Tony e Jeffrey, il dominio in attesa del duello

Cairoli e Herlings stravincono in Finlandia. Ma la news è che li vedremo presto uno contro l’altro.
TC222 in azione in Finlandia © GEPA pictures/ KTM Images/ Ray Archer
di Guido Guenci

Herlings chiama, con la doppietta in MX2. Cairoli rispondi immediato, vincendo le due manche dell’MXGP. E così, mentre i due alfieri del team Red Bull KTM viaggiano verso la conquista dell’ennesimo titolo (il terzo consecutivo per l’olandese, l’ottavo per l’italiano), la domanda (ri)sorge spontanea: chi è più forte? O almeno, chi vincerebbe se i due dovessero finalmente correre uno contro l’altro?
 

La novità di giornata, più che il risultato della tappa finlandese del Mondiale 2014 di Motocross, è che presto forse potremo rispondere: a fine settembre, il 28 per la precisione, quando a Keguns (Lettonia) andrà in scena l’edizione 2014 del Motocross delle Nazioni. Occasione in cui Tony Cairoli correrà in MX2, come ha annunciato a sorpresa nel weekend finalndese il Commissario Tecnico FMI Thomas Traversini: “Abbiamo studiato le statistiche degli ultimi dieci anni e abbiamo visto che le squadre che hanno vinto il Nazioni hanno sempre portato risultati in MX2 dal quarto all’ottavo posto. In questo momento i migliori tre piloti che abbiamo corrono tutti in MXGP, quindi uno dei tre doveva scendere in MX2, e Antonio è quello più accreditato a portare un risultato utile alla squadra”. Accanto a lui ci saranno David Philippaerts in MX Open e Davide Guarneri in MXGP.
Manca al momento l’ufficialità della presenza in Lettonia di Herlings, che dovrebbe essere scontata a meno di imprevisti, come i guai alla spalla che lo costrinsero al forfait nel 2013.

Herlings imprendibile in Finlandia e nel Mondiale © GEPA pictures/ KTM Images/ Ray Archer

Intanto, sulla sabbia nera di Hyvinkaa i due hanno dato ulteriore prova di manifesta superiorità. Herlings ha addirittura staccato gli avversari di oltre un minuto in entrambe le manche, e nella seconda si è perfino tolto lo sfizio di doppiare 8 dei 14 piloti in gara. E’ la nona doppietta consecutiva per l’olandese, che guida ora in classifica con 145 punti di vantaggio sul Tixier, terzo in Finlandia alle spalle dello sloveno Tim Gajser.

Più sudata la vittoria di Cairoli, che nella prima manche ha dovuto spingere forte fino alla fine per tenere a distanza Van Horebeek, secondo a 7’’. Il belga è poi caduto in Gara 2, compromettendo un ruolino di marcia che l’aveva reso finora il pilota più continuo della stagione. Via libera quindi alla KTM 222 che ha vinto con oltre 20’’ di vantaggio su Frossard, autore di un splendida rimonta dopo aver perso posizioni nelle fasi iniziali per l’improvviso spegnimento del motore della sua Kawasaki. Il francese, secondo nella classifica finale del Gran Premio, conquista il primo podio in stagione davanti a Strjbos, mentre in classifica Mondiale Cairoli porta a 62 i punti di vantaggio su Van Horebeek, che rimane il suo unico rivale, dopo che Desalle ha dato forfati qui in Finlandia per le conseguenze della caduta in Svezia.

Prossimo appuntamento tra due settimane a Loket in Reppubica Ceca, in attesa di quel 28 settembre che è già segnato sulle agende di tutti gli appassionati di motocross.

Leggi di più