Pagès fa cadere le mascelle con un nuovo trick

Il rider francese vince l'X-Fighters di Madrid chiudendo per la prima volta un Bike Flip
Tom Pages Red Bull X-Fighters Madrid 2014 © Daniel Grund/Red Bull Content Pool
di Paul Keith

Tom Pagès ha vinto il Red Bull X-Fighters di Madrid, terza tappa del tour 2014 del circuito del freestyle MX. Vincere non è stata l’unica cosa che ha fatto, a Madrid: l’altra, è stata far cadere le mascelle degli spettatori, quelli presenti in Plaza de Toros come quelli collegati da casa grazie al Live Streaming su redbull.com.
Il francese è abituato a stupire, sia gli appassionati che i rivali, fin dalla sua prima apparizione nell’X-Fighters, nel 2009. Nel 2012, caddero le prime mascelle, quando Pagès riuscì a chiudere il suo primo Special Flip, saltando giù dalla moto in volo per eseguire un backflip prima di rimontare in sella. Spettacolo.
 

Pagès ama innovare e, ben lontano dal sedersi sugli allori, ha continuato a farlo dopo quel primo exploit. Negli ultimi mesi, in particolare, ha preparato un altro numero da fuoriclasse: il Bike Flip. Un trick nato nel mondo della BMX, per opera di Morgan Wade che lo introdusse agli X Games del 2004, e di cui Pagès ha voluto offrire una versione a motore.

Qualche video, dagli allenamenti, erà già girato nei mesi scorsi. Ora, a Madrid, Pagès ha chiuso il primo Bike Flip in una competizione di FMX.

Las Ventas, venue del Red Bull X-Fighters © Jorg Mitter/Red Bull Content Pool

Come fai a inventare un nuovo trick come il Bike Flip?
Prima di tutto trovo l’ispirazione - che in questo caso è arrivata da Travis Pastrana. Poi, cerco di capire qual è la miglior tecnica per riuscire a eseguirlo. Questa è una parte molto difficile del processo, perché per arrivare a farlo devi eseguire e perfezionare tanti, piccoli passi, uno alla volta. Quando ho capito tutto, mi alleno e lo ripeto finché non funziona alla perfezione.

Ti da fastidio il fatto che spesso altri piloti ti copino?
C’è poco da fare. Per molti, copiare un trick è ovviamente molto più facile, perché salti tutta la fase in cui devi capire la tecnica giusta. Alcuni rider semplicemente prendono cose inventate da altri, ma è il modo più pigro per aggiungere un trick al proprio repertorio. D’altra parte, essere copiato è anche un riconoscimento al lavoro che hai fatto. Preferirei però vedere più persone impegnarsi per sviluppare nuovi trick ed essere innovativi, così da portare questo sport a un nuovo livello.

Qual è la cosa che preferisci dell’FMX?
Proprio la libertà di creare nuovi numeri e di eseguirli di fronte a una folla che impazzisce quando gareggio. Anche loro mi danno le ali per fare quel che faccio.

Ma basta con le parole, è tempo di vederlo, questo Bike Flip

© Daniel Grund/Red Bull Content Pool

Se invece vuoi rivedere tutta la gara, basta cliccare qui

I risultati finali della tappa di Madrid del Red Bull X-Fighters 2014:

1. Tom Pagès (FRA)
2. Josh Sheehan (AUS)
3. Levi Sherwood (NZL)
4. Dany Torres (ESP)
5. Taka Higashino (JPN)
6. Maikel Melero (ESP)
7. Clinton Moore (AUS)
8. Mat Rebeaud (SUI)
9. Rob Adelberg (AUS)
10. Libor Podmol (CZE)
11. Remi Bizouard (FRA)
12. David Rinaldo (FRA)
 

Leggi di più