Video POV: La follia dell'Erzberg vista dai piloti

L'evento enduro più massacrante al mondo. Non ci credi? Vieni a farti un giro con Jonny Walker
di Red Bull Team

C’è un solo modo per vivere fino in fondo, o quasi, tutta la fatica e la follia della regina dell’Hard Enduro: guardarla con gli occhi di uno dei piloti in gara. Non uno qualunque, ma il migliore, Jonny Walker, che è riuscito a conquistare il secondo successo in carriera sulla montagna austriaca.
Ecco allora l’ascesa al Gigante di ferro, settore per settore, ripresa dalla GoPro attaccata al casco di Jonny.

Partenza - Secondo Checkpoint

L'Hare Scramble parte dal punto più basso, un ampio bacino ai piedi del Gigante di ferro. Per uscirne senza guai e senza restare bloccati nell’inevitabile ingorgo che si forma alle prime, ripide salite, è decisamente meglio partire in testa al gruppo. Jonny supera brillantemente questa prima prova per prendere subito un vantaggio prima di entrare nella dura sezione dei boschi

© Philipp Schuster/Red Bull Content Pool

Wasserleitung, Hintererzberg e Badewanne

Wasserleitung è la salita più lunga del Red Bull Hare Scramble. I piloti devono affrontare una pendenza molto ripida, e pochi riescono a superarla al primo tentativo. Il pittoresco tratto di boschi e rocce noto come Hintererzberg è il punto in cui duri e deboli si separano: è qui infatti che molti piloti, i meno preparati, chiudono la loro avventura. Badewanne è invece uno dei settori preferiti dagli spettatori, e tra i più celebri nella storia del Red Bull Hare Scramble. I piloti devono scendere sul fondo di questo grande bacino a forma di vasca da bagno, per poi uscire da questo pozzo attraverso altre lunghe, ardue salite

© Philipp Schuster/Red Bull Content Pool

Boschi e salite

Brevi ma insidiosi tratti boschivi, tappezzati di radici e tronchi. Una sezione che diventa un vero incubo in caso di pioggia, ma per fortuna c’è sempre qualche spettatore pronto a dare un mano a chi rimane incastrato. Poi arriva Ludwig’s Land, pittoresca serie di brevi, impegnative salite che sono tra le preferite dai fan dell’Hard Enduro.

© Philip Platzer/Red Bull Content Pool

Elevator

Jonny arriva alla parte più alta del percorso, che prevede un’ascesa mozzafiato e una discesa pericolosamente ripida.

© Philip Platzer/Red Bull Content Pool

Carl’s Diner

Senza dubbio la sezione più famosa all’ErzbergRodeo. Tutto quel che devi fare è guidare su rocce enormi e appuntite per qualche centinaio di metri. Facile… no! E’ un settore davvero sfibrante che richiede grandi doti di guida. Poi, giusto per un’ulteriore dose di punizione, si arriva al Roof, un’altra traversata tra le rocce che si porta via le ultime gocce di energia rimaste
 

© Philip Platzer/Red Bull Content Pool

Dynamite, Lazy Noon e il traguardo

Dynamite è una pesante sezione in salita disseminata di grandi massi rocciosi che mettono alla prova al massimo le doti dei piloti nel trial. Poi è la volta del Lazy Noon, a impegnare i superstiti con un’altra pendenza da vertigini. Con la linea del traguardo ormai in vista, è facile perdere la concentrazione in questo punto, che può davvero diventare un fattore in grado di stravolgere la classifica. Non è stato il caso quest’anno, con Jonny capace di mantenere il sangue freddo e fare un ultimo sforzo per conquistare il meritato successo.

© Philip Platzer/Red Bull Content Pool
IN QUESTA STORIA
Erzbergrodeo 2014
Leggi di più