Video: I segreti della Peugeot 2008 DKR

Alziamo il velo sulla belva con cui Sainz, Despres e Peterhansel andranno all'assalto della Dakar
Peugeot 2008 DKR: First Test Pre Dakar 2015
La Peugeot 2008 DKR in azione a Freneuse © Flavien Duhamel / Red Bull Content Pool
di Abel Cruz

“Un po’ come abbiamo fatto quando decidemmo di costruire un abitacolo chiuso per la 24 Ore di Le Mans, anche in questo caso abbiamo scelto di usare una strategia opposta a quella del nostro principale rivale”, spiega Bruno Famin, direttore di Peugeot Sport, quando gli viene chiesto di mettere a confronto la nuova 2008 DKR con la Mini che ha dominato all'ultima Dakar. “Visto che loro sono diventati maestri nello sviluppo di auto a trazione integrale, noi abbiamo scelto di concentrarci sulle 2 ruote motrici, che pensiamo possano offrire qualche interessante vantaggio”.

All’inizio degli anni ‘80, il 4x4 era il futuro dell’Offroad, come dimostravano la Audi Quattro e la Peugeot 205 dominando i mondiali WRC. Oggi, però, la moderne soluzioni 2WD offrono alcuni vantaggi significativi, soprattutto se si parla di Dakar: “Le auto a due ruote motrici sono performanti anche con un peso sensibilmente inferiore. E possono montare ruote più grosse, che agevolano il passaggio sugli ostacoli”, spiega il Tech Manager del team Peugeot Jean-Christophe Pallier. “Le dimensioni delle ruote inoltre ci permettono di minimizzare la lunghezza della carrozzeria nella parte frontale. E la maggior distanza dal terreno porta beneficio anche alle sospensioni, permettendoci di allungarne la corsa da 250 a oltre 400mm, il che consente all’auto di superare più agilmente ogni eventuale ostacolo che si trova sul percorso”.

La Peugeot 2008 DKR avrà un motore in posizione centrale posteriore, con una Power Unit (da non confondersi con quella della F1) V6 twin-turbo diesel da 340 cavalli. L’auto è più corta e tozza rispetto alle precedenti vetture con livrea Red Bull viste negli ultimi anni alla Dakar, il che rende complicato inserire in una struttura così ridotta tutte le componenti vitali. Il grosso vantaggio di una vettura di dimensioni così ridotte, viste le caratteristiche della Dakar , sarà l’agilità sui terreni tortuosi.
Ora non rimane che liberare la belva per permettere ai piloti di iniziare a domarla. Fatto, nei giorni scorsi a Freneuse... Ecco il video
 

© Flavien Duhamel / Red Bull Content Pool

Peugeot 2008 DKR Technical Specifications

Engine

Type: V6 bi-turbo
Cubic capacity: 3.2 litres
Number of valves: 24
Position: Mid-rear
Number of cylinders: V6 (‘vee’ angle = 60°)
Maximum power: 340hp
Maximum torque: 60mkg
Maximum revs: 7,800rpm
Top speed: 200kph


Transmission

Type: Two-wheel drive
Gearbox: Longitudinally mounted six-speed manual sequential gearbox


Chasis

Type: Tubular steel
Bodywork: Carbon


Suspensions / Brakes / Steering

Suspension: Double wishbones
Springs: Coil springs (two per wheel)
Dampers: Adjustable (two per wheel)
Anti-roll bars: Front and rear
Steering: Hydraulic power steering
Brakes: Hydraulic dual circuit, one-piece light alloy callipers
Discs Front: Vented discs 355mm (diameter)
Discs Rear: Vented discs 355mm (diameter)
Wheels: Aluminium two-piece wheels
Tyres: Michelin 37/12,5x17


Dimensions

Length: 4,099mm
Width: 2,033mm
Height: 1,912mm
Front overhang: 641mm
Rear overhang: 658mm
Wheelbase: 2,800mm
Fuel tank capacity: 400 litres
Weight: 1,280kg

Leggi di più