Tony Cairoli non si ferma mai. Nemmeno quando cade

Dopo l'errore di sabato, TC222 domina le due gare n Brasile e allunga in classifica
Tony Cairoli MXGP 2014 Brasile
TC222 imprendibile anche in Brasile © GEPA pictures / KTM Images / Ray Archer
di Red Bull Team

Altro giro, altra doppietta per Tony Cairoli, che si impone in entrambe le manche del Gran Premio del Brasile e tenta un primo abbozzo di fuga in classifica. Sono 30, ora, i punti di vantaggio su Gautier Paulin, che torna dal Sud America con un sesto e un secondo posto, e su Jeremy Van Horebeek, secondo a quarto sulla terra rossa di Beto Carrero.
Una superiorità impressionante, quella dimostrata in gara da TC222, e tale da permettergli di rimediare a un paio di errori non da Tony. Protagonista, al sabato, di una curiosa uscita di pista con tanto di scivolata giù per la scarpata (vedi video qui sotto), con un modesto (per le sue abitudini) quinto tempo in qualifica. Poi ancora non brillantissimo in partenza, in tutte e due le gare. Questione di pochi giri però, il tempo di trovare il ritmo giusto, e Cairoli in entrambi i casi è ripiombato subito sui battistrada, bruciandoli senza eccessive difficoltà. Da rivedere in particolare, con il dito pronto a infierire sul tatsto replay, la facilità con cui si è mangiato Paulin su un salto, al sesto giro di Gara 2. Una volta davanti, il siciliano ha fatto letteralmente il vuoto nella prima manche, chiusa con oltre 15’’ di vantaggio su Van Horebeek, e si è limitato a controllare nella seconda, con Paulin che è arrivato a 5’’. In ogni caso, proprio un altro passo.

> Risultati e classifiche MXGP

Emozioni in saldo invece in MX2, dove l’assenza del cannibale Herlings ha lasciato strada libera agli altri, che hanno però giocato a chi sbagliava di più. Pazzesca la sequenza di cadute soprattutto in Gara 2, complice la pioggia, con le uscite di scena in rapida sequenza di Tixier, Febvre, Ferrandis, Tonkov, Covington e pure del nostro Lupino. Alla fine il GP va allo svizzero Tonus su Kawasaki, primo successo in carriera, che conquista anche la vetta della classifica nel Mondiale. Secondo, in Brasile e nel Mondiale, è l’olandese Coldenhoff, seguito sul podio di Beto Carrero dall’inglese Anstie.
In classifica, Herlings è ora quarto, a 15 punti dal leader. La sua rincorsa alla vetta ripartirà il 13 aprile dall'Italia, Arco di Trento per la precisione.

Leggi di più