12 foto da brividi dallo Straight Rhythm 2015

I video sono spettacolari, ma a volte niente meglio di una foto cattura l'essenza di un momento
di Red Bull Team

Lo Straight Rhythm 2015 è stato un grande show, chiuso dal finale che molti sognavano: la vittoria di James Stewart, al suo rientro in pista dopo aver saltato tutta la stagione 2015.
Passata l'adrenalina, è tempo di mettersi comodi e rivivere con calma alcuni dei momenti più spettacolari in questa galleria di scatti sensazionali

Pro tip: usa le frecce sulla tastiera per scorrere le foto
Jessy Nelson e Austin Politelli, partenza a bomba
Jessy Nelson e Austin Politelli in gara al Red Bull Straight Rhythm 2015.
Jessy Nelson e Austin Politelli, partenza a bomba La partenza "a bomba", con i rider che si lanciano giù da un gate sopraelevato, è stato uno degli aspetti più curiosi dello SR 2015, molto apprezzato sia dai concorrenti che dagli spettatori. Qui Jessy Nelson e Austin Politelli impegnati in questo raro holeshot aereo. © Garth Milan/Red Bull Content Pool
Stewart e Roczen giù a bomba
Straight Rhythm 2015 - La partenza di James Stewart e Ken Roczen
Stewart e Roczen giù a bomba Stessa immagine, diversi protagonisti: la partenza a bomba di James Stewart e Ken Roczen, i due finalisti © Christian Pondella/Red Bull Content Pool
Il regno dello Scrub
Il regno dello Scrub Lo Straight Rhythm è il regno dello Scrub: controllare bene la moto sui salti, restare bassi per poter atterrare a riaprire il gas prima dell'avversario dà un vantaggio fondamentale. Qui all'opera due maestri come Ryan Dungey e Ken Roczen. © Chris Tedesco
Il maestro e l'allievo
Nick Schmidt vs. James Stewart - Straight Rhythm 2015
Il maestro e l'allievo Parlando di scrub, non si può non tornare da James Stewart. Qui impegnato nel round 1 contro Nick Schmidt, pilota privato messosi in luce quest'anno nella tappa di Anaheim I del campionato Supercross. A Schmidt il sorteggio poteva andare meglio, ma intanto potrà raccontare di aver sfidato il maestro © Garth Milan/Red Bull Content Pool
Non c'è tempo per riflettere
Ivan Tedesco e Josh Hansen al Red Bull Straight Rhythm 2015
Non c'è tempo per riflettere Il motocross non è lo sport più adatto per fermarsi a riflettere. Fugurarsi poi nel format dello Straight Rhythm, dove tutto si gioca in meno di 1 minuto. Allora facciamoli riflettere un po' noi, questi rider. Che nell'occasione sono Ivan Tedesco e Josh Hansen © Christian Pondella/Red Bull Content Pool
Roczen in forma smagliante
Ken Roczen in azione al Red Bull Straight Rhythm 2015
Roczen in forma smagliante Assente nel 2014, Ken Roczen è stato grande protagonista al Fairplex di Pomona. Reduce dall'operazione alla schiena, il tedesco ha messo in mostra tutto il suo talento e la sua velocità, arrendendosi solo in finale al Re del Ritmo, James Stewart © Garth Milan/Red Bull Content Pool
Malcolm Stewart vs. Jordan Smith
(L-R) Malcolm Stewart and Jordan Smith compete at Red Bull Straight Rhythm at Fairplex at Pomona in Pomona, California, USA on 10 October 2015.
Malcolm Stewart vs. Jordan Smith I compagni del team GEICO Honda Malcolm Stewart e Jordon Smith si sono affrontati nella semifinale della classe Lites. Smith è riuscito a tenere testa a Stewart, arrivandogli molto vicino ma subendo un 2-0 dal futuro campione © Garth Milan/Red Bull Content Pool
La semifinale tra Dungey e Stewart
(L-R) Ryan Dungey and James Stewart compete  at Red Bull Straight Rhythm at Fairplex at Pomona in Pomona, California, USA on 10 October 2015.
La semifinale tra Dungey e Stewart Ryan Dungey è stato il solo, in due anni di Straight Rhythm, a vincere almeno una manche contro James Stewart. E l'ha fatto pure in modo spettacolare, con una gran rimonta. Sconfitto nelle 2 successive manche da JS7, Ryan s'è consolato vincendo la finale per il terzo posto che l'ha portato sul podio © Garth Milan/Red Bull Content Pool
Cinque alto tra fenomeni
James Stewart (L) and Ryan Dungey (R) congratulate eachother at Red Bull Straight Rhythm at Fairplex at Pomona on 10th of October, 2015 in Pomona, CA USA.
Cinque alto tra fenomeni Quello tra Stewart e Dungey in semifinale è stato forse il duello più epico tra i tanti andati in scena a Pomona, sicuramente il più difficile per James, che in finale ha invece potuto sfruttare un errore di Roczen nella manche 2. Doveroso il saluto a fine gara tra i due fenomeni. © Chris Tedesco/Red Bull Content Pool
Lo sprint per il podio
Ryan Dungey contro Justin Brayton, finale terzo posto Red Bull Straight Rhythm 2015
Lo sprint per il podio Ed eccolo, Dungey, nella finale per il terzo posto contro Justin Brayton. Una faccenda che il campione Supercross 2015 ha sbrigato in fretta, prendendosi il suo meritato posto sul podio © Chris Tedesco/Red Bull Content Pool
L'Olimpo del MX Made in USA
Stewart, Roczen, Dungey - il Podio del Red Bull Straight Rhythm 2015
L'Olimpo del MX Made in USA Ed ecco il podio della classe Open. James Stewart, Ken Roczen e Ryan Dungey. Quanto di meglio il motocross americano può offrire oggi. © Chris Tedesco/Red Bull Content Pool
Nelson e Bisceglia volano alti
Jessy Nelson e Matt Bisceglia volano alti al Red Bull Straight Rhythm 2015
Nelson e Bisceglia volano alti Va bene scrubbare e stare bassi, ma ogni tanto anche volare alti, in sella a una moto da cross, non è male. Chiedere per conferma a Jessy Nelson e Matt Bisceglia, che decollano su uno dei salti tripli all'inizio del percorso © Christian Pondella/Red Bull Content Pool