Red Bull Hare Scramble

Video: La Hare Scramble più incredibile di sempre

La vittoria è andata al quartetto che si è unito per affrontare la terribile ascesa finale
di Red Bull Team

Nel finale più straordinario mai visto all'Erzbergrodeo, Alfredo Gómez, Jonny Walker, Graham Jarvis e Andreas Lettenbichler sono stati dichiarati vincitori ex aequo del Red Bull Hare Scramble 2015.

I quattro piloti hanno conquistato a pari merito la più dura edizione dell'Erzbergrodeo dopo aver superato la foresta impossibile, ribattezzata 'Downtown', che ha messo ko i migliori piloti di Hard Enduro del mondo.

© Philip Platzer/Red Bull Content Pool

Il quartetto, con il sudafricano Wade Young poi squalificato per aver saltato un checkpoint nella fasi iniziale della gara, si è unito nell'arrampicata (mai affrontata prima) dopo quasi due ore di gara. Alla fine il poker di piloti ha tagliato il traguardo insieme, ad appena due minuti dal limite delle quattro ore.

E pensare che lo scorso anno Jonny Walker aveva conquistato la vittoria dopo solo 1 ora e 37 minuti. Stavolta il grande capo dell'Erzbergrodeo, Karl Katoch, ha messo alla prova tutti con il nuovo 'Downtown' che si è rivelato più impegnativo del previsto. La gara, in bilico tra Jarvis, Gómez e Walker, si è così trasformata in una battaglia per la sopravvivenza.

La battaglia ha visto Walker in testa fin dalla prima vera salita di partenza dopo essere uscito indenne da un groviglio che ha invece subito messo fine alla giornata del cinque volte vincitore dell'Ezbergrodeo: Taddy Blazusiak ha infatti concluso l'assalto al sesto sigillo ancor prima di iniziare con un volo dalla collina che ha danneggiato irreparabilmente la sua moto.

I suoi avversari hanno schivato la KTM e sono riusciti a continuare fino alla Carl's Dinner, dove in molti sono rimasti bloccati tra le pietre mentre Jarvis, Gómez e Walker si accingevano a un finale emozionante nel Downtown, non per niente ribattezzato 'inferno verde'.

A causa di un piccolo rallentamento di Jarvis, i rivali si sono avvicinati fino a formare quasi un quintetto con Lettenbichler e Young. Ci sono voluti ben 90 minuti per uscire indenni (o quasi) dalla sezione e con soli 30 minuti al termine delle fatidiche quattro ore, era chiaro che saremmo stati davanti al minor numero di corridori al traguardo in una Red Bull Hare Scramble. 

Young è stato letteralmente tirato su a pochi metri dalla linea del traguardo mentre il quinto impavido pilota a terminare la gara è stato lo spagnolo Mario Roman che ha superato un grave infortunio al ginocchio scalando il Downtown senza il supporto dei colleghi, a soli 60 secondi dal "gong" finale.

Ho avuto un problema alla schiena quando sono caduto ed è scoppiato il radiatore, ma siamo riusciti a uscirne insieme - Jonny Walker

Dopo essere transitati sotto il traguardo, gli organizzatori della gara hanno giustamente dichiarato Gómez, Walker, Jarvis e Lettenbichler vincitori ex aequo e gli stessi rider sono stati unanimi nella valutazione del Red Bull Hare Scramble 2015 come il più duro di sempre.

Vuoi avere il mondo Red Bull sempre a portata di mano? Scarica l’app!

Red Bull Motorsports è su Facebook

IN QUESTA STORIA
Red Bull Hare Scramble
Leggi di più
Prossima Storia