamo i 4 team protagonisti del Mondiale WRC
WRC 2014 Team Hyundai
La line-up Hyundai per il 2014 © Hyundai Motorsport
di Greg Stuart / Guido Guenci
WRC 2014 Volkswagen Polo R WRC
La Polo è la macchina da battere nel 2014 © Volkswagen Motorsport

VOLKSWAGEN MOTORSPORT

Piloti: Sebastien Ogier e Jari-Matti Latvala
Team Principal: Jost Capito
Macchina: Volkswagen Polo R WRC
Punti di forza: Lo stesso pacchetto che ha dominato la scorsa stagione e, con Ogier, anche il miglior pilota. Oltre a questo, tutti sanno che Jari-Matti Latvala può diventare devastante se trova il giusto feeling con la macchina. Considerato che quest’anno il lunatico finlandese potrebbe colmare il gap con Ogier a livello di esperienza al volante di una Polo (il francese infatti nel 2012 si prese un anno sabbatico dalle competizioni proprio per lavorare sullo sviluppo della macchina, mentre Latvala era ancora sotto contratto con la Ford), ecco che Jari potrebbe diventare un serio contendente al titolo nel 2014. Il promettente pilota norvegese Andreas Mikelsen sarà al volante di una terza vettura in alcuni appuntamenti del Mondiale.
Punti di debolezza: L’anno scorso, Ogier ha vinto su ghiaccio, asfalto e sterrato, per cui l’unico punto di domanda sul team riguarda la capacità di Latvala di adattare finalmente al 100% il suo stile di guida alle caratteristiche della Polo. Dovesse succedere, il finlandese potrebbe iniziare a volare.
Previsione: Volkswagen sarà comunque il team da battere quest’anno.

WRC 2014 Ford Fiesta RS WRC
Hirvonen ed Evans saliranno sulla Fiesta © M-Sport

M-SPORT

Piloti: Mikko Hirvonen e Elfyn Evans
Team Principal: Malcolm Wilson
Macchina: Ford Fiesta RS WRC
Punti di forza: Hirvonen torna sull’auto che conosce e ama, quella che ha guidato per la maggior parte della sua carriera e con cui ha ottenuto i risultati migliori. Di contro, Evans ha tutto per diventare un protagonista dei prossimi anni in WRC, avendo messo in luce doti di velocità e regolarità in WRC2 nel corso del 2013, tanto da conquistare il successo sulle strade di casa in Galles lo scorso novembre.
Punti di debolezza: La mancanza di esperienza di Evans al volante di una vera vettura WRC potrebbe tradursi in momenti di difficoltà nel corso della sua prima stagione tra i grandi. Quanto a Hirvonen, bisognerà vedere se il ritorno in Ford lo aiuterà a recuperare quella piena fiducia in se stesso che è sembrata mancare l’anno scorso. Malcolm Wilson ha certamente bisogno che il finlandese si presenti subito al meglio, se vuole sfidare la Volkswagen e Ogier.
Previsione: il rientro di Hirvonen nel team dei suoi fasti pre-Citroen è molto stuzzicante, ma considerato che la Ford non vince un rally dal 2012 sembra difficile poter puntare al titolo. Su Evans ci sentiamo di scommettere, se non in ottica mondiale, per un ruolo da outsider capace di puntare a qualche podio.
Nota a margine: Da non dimenticare che al volante di un’altra Ford, sempre legata al team M-Sport di Wilson ma che correrà sotto le insegne dello sponsor personale del pilota, la compagnia petrolifera Lotos, ci sarà Robert Kubica. L’uomo forse più atteso dell’anno, e grande incognita della stagione, dopo un 2013 che l’ha visto trionfare in WRC2 ma anche fallire miseramente l’esordio in WRC nel rally del Galles. Sarà un punto di forza o di debolezza? A questa domanda risponderemo tra qualche mese…

WRC 2014 Team Citroen
OStberg e Meeke alfieri Citroen nel 2014 © Citroen Racing

CITROEN TOTAL ABU DHABI WRT

Piloti: Mads Ostberg e Kris Meeke
Team Principal: Yves Matton
Macchina: Citroen DS3 WRC
Punti di forza: La macchina è da titolo, almeno lo era nelle mani di Sebastien Loeb, che conquistò gli ultimi due dei suoi nove mondiali proprio con la DS3. Quanto ai due piloti, Ostberg e Meeke nei giorni giusti sono tra i più veloci del campionato. Se la Citroen manterrà concentrazione e impegno nel WRC, senza farsi troppo distrarre dal suo nuovo programma WTCC che vede coinvolto proprio Loeb, i suoi piloti possono puntare a qualche vittoria.
Punti di debolezza: A dispetto dell’indiscutibile talento, i due piloti sono un po’ troppo inclini all’incidente. Nelle sue due uscite con la Citroen durante il 2013, Meeke è riuscito a schiantarsi tre volte. Ostberg invece ha passato buona parte dello scorso anno a cercare di cancellare la sua reputazione da “Mad Mads”, venendo però ricompensato da massicce dosi di sfortuna. I punti interrogativi rimangono, ed entrambi dovranno fare del loro meglio per rispondere nel 2014.
Previsione: sulla carta, il team più imprevedibile. Di sicuro possono arrivare dei successi di tappa, ma per il Mondiale serve una costanza che nè Ostberg né Meeke, e forse ormai nemmeno il team, sembrano avere.

WRC 2014 Team Hyundai
Thierry Neuville guida il nuovo team Hyundai © Hyundai Motorsport

HYUNDAI MOTORSPORT

Piloti: Thierry Neuville, Dani Sordo, Juho Hanninen and Chris Atkinson
Team Principal: Michel Nandan
Macchina: Hyundai i20 WRC
Punti di forza: il team è giovane e tutto da scoprire, ma intanto con Thierry Neuville si è assicurato un (se non il) giovane talento tra i più interessanti nel panorama WRC. Gli altri tre piloti, che ruoteranno sulla seconda auto, hanno tutti un bel pedigree. Quanto alla macchina, non ci resta che aspettare e vedere.
Punti di debolezza: Neuville, l’unico tra i driver Hyundai che sarà presente in tutti e 13 i rally, ha avuto poco tempo per prendere confidenza con la macchina, mentre la rotazione dei piloti sulla seconda macchina potrebbe significare che Sordo, Hanninen e Atkinson faticheranno a trovare il ritmo sulla i20 WRC. E poi ovviamente una vettura nuova può sempre avere problemi di affidabilità.
Previsione: sarà un anno di studio e sviluppo, in cui comunque il talento di Neuville potrà permettere di togliersi qualche soddisfazione. E poi chissà, anche la Volkswagen nel 2013 era di fatto all’esordio e avrebbe dovuto solo prendere confidenza col mondo WRC…  sappiamo come è finita.

Leggi di più
Prossima Storia