I primi 8 nomi del Red Bull Straight Rhythm 2014

Dopo il test 2013, quest'anno si fa sul serio. Con gente come Dungey, Stewart, Seely e... Pastrana!
Red Bull Straight Rhythm 2014 Cover
di Eric Wright

Sono stati annunciati i nomi dei primi 8 iscritti al Red Bull Straight Rhythm, e sono nomi che già fanno capire come questo evento rimarrà nei libri di storia. In tutto saranno 32 i rider in gara, pronti ad affrontarsi in sfide testa a testa a eliminazione diretta su una pista di motocross “solo-salti-niente-curve”, per mettere le mani sul premio da 100.000 dollari.

Ma ecco allora questi 8 nomi…


Travis Pastrana

Partiamo col botto: Travis Pastrana. Sì, quel Travis Pastrana, che farà il suo trionfale ritorno sulle due ruote proprio allo Straight Rhythm, su una 500 custom due tempi costruita per l’occasione, da lui affettuosamente battezzata “RM-Zilla”. Travis in sella a una 500 allo Straight Rhythm fa molto Travis, perché anche i migliori rider professionisti del mondo MX avrebbero qualche reticenza a scatenare una simile potenza su una pista da supercross, con o senza curve...

© Garth Milan/Red Bull Content Pool

James Stewart

A seguire, un altro pericolo pubblico: James Stewart. Non l’abbiamo visto molto da quando ha abbandonato la stagione dell’AMA Nationals, serie in cui all’inizio era comunque riuscito a portarsi a casa qualche successo, da affiancare alle 5 vittorie nel campionato Supercross 2014 che l’hanno portato a diventare il secondo rider più vincente nella storia della specialità. James ha preso parte nel 2013 alla prima edizione sperimentale della Straight Rhythm (video qui sopra), per cui dalla sua ha già una certa esperienza sul tutto-dritto.

Turndown di Ryan Dungey? Straight Rhythm ha tutto © Garth Milan/Red Bull Content Pool

Ryan Dungey

Altro pilota che già conosce lo Straight Rhythm dall’anno scorso è Ryan Dungey del team Red Bull KTM. Ryan ha da poco perso la lotta per il titolo 2014 dell’AMA Motocross, e considerata la sua fame di vittorie sarà ancora un po’ contrariato. Parliamo di un atleta ai vertici della disciplina da quando, nel 2010, è passato in 450, per cui occhio alla sua performance il 4 ottobre.


Josh Hansen

E’ il turno di una wild card: Josh Hansen. Hanny è lontano dalla scena dall’inizio del 2013, ma qualche mese fa aveva annunciato l’intenzione di tornare a respirare la polvere in pista, e il suo trionfale ritorno avverrà proprio al Red Bull Straight Rhythm. Al pari di Pastrana, Hansen ha tutte le abilità per farsi valere in moto, su qualunque pista e contro chiunque, per cui possiamo aspettarci che faccia qualche bel danno a Pomona.

Josh Hill

Un altro Josh, un altro delinquente quando si trova a dover manovrare una moto da cross. Josh Hill in estate è andato al nord per prendere parte al Nationals Canadese con la Kawasaki. Ha recuperato con qualche fatica da un serio infortunio rimediato nel 2010, e allo Straight Rhythm sarà un’altra mina vagante. In carriera ha vinto varie volte in Supercross, e in questo evento potrà dar sfogo al suo talento migliore: l’insana abilità di saltare in sella a una moto.


Brett Metcalfe

Brett Metcalfe avrebbe dovuto far compagnia a Hill in Canada, ma alla fine è stato precettato dal Factory Team Kawasaki per correre nel Nationals USA dopo il forfait di Villopoto. L’australiano non corre in Supercross da due anni, per cui nessuno sa cosa aspettarsi da lui in questa occasione.

Cole Seely

Tutti conoscono Cole Seely per i suo video spettacolari, e per le vittorie in serie nel Supercross. Quest’anno Cole ha chiuso il suo apprendistato in 250, firmando un contratto per correre l’anno prossimo in 450 col team ufficiale Honda. Classe in cui Cole ha già fatto esperienza in questa stagione, in una breve parentesi come pilota di riserva Honda che l’ha visto anche salire sul podio nella difficile tappa del Supercross a Indy. Al Red Bull Straight Rhythm Seely correrà per la prima volta nelle vesti di rider della 450 a tempo pieno, per cui vorrà dare il meglio di sè. Anche lui era presente all’esperimento 2013, contribuendo a mettere a ferro e fuoco il percorso dello Straight Rhythm.


Dean Wilson

Per finire, lo scozzese Dean Wilson. Deano farà il suo esordio allo Straight Rhythm con un nuovo team e un nuovo sponsor, e anche se per ora non possiamo dire esattamente che team sarà, aspettatevi di vederlo in una divisa con colori molto simili a quelli di Ryan Dungey. Dopo aver vinto qualche gara in 250 quest’anno, anche Dean si prepara al salto a tempo pieno in 450.

Vuoi avere il mondo di RedBull.com sempre a portata di mano? Scarica l’app su RedBull.com/app

Leggi di più
Prossima Storia