Knight trionfa alla 10' edizione della Tough One

Grande rimonta e sesto successo del pilota dell'Isola di Mann nell'evento inglese di Hard Enduro
di Robert Lynn

Al ritorno dopo un’assenza di 4 anni, David Knight ha dimostrato di non aver perso nulla del suo istinto per la velocità e la battaglia: su un nuovo tracciato che lasciava aperto ogni pronostico, alla fine è stato proprio il rider mannese a rubare la scena, conquistando il successo nella decima edizione della Tough One.

“Sono al settimo cielo dopo questa vittoria - oggi davvero nessuno poteva battermi qui sul percorso di Hawkstone Park” ha detto Knight dopo aver tagliato il traguardo al termine delle 3 massacranti ore di gara.

HusabergTough One 2014
La partenza della 10' edizione della Tough One © Jonty Edmunds

Non è stata però una passeggiata, quella del 3 volte campione del mondo. Dopo aver superato al secondo giro Jonny Walker, che era scattato in testa, Knight se l’è vista molto brutta quando un pezzo di corda si è avvinghiato alla sua ruota posteriore, facendolo cadere rovinosamente. Rialzatosi, si è rimesso subito a correre, trovandosi però a oltre 5 minuti dal leader Walker. David però non si è perso d’animo, ha ripreso ad attaccare a tutta sull’impegnativo percorso, ed è riuscito rapidamente a recuperare su Walker: allo scoccare delle due ore di gara, era di nuovo davanti a tutti.

Pensavo che la mia corsa fosse finita quando sono caduto, ma non mi sono voluto arrendere

"Mi sono rimesso in moto e ho caricato a testa bassa. Quando ho iniziato a vedere Walker, ho capito che avrei potuto farcela. A fine gara, tagliato il traguardo, ero distrutto, non avevo più una goccia di energia: è stata davvero una vittoria dura”.

Primo alla partenza, capace di stare con Knight all’inizio, e poi di guadagnare un bel vantaggio con la sua caduta: sembrava tutto facile per Walker, a un certo punto. Ma quando Knight è partito in rimonta, Jonny non ha saputo rispondere, e alla fine ha dovuto accontentarsi del secondo posto.
“Quando Knight si è buttato al mio inseguimento, non sono riuscito a cambiare passo” ha commentato alla fine l’inglese. “Era come in trance agonistica, non c’era modo di fermarlo oggi. E’ dura arrivare secondi dopo una gara così, ma so di aver dato il massimo”.

Jonny Walker HusabergTough One 2014
Walker secondo al traguardo © Jonty Edmunds

Incapace di tenere il ritmo dei primi due, Alfredo Gomez ha chiuso il podio giungendo terzo, con un distacco notevole. Partito bene, lo spagnolo ha trovato subito il suo ritmo ed è riuscito a mantenerlo per tutta la gara, resistendo nel finale al ritorno di Graham Jarvis per assicurarsi il suo primo podio in stagione, dopo aver mancato l’appuntamento con Hell’s Gate per l’appendicite.
Brutta partenza invece quella di Jarvis, che correva con una 4 tempi invece che con la sua abituale 2 tempi. Il pilota dell’Husqvarna ha saputo però reagire, e con un grande attacco nell’ultima ora di corsa è risalito fino al quarto posto, davanti a Paul Bolton. Da segnalare anche la gara di Andreas Lettenbichler, che dopo un gran botto al giro 2 ha saputo recuperare posizioni su posizioni fino al sesto posto finale.

Leggi di più