Video: Doppietta Volkswagen, ma senza Ogier

La casa tedesca domina anche nel rally di Svezia, con Jari-Matti Latvala davanti a Mikkelsen
Jari-Matti Latvala Rally Svezia 2014 Volkswagen Polo R WRC
Jari-Matti Latvala al Rally di Svezia 2014
di Red Bull Team

Sabato pomeriggio - SS21-SS24
Quando trova il ritmo giusto, Jari-Matti Latvala può diventare imprendibile per chiunque. In Svezia, dopo un avvio difficile, l'ha trovato il terzo giorno, non ha sbagliato più nulla, e da quel momento è diventato imprendibile. Dopo aver dominato le speciali del mattino, il finlandese ha controllato in un ultimo pomeriggio di gara che non ha regalato ulteriori colpi di scena. Classifica quindi confermata con Mikkelsen secondo per la prima doppietta Volkswagen della stagione, e Ostberg che regala alla Citroen il secondo podio del 2014, e chiude un ottimo weekend di gara conquistando il Power Stage finale. Seguono Hirvonen, la sorpresa Tanak e Ogier, bravo a risalire fino al sesto posto.
In classifica mondiale, Latvala conquista la ledership con 5 punti di vantaggio su Ogier e 10 su Ostberg.

Grandi emozioni invece in WRC2. Due fuoripista, il secondo addirittura con cappottamento (cfr. inizio del video qui sotto), mettono fuori gioco Al Rajhi, che aveva condotto la categoria praticamente dall'inizo. La vittoria va così all'estone Kruuda.

Sabato mattina - SS17-SS20
Latvala fa sul serio. Quattro vittorie nelle prime quattro speciali di giornata, e ledership rafforzata. Complice anche un errore di Mikkelsen, che perde 25'' per un testacoda nella SS18 (immagini all'inizio del video qui sotto). Il norvegese della Volkswagen, secondo nella generale, deve ora guardarsi dal connazionale Ostberg, ancora molto consistente con la Citroen e terzo a soli 13'' da Mikkelsen.
Continua tra alti e bassi la risalita di Ogier, ora settimo in generale, con buone chance di scavalcare il sesto, Solberg.
Oltre a Mikkelsen, brutte esperienze sulla neve svedese per molti altri. A cominciare ancora da Kubica, di nuovo piantato a bordo strada con la sua Fiesta. Ma anche Kris Meeke paga dazio, e deve scavare a lungo prima di riuscire a ripartire. Tutto da rivivere in questo video.

Venerdì pomeriggio - SS12-SS16
Furiosa rimonta di Sebastien Ogier, che dopo l'errore nella SS8 vince 6 degli 8 Stage successivi, cedendo solo l'11 al norvegese Solberg e l'ultimo a Mikelsen. Il campione del mondo al venerdì sera torna quindi in zona punti, nono, anche se rimane a 3'38'' dal leader Latvala. Mikkelsen non molla la presa e resiste al secondo posto,  a meno di 5 secondi dal compagno Latvala. Più staccato Ostberg, terzo a 43' davanti a Hirvonen e Tanak.

Classifica dopo la SS 16

E Kubica? Niente da fare, anche stavolta. Il polacco paga l'inesperienza in rally di questo tipo commettendo un primo errore nella SS12 e perdendo già lì 10 minuti nelle operazioni di recupero dalla neve della sua Fiesta. Errore replicato nella Speciale 14, quando Robert sbaglia traiettoria in un saltino e finisce fuori strada e ancora nella neve (video qui sotto). Al momento è 30esimo.

Venerdì mattina - SS8-SS11
Subito colpi di scena in apertura del secondo giorno. Ogier si pianta in un banco di neve, su una curva lenta a 3 km dal traguardo (immagini all'inizio del video qui sotto), e arriva con 4'30'' di ritardo sul vincitore di tappa Latvala, che precede Milkelsen. Per il Campione del mondo l'obiettivo ora è tornare in Top 10 e andare a punti.
Ben più gravi i problemi per Neuville, che perde addirittura 41 minuti dopo un incontro troppo ravvicinato tra la sua Hyundai e una roccia. Un testacoda complica invece i piani di Ott Tanak, sorpresa finora di questo rally.
Nella SS10, un piccolo errore costa caro a Mikkelsen, che cede 5 secondi e la testa della classifica al compagno Jari-Matti Latvala. Giornata consistente per la Citroen di Ostberg, che risale al terzo posto della generale.

Giovedì - SS2-SS7
Ogier rimette subito le cose a posto, conquistando 3 delle 6 speciali in programma giovedì. Mikkelsen resiste fino alla SS6, poi sceglie di rimandare il cambio gomme al venerdì e nell'ultimo Stage di giornata paga l'usura dei suoi pneumatici prendendo 6 secondi dal campione del mondo. Il norvegese mantiene comunque il secondo posto in generale, davanti a Jari-Matti Latvala che completa per ora la tripletta Volkswagen. L'uomo del giorno è però Ott Tanak, che con la sua Fiesta privata continua a viaggiare su ritmi altissimi e si ritrova al quarto posto

La classifica dopo la SS7

Mercoledì notte - SS1 Super Special Stage Karlstad 1
Parte con la sorpresa Mikelsen il Rally di Svezia 2014. Il giovane norvegese, che in questa tappa del Mondiale WRC guida la terza Polo, ha percorso in 1'33.4 i 3.9 km della SS1, una Super Speciale giocata con lo spettacolare formato dei face-off a due. Mikelsen rifila 8 decimi al compagno e campione del mondo Sebastien Ogier, e oltre 2 secondi al terzo classificato, l'ancor più sorprendente estone Ott Tanak, tornato quest'anno in WRC con la Ford Fiesta RS dopo un anno di esilio. Ultimi due posti della Top 5 per i finlandesi Latvala e Hirvonen. In difficoltà la Hyundai, con Neuville solo nono, e Kubica, al suo esordio in un rally da profondo inverno come questo: il polacco, impegnato nel duello faccia a faccia con Ogier, fa segnare il dodicesimo tempo.

Mercoledì pomeriggio - Shakedown
Il pilota della Citroen Mads Osterberg guida il gruppo nello shakedown che ha aperto il Rally di Svezia. Indicazioni comunque relative, quelle raccolte lungo i 3,99 km dello Stage di Rada, visto che molti piloti hanno optato per una condotta prudente al fine di preservare i pneumatici chiodati da neve sulla strada asfaltata.

Leggi di più
Prossima Storia