Le 6 grandi novità sulla Peugeot 2008 DKR

Ecco i motivi per cui la belva del Leone può puntare a vincere la Dakar già al secondo tentativo
di Red Bull Team

Dopo un debutto un po’ in sordina alla Dakar 2015 (11esimo posto per Peterhansel, 34esimo di Despres oltre allo sfortunato ritiro di Sainz), gli ingegneri del Team Peugeot Total hanno ridisegnato la Peugeot 2008 DKR nel tentativo di conquistare il rally più duro del mondo, che scatta in Sudamerica il prossimo gennaio.

Il pilota di punta è sempre Monsieur Dakar Stéphane Peterhansel (11 volte vincitore) affiancato dalle stelle Carlos Sainz (due volte campione del mondo rally due volte ed ex vincitore della Dakar) e Cyril Despres (vincitore cinque volte della Dakar in moto). Insieme a loro quest’anno ci sarà anche la leggenda del rally Sébastien Loeb, nove volte campione WRC.

Al China Silk Road Rally Peterhansel e Despres hanno provato la nuova belva del Leone conquistando una splendida doppietta che ha certificato il primo successo della vettura in una competizione ufficiale. Dopo di loro, è toccato a Sainz e Loeb portare la 2008 DKR al Rally del Marocco. Solo un problema al motore ha fermato la corsa del veterano spagnolo verso la vittoria mentre la new entry francese, dopo qualche difficoltà iniziale, è riuscita a completare tutte le cinque tappe in programma.

In attesa di vedere le auto alla Dakar, siamo andati ad analizzare le sei principali migliorie sulla nuova Peugeot 2008 DKR16 rispetto alla vettura dello scorso anno.

1. Più potenza

Carlos Sainz con la PEUGEOT 2008 DKR16 durante i test a Erfoud, Marocco
PEUGEOT 2008 DKR16: più potente © Flavien Duhamel/Red Bull Content Pool

La vettura ha circa 350 cavalli, 10 in più rispetto allo scorso anno, sul V6 bi turbo Diesel da 2993 cc. Ma non è tutto. La cosa più importante è la curva di coppia migliore, il che significa che i piloti possono sfruttare gli 800 Nm (invariati rispetto al modello precedente) in modo costante lungo tutto l'arco di utilizzo. Come ha detto l’undici volte vincitore della Dakar Stéphane Peterhansel: "Abbiamo quasi troppa potenza ora ma è un bel problema da avere".

2. Nuove dimensioni

La PEUGEOT 2008 DKR16 si mostra nella nuova veste dopo l'esordio al Rally Dakar 2015
PEUGEOT 2008 DKR16: nuove misure © Flavien Duhamel/Red Bull Content Pool

La Peugeot si presenta più bassa e più cattiva quest'anno. Il telaio è più lungo e più largo, ma la novità più importante sono gli sbalzi più corti, che rendono più facile per la vettura saltare su e giù dagli ostacoli senza dover rimanere bloccati. Questo aspetto è fondamentale alla Dakar. L'altezza ridotta aiuta anche a ridurre la resistenza alle alte velocità. Per non parlare del look, che risulta ancor più accattivante.

3. Centro di gravità più basso

Carlos Sainz con la PEUGEOT 2008 DKR16 durante i test a Erfoud, Marocco
PEUGEOT 2008 DKR16: nuovo centro di gravità © Flavien Duhamel/Red Bull Content Pool

Questo è un altro aspetto collegato all'altezza ridotta: il centro di gravità è ora più basso. Gli ingegneri Peugeot hanno giocato sulla distribuzione dei pesi per rendere la macchina molto più stabile. Per ammissione dello stesso Stéphane Peterhansel: "Con la vecchia macchina, ci siamo ritrovati su due ruote abbastanza spesso. Ora la nuova vettura ti fa sentire molto più piantato a terra, e questo ti trasmette maggiore fiducia".

4. Sospensioni ridisegnate

Carlos Sainz con la PEUGEOT 2008 DKR16 durante i test a Erfoud, Marocco
PEUGEOT 2008 DKR16: nuove sospensioni © Flavien Duhamel/Red Bull Content Pool

Parlate con qualsiasi pilota della Dakar e vi dirà che le sospensioni sono il singolo elemento più importante per vincere la corsa. Con gli ammortizzatori che rimbalzano come molle fino a 12 ore al giorno, è una cosa che vien facile da credere. Gli ingegneri Peugeot hanno rielaborato le sospensioni per una guida ancora più compatibile con le situazioni estreme della corsa.

 

5. Più test

Per Peugeot, questo è ciò che farà la differenza più grande: "L'anno scorso, non eravamo preparati come avremmo voluto essere" ha detto il team principal Bruno Famin. "Questa volta, abbiamo fatto molti più chilometri di test e ci sentiamo molto più pronti." Dopo il risultato dello scorso anno, per il 2016 le aspettative sono molto più alte. "Mi sento abbastanza fiducioso" ha svelato Carlos Sainz. E per un tipo sobrio come Sainz Sr., significa che questa vettura è davvero molto speciale.

6. Ruote più leggere

Carlos Sainz con la PEUGEOT 2008 DKR16 durante i test a Erfoud, Marocco
PEUGEOT 2008 DKR16: ruote più leggere © Flavien Duhamel/Red Bull Content Pool

Nessuno dei meccanici vorrebbe mai cambiare una ruota su una vettura della Dakar perché una ruota convenzionale insieme al suo pneumatico pesa circa 50 kg, più o meno lo stesso peso del navigatore. Ora la 2008 DKR16 monta nuovi pneumatici più leggeri con cerchi in magnesio (prima erano in alluminio) forniti da Michelin che renderanno un eventuale cambio ruota più agevole.

Leggi di più
Prossima Storia