EpicVideo: MXGP 2014, nuovi nomi stesso show

Riparte nel weekend, dal Qatar, il Mondiale Motocross 2014. E' sempre caccia a Cairoli e Herlings
di Pablo Bueno

Ci siamo, si apre il gas e si riparte. Dal torrido circuito di Losail in Qatar. Quest’anno, il mondiale di Motocross propone diversi grandi cambiamenti, a cominciare dal nome: MXGP.
Dopo 9 stagioni, Youthstream, promoter del Campionato del mondo di Motocross, ha deciso di dare una ventata d’aria fresca allo sport. Il boss di Youthstream Giuseppe Luongo deve affrontare come tutti la recessione economica. E’ convinto che l’MXGP debba girare il mondo e toccare nuovi paesi non solo per essere sempre più internazionale, ma anche per attrarre nuovi investitori. Così, accanto alle tradizionali tappe europee, Youthstream, insieme con la FIM, ha programmato per quest’anno 5 round da disputarsi fuori dal continente, con doppio appuntamento in Brasile.

Antonio Cairoli Red Bull KTM MXGP 2014
Antonio Cairoli (KTM), MXGP 2014 © KTM

MXGP: Cairoli è sempre il re

Passando agli aspetti agonistici, la news principale è il ritorno di Husqvarna. Il marchio, controllato ora da KTM, ha fatto un grande sforzo per avere a bordo l’ex campione del mondo Tyla Rattray, di ritorno dagli USA, che correrà con il team Red Bull IceOne Husqvarna Factory Racing, di proprietà di Kimi Raikkonen.
Il sudafricano, affiancato dal compagno Todd Waters, avrà un compito difficile: battere Antonio Cairoli, quattro volte campione del mondo nella top class dell’MX. Ma non è detto che sia una missione impossibile, se è vero che fu proprio Rattray a vincere il titolo in MX2 nel 2008, ultimo anno in cui l’italiano è rimasto a bocca asciutta.
Una cosa rimane chiara: Antonio Cairoli è sempre il favorito. Le prime uscite stagionali del campione in carica sono state impressionanti, come ben sanno i suoi principali rivali: Desalle, Strijbos, Bobryshev, Nagl, Paulin e Frossard (che debutta in questa stagione con il Kawasaki Factory Team). Purtroppo quest’anno non ci saranno rider spagnoli nella massima categoria, dopo l’abbandono di Jonathan Barragán.

MX2: Herlings sotto esame

In MX2 si parte invece con la grande incognita riguardante Jeffrey Herlings: il rider del Red Bull KTM Factory Team sarà in forma per il primo round in Qatar? Alla fine della scorsa stagione, l’olandese ha avuto ancora problemi per un vecchio infortunio alla spalla, per cui il suo inizio d'anno non è stato esaltante. Un infortunio che dà speranza ai suoi rivali, intenzionati a metter fine, una volta per tutte, al dominio del campione in carica.
La lista dei pretendenti al titolo è lunga. Kawasaki si presenta con 3 candidati per provare a fermare l’invincible KTM. Husqvarna da parte sua ha scelto due dei giovani più promettenti: il russo Aleksandr Tonkov e il francese Romain Febvre.
Mentre Suzuki spera che Glenn Coldenhoff riesca a fare ulteriori progressi dopo le buone cose fatte vedere l’anno scorso. José Butròn, infine, su una KTM Factory SXF250 darà tutto per puntare al titolo, dopo il terzo posto del 2013.
Pronti allora per un po' di terra in faccia? Nell'attesa del primo cancelletto di stagione, ecco un emozionate ripasso di quanto accaduto nel 2013.

Calendario 2014 MXGP/MX2

01/03: Losail (Qatar)
09/03: Si Racha (Thailandia)
30/03: Beto Carrero (Brasile)
13/04: Arco di Trento (Italia)
20/04: Sevlievo (Bulgaria)
04/05: Valkenswaard (Paesi Bassi)
11/05: Talavera de la Reina (Spagna)
25/11: Matterley Basin, Winchester (Gran Bretagna)
01/06: Saint Jean D'Angely (Francia)
15/06: Maggiora (Italia)
22/06: Teutschenthal (Germania)
06/07: Uddevalla (Svezia)
13/07: Hyvinkää (Finlandia)
27/07: Loket (Repubblica ceca)
03/08: TBA (Belgio)
17/08: Dimitrov (Ucraina)
07/09: Goiania (Brasile)
14/09: Leòn (Messico)

IN QUESTA STORIA
Antonio Cairoli, Jeffrey Herlings
Leggi di più
Prossima Storia