Il Rally più veloce nella storia del Mondiale

8 cose che abbiamo imparato al Rally di Finlandia, dove Latvala ha stabilito un nuovo record
di Red Bull Team

Il padrone di casa Jari-Matti Latvala ha conquistato il suo terzo Rally di Finlandia e la 14esima gara in carriera, in quello che è diventato l'evento più veloce nella storia del Mondiale.

Il pilota finlandese ha costruito il suo vantaggio nella parte più famosa, a Ouninpohja, a circa metà del secondo giorno e senza mai guardarsi indietro come dimostrano le 10 prove speciali: "Oggi sono stato orgoglioso di essere un finlandese" ha detto "vincere il Rally di Finlandia fa sentire un po' come se avessi vinto mezzo campionato. Cosa potrebbe volere ancora un pilota che vince in casa?"

Il suo compagno di squadra, Sebastien Ogier, è rimasto in vetta alla classifica fino a metà gara ma poi non è più riuscito a dare del filo da torcere al finlandese, pensando soprattutto al campionato e a un terzo titolo consecutivo che si avvicina gara dopo gara.

Non c'è da vergognarsi di chiudere secondo dietro a Jari-Matti quando è in questa condizione

"Ha fatto un rally perfetto. Dal nostro punto di vista abbiamo fatto un buon lavoro e ho conquistato 21 punti vincendo anche la Power Stage. La situazione del campionato appare buona".

A completare il podio, staccata dalla coppia ufficiale Wolkswagen, è la Citroën di Mads Ostberg. Il norvegese ha messo le mani sul podio a causa del ritardo accumulato da Kris Meeke, uscito di strada sabato pomeriggio. Un destino che ha segnato la gara anche dell’ex pilota di F1, Robert Kubica.

Ecco le otto cose che abbiamo imparato quest'anno al Rally di Finlandia.

Il pilota della Volkswagen Jari-Matti Latvala festeggia insieme al compagno Sebastien Ogier il successo al Rally Finlandia 2015:
Latvala e Ogier festeggiano sul podio finlandese © Volkswagen Motorsport

1. Il Mondiale di Rally è sempre più veloce

Il Rally di Finlandia è stato l'evento più veloce nella storia del campionato del mondo, con Latvala che ha tagliato il traguardo a una velocità media di 125.44 km/h. Il padrone di casa ha frantumato il record precedente di 122.89 km/h, realizzato da un certo Sebastien Loeb nel Rally di Finlandia 2012.

Non solo: anche la Power Stage è stata la più veloce mai eseguita nella storia del WRC. Ogier ha vinto a una velocità media di 135.25 km/h in cerca di punti per il Mondiale. Sabato mattina, Ogier ha battuto il record nella speciale di Ouninpohja durante il primo passaggio. Nel pomeriggio, al secondo passaggio, Latvala ha limato 17 secondi al crono del campione del mondo. Incredibile.

Il pilota della Volkswagen Jari-Matti Latvala festeggia insieme al navigatore Miikka Anttila il successo al Rally Finlandia 2015:
Latvala e il navigatore Miikka Anttila esultano © Volkswagen Motorsport

2. Non esiste nessun posto come casa

La famiglia e gli amici di Latvala si sono trovati per incontrarlo alla fine della speciale di Myhinpaa. "Se c'è una speciale che volevo vincere era questa" ha detto Latvala. "Mi piacerebbe che ogni tappa fosse organizzata in Finlandia!". A causa dell’incidente del primo giorno del compagno di squadra Andreas Mikkelsen, Latvala è balzato di nuovo al secondo posto in campionato dietro Ogier.

Il pilota della Volkswagen Jari-Matti Latvala in azione al Rally Finlandia 2015
Latvala lanciatissimo verso il successo in casa © Volkswagen Motorsport

3. Meeke e quel record poco invidiabile

Kris Meeke torna a casa dalla Finlandia con un record poco invidiabile: tre incidenti su tre rally. Il pilota nord-irlandese della Citroën aveva in tasca un podio sicuro ma durante la speciale di sabato pomeriggio a Jukojarvi la sua DS3 WRC è finita contro una roccia compromettendo la gara. Ha affrontato a testa alta le recenti critiche dal suo capo, Yves Matton, e Meeke non è troppo turbato dall’ennesimo incidente:

Sono sempre stato sotto pressione e non ho mai avuto davanti un futuro stabile per più di sei o otto mesi. Stavolta non è diverso. Almeno ho ancora un sedile e un volante per mostrare quello che posso fare.

In effetti, l’unico successo della stagione non targato Volkswagen, in Argentina, l’ha firmato proprio lui.

Il campione del mondo di rally Sebastien Ogier in azione con la sua Volkswagen al Rally Finlandia 2015
Ogier regala l'ennesima doppietta a Volkswagen © Volkswagen Motorsport

4. Ouninpohja divide gli uomini dai ragazzi

E’ come se fosse il più grande giro del mondo sulle montagne russe, e i piloti trasudano una certa emozione quando parlano di queste leggendarie speciali: "Ho cercato di guidare in tutta sicurezza in cima ai salti ma non ho potuto fare a meno di spingere, è troppo divertente" ha detto Mads Ostberg.

Queste sono davvero le migliori speciali del mondo.

Ouninpohja è anche il luogo dove Latvala ha conquistato la vittoria di tappa numero 400 sabato ed era anche il nome del cavallo da corsa di Colin McRae. Presumibilmente perché il cavallo in questione era un grande saltatore.

Il pilota estone Ott Tänak della M-Sport chiude nella top five al Rally Finlandia 2015
Ott Tänak chiude nella top five in Finlandia © McKlein/M-Sport

5. M-Sport, puntare sui giovani sta pagando

Il team M-Sport è salito sul podio l'ultima volta in Polonia. Stavolta la Ford Fiesta britannica ha visto le giovani leve abbandonate dalla fortuna in Finlandia. Il primo giorno non è certo stato l’ideale: sia Ott Tanak che Elfyn Evans hanno colpito una roccia con un danneggiamento dell’ammortizzatore sulla vettura di Tanak e del braccio della sospensione su quella di Evans. Entrambi sono arrivati a fatica a fine giornata, ma poi hanno rimontato speciale dopo speciale con Tanak che, grazie a un ritmo impressionante, ha conquistato la quinta posizione finale.

"Tutto il merito a loro per aver portato le vetture fine il venerdì", ha detto il capo di M-Sport, Malcolm Wilson. "Senza i loro problemi, chissà dove avrebbero potuto finire".

6. I meccanici Hyundai sono i migliori nel loro campo

Quando si tratta di sistemare il metallo piegato, nessuno lo fa meglio di Hyundai. Ad aprire le danze è stato Thierry Neuville che si è schiantato durante lo shakedown anche se questo avrebbe potuto essere di buon auspicio, visto che ha fatto esattamente la stessa cosa prima di vincere il Rally di Germania lo scorso anno. Poi, per non farsi mancare nulla, Hayden Paddon ha completamente rovinato la sua i20 WRC nel pomeriggio di Sabato. Infine Dani Sordo è finito fuori strada sabato sera, perdendo cinque minuti con i meccanici che hanno dovuto arrangiare l'anteriore della sua auto.

Il pilota Mads Østberg porta la Citroën sul podio al Rally Finlandia 2015
Mads Østberg porta la Citroën sul podio © Citroën Racing Media

7. Le gare non sono finite finchè non si taglia il traguardo

Come recita il proverbio inglese “It ain't over till the fat lady sings”, le gare non sono finite finchè non si taglia il traguardo. Questo vecchio cliché ha trovato conferma ancora una volta nella classe WRC3, dove il francese Quentin Gilbert è stato braccato dall'idolo locale Henri Haapamäki. Gilbert ha iniziato l'ultimo giorno del Rally di Finlandia con un margine confortevole, che si è assottigliato sempre più quando Haapamäki ha ridotto il gap nella speciale di apertura. Il navigatore di Gilbert ha poi commesso un errore che è costata una penalità di 10 secondi e l’ultima speciale di 14 km è iniziata con soli due secondi e mezzo di vantaggio sui rivali. Alla fine l’hanno spuntata solo per mezzo secondo.

8. L’Australia potrebbe essere il Paese dei campioni

L’ascesa di Ogier e della Volkswagen in classifica potrebbe portarli al trionfo già in Australia, in programma tra due gare. Questo sulla carta. Prima di allora, la Volkswagen deve affrontare il Rally di Germania alla fine di agosto: una gara di casa molto sentita dal costruttore di Wolfsburg che lo scorso anno ha calato un tris leggendario. Ogier, con un vantaggio 89 punti su Latvala, potrebbe anche vincere il titolo davanti ai propri tifosi, nel Rally di Francia ad ottobre.

Vuoi avere il mondo Red Bull sempre a portata di mano? Scarica l’app!

Red Bull Motorsports è su Facebook 

Leggi di più
Prossima Storia