POV Video: La Cam-Battle dello Straight Rhythm

Tre video interattivi per rivivere nel modo più coinvolgente lo show del motocross tutto dritto
Dungey contro Stewart al Red Bull Straight Rhythm © Chris Tedesco/Red Bull Content Pool
di Red Bull Team

Se avete goduto davanti a redbull.tv nel guardare il Red Bull Straight Rhythm 2015, bene, sappiate che finora avete goduto solo a metà. Perché ora qui su redbull.com avete la possibilità non solo di saltare in sella alle moto dei rider in gara, col più classico dei POV powered by action cam. Ma anche, addirittura, di spostarvi da una moto all’altra, schicciando semplicemente il tasto B della vostra tastiera, e seguendo quindi da una visuale assolutamente privilegiata l’evoluzione delle 3 sfide più belle della Open Class. Di video in soggettiva ne avrete già visti a pacchi, ma come questo… Buona corsa, e tenete il dito pronto!

Semifinale: Ryan Dungey vs. James Stewart, Run 1

Dungey e Stewart si sono trovati contro in semifinale, dando vita alla battaglia più combattuta della giornata. Dungey fino a quel momento aveva fatto segnare i tempi più veloci sul mezzo miglio del percorso di Pomona, ma tutti sapevano che Stewart aveva ancora un paio di assi nella manica da giocarsi, in termini di linee e velocità. Pronostico dunque incertissimo, reso ancora più incerto dalla manche 1: Stewart infatti ha aggredito le whoops col suo classico galleggiamento a velocità supersonica, e sembrava dovesse finire lì. Dungey invece non si è arreso e in puro stile Dungey ha risposto subito dopo con una performance ancora più incredibile nella sezione degli altipiani, divorandoli e recuperando terreno fino a riuscire a mettere la sua ruota davanti sulla linea del traguardo. Infliggendo così a Stewart la sua prima sconfitta allo Straight Rhythm. Un duello ancora più incredibile da rivedere in soggettiva doppia.

Semifinale: Ryan Dungey vs. James Stewart, Run 3

Il successo di Stewart nella run 2 ha portato la semifinale allo spareggio decisivo. Roba da infarto, per i fans paralizzati sugli spalti in attesa del duello tra due dei crossisti più veloci del pianeta. Dungey ha fatto la sua gara pulita e solida, Stewart però è stato esplosivo come al soltio sulle Whoops e, avendo imparato la lezione della Run 1 ha continuato a spingere senza lasciare un centimetro a Dungey nell’ultima sezione del percorso, guadagnandosi così l’accesso alla finale.

Finale: James Stewart vs. Ken Roczen, Run 1

La finale della Classe Open ha messo Bubba Stewart di fronte a Ken Roczen, e questo già lo sapete. Sapete anche, probabilmente, come è andata, ma ancora non l’avete vista così, questa finale. Se volete viverla tutta in testa, partite dalla moto di Roczen, che all’inizio sembra prendere un certo vantaggio, e poi saltate sulla sella di Stewart, che ha costruito la sua rimonta dalla cosiddetta schiena del dragone, il salto che immetteva sull whoops. Lì, ancora una volta, JS7 è stato un proiettile, e ha preso un vantaggio che Roczen non è più riuscito a colmare. Un successo decisivo per permettere a Stewart, grazie anche a un errore di Roczen nelle fasi iniziali della run 2, di confermarsi Re del Ritmo anche nel 2015.

IN QUESTA STORIA
Red Bull Straight Rhythm
Leggi di più
Prossima Storia