Dakar 2015: trionfo vicino per Al-Attiyah e Coma

Coma si difende nella tappa vinta dal rookie Price, il Principe del Qatar si permette di allungare
di Red Bull Team

Marc Coma e Nasser Al-Attiyah sono a un passo dalla vittoria nella Dakar 2015. Il motociclista catalano della KTM sogna il quinto titolo nella categoria mentre il principe del Qatar si appresta a diventare due volte campione sulle quattro ruote. Nella dodicesima tappa del rally raid, che ha portato la carovana da Termas de Río Hondo a Rosario, nessuno dei due leader delle rispettive classifiche aveva bisogno di spingere al limite ma entrambi hanno mantenuto saldo il proprio primato.

© Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool

Moto: Coma vicino al pokerissimo

La penultima speciale della Dakar 2015 è andata all’australiano Toby Price che coglie meritatamente il suo primo successo nella gara dopo essere sempre stato nella top five dalla partenza di Buenos Aires. Il rookie è stato una delle rivelazioni della Dakar: attualmente è al terzo posto in classifica e ha esteso ad oltre dieci minuti il suo vantaggio sul cileno Pablo Quintanilla. Ormai il podio è nelle sue mani. Un podio che, senza i problemi meccanici che gli hanno fatto perdere ore, sarebbe stato tranquillamente alla portata di Joan Barreda: lo spagnolo della Honda ha chiuso secondo la tappa, a meno di due minuti da Price, precedendo il compagno di squadra Paulo Gonçalves che ha rosicchiato tre minuti in classifica a Marc Coma. Il catalano della KTM non ha voluto prendere inutili rischi e ha chiuso la frazione al sesto posto rimanendo saldamente al comando con 17 minuti di vantaggio sul rivale portoghese.

Classifica Tappa 12:
1. Toby Price (KTM), 3h 19m 4s
2. Joan Barreda (Honda), +1m 55s
3. Paulo Gonçalves (Honda), +3m 2s
4. Ivan Jakes (KTM), +3m 8s
5. Stefan Svitko (KTM), +5m 1s

Classifica generale:
1. Marc Coma (KTM), 45h 8m 32s
2. Paulo Gonçalves (Honda), +17m 49s
3. Toby Price (KTM), +25m 18s
4. Pablo Quintanilla (KTM), +36m 57s
5. Stefan Svitko (KTM), +46m 43s

Nasser Al-Attiyah sulla strada verso Rosario
Nasser Al-Attiyah sulla strada verso Rosario © Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool

Auto: tappa a Terranova, Al-Attiyah prudente

Dopo essersi piazzato al secondo posto nelle ultime due tappe dietro al leader Nasser Al-Attiyah, è giunto il momento di prendersi la rivincita per Orlando Terranova. L’argentino della Mini ha centrato la quarta vittoria tappa in questa edizione della Dakar. La partenza di Terranova non è stata impeccabile ma chilometro dopo chilometro la sua Mini ha raggiunto quella del compagno di squadra Vladimir Vasilyev e la Dacia Duster del connazionale Emiliano Spataro. Al-Attiyah ha mantenuto un ritmo costante e ha chiuso al quarto posto in classifica portando il suo vantaggio su Giniel de Villiers, solo dodicesimo oggi, a oltre 35 minuti.

Classifica Tappa 12:
1. Orlando Terranova (Mini), 3h 4m 6s
2. Vladimir Vasilyev (Mini), +30s
3. Emiliano Spataro (Renault), +1m 29s
4. Nasser Al-Attiyah (Mini), +1m 37s
5. Bernhard Ten Brinke (Toyota), +1m 50s

Classifica generale:
1. Nasser Al-Attiyah (Mini), 40h 18m 30s
2. Giniel De Villiers (Toyota), +35m 39s
3. Kryzsztof Holowczyc (Mini), +1h 31m 51s
4. Erik Van Loon (Mini), +3h 1m 34s
5. Vladimir Vasilyev (Mini), +3h 12m 19s

Stephane Peterhansel durante la 12esima tappa
Stephane Peterhansel durante la 12esima tappa © Red Bull Content Pool

Anche la prima Dakar del Team Peugeot Total volge al termine con Stéphane Peterhansel e Cyril Despres che impressionano nuovamente. Monsiuer Dakar ha centrato ancora una volta un ottimo settimo posto, a soli quattro minuti dal vincitore, e la top ten in classifica generale è lontana solo una quarantina di minuti. Bene anche Despres che alla sua prima Dakar su quattro ruote continua a mettere in mostra un buon ritmo chiudendo la dodicesima tappa nella top 20.

Ayrat Mardeev in azione con il suo KAMAZ
Ayrat Mardeev in azione con il suo KAMAZ © Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool

Camion: un affare tutto olandese

Il podio della dodicesima tappa è tutta una sfida tra olandesi. Hans Stacey, con il suo Iveco, taglia il traguardo davanti al connazionale Marcel van Vliet e a Gerard de Rooy. Eduard Nikolaev, all’inseguimento di Ayrat Mardeev nella classifica generale, è stato costretto a uno stop al km 207 dopo aver sbagliato strada. Mardeev, giunto quinto a Rosario, ha così aumentato di un minuto e mezzo il suo vantaggio in graduatoria sul connazionale.

Classifica Tappa 12:
1. Hans Stacey (Iveco), 3h 33m 39s
2. Marcel Van Vliet (MAN), +18s
3. Gerard De Rooy (Iveco), +28s
4. Dmitry Sotnikov (KAMAZ), +2h 24m 10s
5. Ayrat Mardeev (KAMAZ), 2h 31m 52s

Classifica generale:
1. Ayrat Mardeev (KAMAZ), 41h 59m 7s
2. Eduard Nikolaev (KAMAZ), +12m 43s
3. Andrey Karginov (KAMAZ), +48m 40s
4. Dmitry Sotnikov (KAMAZ), +2h 24m 10s
5. Hans Stacey (Iveco), +2h 31m 52s

Marc Coma:

C'era molto da perdere ed era importante non commettere errori o fare incidenti

"Non sono stati 300 km facili. Trovare un buon bilanciamento di guida non è facile, ma sono molto felice, siamo ancora qui. Manca ancora un giorno ma oggi è stata davvero una giornata molto difficile. Ora possiamo vedere che la fine è vicina".

Nasser Al-Attiyah:

Volevo solo iniziare e finire questa tappa. Abbiamo fatto un buon lavoro e avevamo bisogno di guidare ad una buona velocità senza perdere la concentrazione.

"Penso che abbiamo fatto un ottimo lavoro e nessuno dci ha raggiunto, abbiamo un po’ di vantaggio. Ogni giorno la macchina e le gomme funzionano bene, non abbiamo alcun problema. Tutto funziona al 100% per questa Dakar. Non sono sotto stress per domani. Se mi sveglio in buona salute, farò del mio meglio".

Tappa 13: Sabato 17 gennaio

Rosario - Buenos Aires

Collegamento: 219 km, Speciale: 174 km

La Dakar 2015 raggiunge il suo culmine con l’ultima tappa. Nessuno dei piloti deve dare per scontato l’ultimo atto soprattutto per un motivo. Ogni anno, almeno un concorrente è stato costretto a ritirarsi dalla Dakar durante l'ultima tappa. I festeggiamenti potranno iniziare solo a traguardo superato.

Leggi di più
Prossima Storia