La Dakar 2016 in foto

Il racconto del Rally Raid più duro al mondo attraverso le immagini più spettacolari e suggestive
di Red Bull Team

Una foto al giorno (ma se serve anche qualcuna in più, mica siamo bacchettoni) per raccontare l'edizione 2016 del Rally Raid più duro e famoso del mondo. Segui le imprese dei foilli impegnati a sfidare gli impossibili terreni del Sud America, in una delle edizioni più attese e imperdibili degl ultimi anni.

E se non ti basta, sulla pagina evento della Dakar 2016 trovi approfondimenti, storie, curiosità, infografiche e tante altre immagini per vivere da vicino questo leggendario appuntamento del motorsport. Buona corsa.

TAPPA 13: Villa Carlos Paz - Rosario

Sono 700 km, di cui però "solo" 180 di speciale: praticamente poco più che una passerella finale, se confrontata con tutto quello che s'è visto prima. I leader di classifica, forti di un vantaggio nei fatti incolmabile, inseriscono il cruise control evitando qualunque rischio. Mentre anche nelll'unica classe ancora aperta, quella dei quad, si assiste a poco più che una gita dei due fratelli argentini.

Si chiude così una Dakar accompagnata come sempre da lutti e polemiche, ma anche dal consueto show di colpi di scena e ribaltoni che hanno continuamente rimesso in disccusione gerarchie e valori. Almeno a livello di piloti, perché per quanto riguarda i mezzi i verdetti sono inconfutabili: Peugeot dopo un solo anno di apprendistato ha messo in strada una belva inattaccabile da tutti gli altri, mentre tra le moto l'addio di Coma non ha impedito a KTM di continuare a dominare. Per tutti gli alri, la rivincita tra un anno.

Classifica Generale Auto - Top 10
1. Stéphane Peterhansel (FRA), Peugeot, 45h 22m 10s
2. Nasser Al-Attiyah (QAT), Mini, +34m 58s
3. Giniel de Villiers (RSA), Toyota, +1h 2m 47s
4. Mikko Hirvonen (FIN), Mini, +1h 5m 18s
5. Leeroy Poulter (RSA), Toyota, +1h 30m 43s
6. Nani Roma (ESP), Mini, +1h 41m 6s
7. Cyril Despres (FRA), Peugeot, +1h 49m 4s
8. Vladimir Vasilyev (RUS), Toyota, +2h 1m 45s
9. Sébastien Loeb (FRA), Peugeot, +2h 22m 9s
10. Harry Hunt (GBR), Mini, +3h 11m 30s

Classifica Generale Moto - Top 10
1. Toby Price (AUS), KTM, 48h 9m 15s
2. Stefan Svitko (SVK), KTM, +39m 41s
3. Pablo Quintanilla (CHI), Husqvarna, +48m 48s
4. Kevin Benavides (ARG), Honda, +54m 47s
5. Helder Rodrigues (POR), Yamaha, +55m 44s
6. Adrien van Beveren (FRA), Yamaha, +1h 46m 29s
7. Antoine Méo (FRA), KTM, +1h 56m 47s
8. Gerard Farres Guell (ESP), KTM, +2h 1m
9. Ricky Brabec (USA), Honda, +2h 11m 27s
10. Armand Monleon (ESP), KTM, +3h 27m 49s

Classifica Generale Quad - Top 10
1. Marcos Patronelli (ARG), Yamaha, 58h 47m 41s
2. Alejandro Patronelli (ARG), Yamaha, +5m 23s
3. Brian Baragwanath (RSA), Yamaha, +1h 41m 53s
4. Sergei Karyakin (RUS), Yamaha, +1h 44m 25s
5. Jeremias Gonzalez Ferioli (ARG), Yamaha, +2h m 8s
6. Walter Nosiglia (BOL), Honda, +4h 26m 10s
7. Alexis Hernandez (PER), Yamaha, +6h 33m 44s
8. Sebastian Palma (CHI), Yamaha, +8h 15m 33s
9. Santiago Hansen (ARG), Honda, +8h 41m 23s
10. Camelia Liparoti (FRA), Yamaha, +10h 41m 7s

Classifica Generale Camion - Top 3
1. Gerard de Rooy (NED), IVECO, 44h 42m 3s
2. Ayrat Mardeev (RUS), KAMAZ, +1h 10m 27s
3. Federico Villagra (ARG), IVECO, +1h 40m 55s
4. Hans Stacey (NED), MAN, +2h 23m 1s
5. Ton van Genugten (NED), IVECO, +2h 30m 59s
6. Pascal de Baar (NED), RENAULT, +3h 4m 7s
7. Eduard Nikolaev (RUS), KAMAZ, +3h 39m 23s
8. Jaroslav Valtr (CZE), TATRA, +3h 54m 30s
9. Pieter Versluis (NED), MAN, +3h 57m 52s
10. Artur Ardavichus (KAZ), TATRA, +5h 1m 6s
 

Pro tip: usa le frecce sulla tastiera per scorrere le foto
Giorno 15: E fanno 12
Stéphane Peterhansel festeggia la vittoria alla Dakar 2016
Giorno 15: E fanno 12 Sempre più Mister Dakar. Stéphane Peterhansel uguaglia in auto il numero di vittorie ottenuto in moto: 6 e 6, uguale 12, record assoluto che difficilmente potrà essere battuto. La festa Peugeot, che on vinceva il rally dal 1990, è completata dal successo di Loeb nell'ultima tappa davanti alle 2 Mini © Flavien Duhamel/Red Bull Content Pool
Giorno 15: Price alla prima
La passarella di Toby Price all'arrivo della Dakar 2016
Giorno 15: Price alla prima Per un veterano di 50 anni che festeggia l'ennesimo successo, c'è un ragazzo australiano di 28 che al secondo tentativo conquista la sua prima Dakar. Continua così il dominio KTM, che piazza anche al 2' posto il privatista Sivtko. L'ultima tappa va all'Husqvarna di Quintanilla, ottimo 3' in generale © Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool
Giorno 15: La tripletta di Marcos
La passerella di Marcos Petronelli all'arrivo della Dakar 2016
Giorno 15: La tripletta di Marcos E poi c'è la via di mezzo: Marcos Petronelli, che dopo il ritiro nel 2015 torna alla vittoria, la 3' a seguire quelle del 2010 e 2013. Nella tappa finale si limita a controllare il fratello Alejandro, unico rivale, che a sua volta non sembra molto ansioso di scatenare una guerra fratricida © Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool
Giorno 14: Non solo Loeb
Giorno 14: Non solo Loeb Tutti presi da Loeb, ci si è un po' dimenticati dell'altro grande ex del WRC che s'è lanciato nell'avventura Dakar. Coronando un grande raid, Mikko Hirvonen vince su Mini la sua prima tappa davanti al compagno Al-Attiyah. Peugeot controlla senza rischiare per proteggere il primo posto di Peterhansel © Dakar.com
Giorno 14: Kamaz si arrende
Ayrat Mardeev Stage 12 Dakar 2016
Giorno 14: Kamaz si arrende Dopo 3 successi consecutivi, per il team Kamaz sembra arrivato il momento di abdicare. Fallito l'assalto nelle 3 tappe del trittico infernale, nella Stage 12 i russi non riescono neanche ad abbozzare un attacco. Tappa a Versluis, mentre l'Iveco di De Rooy rosicchia altri minuti a Mardeev © Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool
Giorno 14: Oh no, Meo!
Helder Rodrigues in azione nella tappa 12 alla Dakar 2016
Giorno 14: Oh no, Meo! Dal podio alla polvere, è un attimo alla Dakar. Lo impara anche il rookie Antoine Meo: 1' nella Stage 13 e provvisoriamente sul podio, il francese cade a 20 km dal traguardo e perde un'eternità. La tappa va a Helder Rodrigues che regala la prima gioia a Yamaha, mentre Price controlla tranquillo. © Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool
Giorno 13: Vola Meo, esce Gonçalves
Seconda vittoria di tappe per il rookie Anoine Meo
Giorno 13: Vola Meo, esce Gonçalves Con la seconda vittoria di tappa, dopo un lungo duello con Price e Quintanilla, Antoine Meo conquista per la prima volta il podio della generale. Se questo è un rookie, facile prevedere che ne sentiremo parlare molto alle prossime Dakar. Brutto incidente invece per Gonçalves, costretto al ritiro © Flavien Duhamel/Red Bull Content Pool
Giorno 12: Riecco Peterhansel
Stéphane Peterhansel insegue Ton van Genugten nella Stage 10 del Dakar Rally 2016
Giorno 12: Riecco Peterhansel Giornata dolce-amara per il team Peugeot, che piazza un'altra doppietta con Peterhansel e Despres (terza la Mini di Vasilyev), col primo che, nonostante qualche problema ("all'inizio ci siam persi e abbiamo girato a vuoto per 15 minuti"), riprende la testa della generale. E l'amaro? Chiedere a Sainz © Flavien Duhamel/Red Bull Content Pool
Giorno 12: Addio Matador
Dakar 2016 Carlos Sainz Stage 10
Giorno 12: Addio Matador Lo spagnolo prima fora, poi sbatte contro un masso nascosto. Diagnosi impietosa: rottura del cambio. Inutile il rimorchio al bivacco, l'unica opzione è il ritiro. Tra le vittime delle dune anche Al-Attiyah, che recupera 1 posizione in generale ma si ritrova a 1h da Peterhansel © DPPI / Red Bull Content Pool
Giorno 12: Una questione di famiglia
Marcos Petronelli leader tra i quad dopo la Tappa 10 della Dakar 2016
Giorno 12: Una questione di famiglia Tra le moto è il giorno del primo successo di Svitko, che recupera però solo 5 minuti a un Price ormai in modalità controllo. I quad invece continuano a essere un affare privato dei 2 fratelli Marcos e Alejandro Petronelli, divisi in generale da un margine davvero ridotto. La tappa va a Baragwanath © Flavien Duhamel/Red Bull Content Pool
Giorno 11: Arriba Carlos
Carlos Sainz vince la Tappa 9 e conquista la testa della classifica
Giorno 11: Arriba Carlos Carlos Sainz si mangia sabbia, dune e avversari, vince la Tappa 9 e conquista di prepotenza la testa della generale, per la prima volta dall'inizio del Raid. Il podio di giornata regala finalmente qualche novità, con le due mini di Erik van Loon e Mikko Hirvonen a scortare lo spagnolo. © DPPI / Red Bull Content Pool
Giorno 11: I leoni nella sabbia
Ancora problemi per Loeb nella Stage 9
Giorno 11: I leoni nella sabbia Due mini sul podio di giornata, è la prima volta nel 2016. Segno che la Peugeot, Sainz a parte, vive il suo giorno più difficile. Due forature e due insabbiamenti per Peterhansel, 7' al traguardo, mentre Loeb (in foto) si pianta 4 volte e deve cambiare l'albero di trasmissione. Ora è a 2 h da Sainz © Frederic Le Floc'h / DPPI / Red Bull Content Pool
Giorno 11: Un uomo solo al comando
Toby Price allunga ulteriormente in classifica dopo la vittoria nella tappa 9
Giorno 11: Un uomo solo al comando Tra le moto Toby Price mette una seria ipoteca sul successo finale: nuova vittoria di tappa nel giorno in cui Gonçalves buca il radiatore e si salva da un sicuro ritiro solo grazie all'accorciamento della tappa. Gran giornata per i due rookie Brabec, 2', e Meo, 3' e ora in Top 5 nella generale © Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool
Giorno 10: Il ribaltone
La Peugoet 2008 DKR di Loeb a testa in giù dopo l'incidente nella tappa 8
Giorno 10: Il ribaltone Un guado, una traccia non ideale, la ruota che colpisce un masso non visto. Un volo pazzesco, la Peugeot 2008DKR, in quel momento 2' nella tappa, finisce ruote all'aria. Riesce a ripartire, ma prenderà al tragurado oltre 1 ora. Finiscono così i sogni di gloria di Sebastién Loeb alla Dakar 2016. © Red Bull Content Pool
Giorno 10: Arriva la Mini
Nasser Al-Attiyah nella Stage 8 del Dakar Rally 2016 in Belen, Argentina
Giorno 10: Arriva la Mini Fuori Loeb (attardatosi già prima del crash per essersi insabbiato in una duna), la tappa vive del duello tra Sainz e Al-Attiyah, che riesce finalmente a spuntarla e interrompere il dominio Peugeot. Terzo è Peterhansel che torna leader nella generale, 4' un Despres mai così competitivo su 4 ruote. © Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool
Giorno 10: Price, missione compiuta
Toby Price Rally Dakar 2016 Stage 8
Giorno 10: Price, missione compiuta Altro successo di tappa per l'australiano, che completa così la rimonta iniziata più o meno alla Stage 5. Vince la tappa, recupera altri 5' a Paulo Gonçalves e gli strappa la leadership. Lotta comunque ancora apertissima tra i due, mentre giornata storta per Meo in difficoltà con la navigazione. © Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool
Giorno 9: Ma quale riposo
Dakar 2016, un meccanico del Team Kamaz al lavoro
Giorno 9: Ma quale riposo Giorno di riposo? Sarà, ma non ditelo ai meccanici. In particolare a quelli del team Kamaz chiamati a mettere le mani su bestioni più grandi di casa vostra © Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool
Giorno 8: La prima di Sainz
Carlos Sainz corre verso la vittoria nella Stage 7 del Dakar Rally 2016
Giorno 8: La prima di Sainz Arriva finalmente il giorno di Carlos Sainz, che approfittando anche di guai al turbo della Peugeot di Loeb, e a dispetto di una foratura nelle fasi iniziali, conquista la sua prima tappa. Loeb è secondo e si consola recuperando la testa della generale ai danni di Peterhansel, 4' di giornata. © Flavien Duhamel/Red Bull Content Pool
Giorno 8: ... e la prima di Meo
Antoine Meo (FRA) del Red Bull KTM Factory Team in gara nella stage 07 del Rally Dakar 2016 da Uyuni, Bolivia a Salta, Argentin
Giorno 8: ... e la prima di Meo E arriva la prima volta, assoluta, anche per il rookie Antoine Meo, che con una tappa tutta d'attacco precede Benavides e Gonçcalves. Fuori dalla gara Barreda, la cui gara era già compromessa dal giorno prima, e pure Matthias Walkner, che in una grave caduta riporta la frattura del femore. Auguri! © Marcelo Maragni / Red Bull Content Pool
Giorno 8: Arrivano i russi
Ayrat Mardev e il suo camion Kamaz nella Stage 7
Giorno 8: Arrivano i russi Dopo una prima settimana difficile, i camion Kamaz stanno tornando. Eduard Nikolaev consuita il 2' successo di tappa in 3 giorni, davanti al campione uscente Mardeev, qui in azione, che per la prima volta porta il nome Kamaz nella Top 3 della generale. © Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool
Giorno 7: Cambio della guardia in casa Peugeot
Dakar 2016 - Stéphane Peterhansel nella Stage 6
Giorno 7: Cambio della guardia in casa Peugeot Ancora Peugeot sempre Peugeot, ma la tappa 6 è quella del sorpasso: Peterhansel approfitta di 2 forature di Loeb e con una gara perfetta rifila 8' al compagno di team, conquistando la testa della generale. Altra grande prova di Sainz, secondo, mentre perde molto Al-Attiyah, ora attardato di 15' © Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool
Giorno 7: Price alla riscossa, Barreda nel baratro
Dakar 2016 - Toby Price in azione nella Stage 6
Giorno 7: Price alla riscossa, Barreda nel baratro Nelle moto continua la rimonta dell'australiano Toby Price, al secondo successo consecutivo. Ma è soprattutto il giorno in cui si spengono i sogni di gloria di Joan Barreda: lo spagnolo accusa problemi al motore, viene trainato dal compagno italiano Paolo Ceci ma accusa comunque 5 ore di ritardo. © Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool
Giorno 7: Petronelli, una leadership di famiglia
Dakar rally 2016 - Il pilota di quad Marcos Patronelli in azione nella Stage 6 a Uyuni, Bolivia
Giorno 7: Petronelli, una leadership di famiglia Altro shock del giorno tra i quad: un violento crash dopo 370 km mentre era in testa costa a Ignacio Casale la frattura della clavicola e l'addio alla gara, che ora sembra nelle mani dei fratelli Marcos, vincitore di tappa, e Alejandro Petronelli, leader in generale. © Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool
Giorno 6: Ufficiale, Loeb ama la Dakar
Sebastien Loeb del team Peugeot Total in aazione nella Tappa 5 della Dakar 2016 a Jujuy, Argentina
Giorno 6: Ufficiale, Loeb ama la Dakar Tre vittore su 5 tappe: tra Loeb e la Dakar è davvero amore a prima vista. Ed è ancora trionfo per la Peugeot che piazza la seconda tripletta di seguito. La classifica generale è ora tutta nel segno del Leone, che lamenta solo i guai di Despres che accumula 1 ora di ritardo per problemi elettrici © Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool
Giorno 6: Riscatto Kamaz
Eduard Nikolaev del Team Kamaz in azione nella Tappa 5 della Dakar 2016
Giorno 6: Riscatto Kamaz Quando il terreno si fa duro, i russi iniziano a giocare. Dopo un inizio difficile sui sentieri battuti dei primi giorni, il fondo ben più accidentato della tappa di transito tra Argentina e Bolivia ridà vigore ai camion del Team Kamaz, che con Nikolaev coglie il primo successo del 2016 © Flavien Duhamel/Red Bull Content Pool
Giorno 5: Peterhansel guida la tripletta Peugeot
Stéphane Peterhansel in azione nella Tappa 4 del Dakar Rally 2016
Giorno 5: Peterhansel guida la tripletta Peugeot Vince la Peugeot, ma non Loeb, che dopo i 2 successi consecutivi deve "accontentarsi" del terzo posto, dietro a Peterhansel e Sainz. L'altra news del giorno è il crollo di De Villiers che prende oltre 8 minuti e scende dal 2' al 6' posto in classifica © Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool
Giorno 5: Barreda va veloce... troppo
Il pilota Honda Joan Barreda affronta la Stage 4 del Dakar Rally 2016
Giorno 5: Barreda va veloce... troppo Nuova inutile vittoria di tappa per Barreda. Lo spagnolo è stato ancora il più veloce, ma proprio per eccesso di velocità ha rimediato un'altra penalizzazione. E quindi, successo di tappa e testa della classifica al suo compagno Goncalves, davanti al sorprendente rookie argentino Benavides © Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool
Giorno 4: Ancora Seb, e si vede anche Sainz
Il piltoa del Team Peugeot Total Carlos Sainz nella Tappa 3 del Rally Dakar 2016
Giorno 4: Ancora Seb, e si vede anche Sainz Seconda vittoria di tappa consecutiva per Sébastien Loeb, e seconda doppietta per il team Peugeot Total: sul traguardo di Jujuay il francese precede di quasi 1'30 Carlos Sainz, qui in azione. Si rivede anche la Mini di Nasser Al-Attiyah, terza. Ma Loeb fa davvero sul serio. © Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool
Giorno 4: Barreda penalizzato, primo podio per Meo
Antoine Meo nella tappa 3 del Rally Dakar 2016
Giorno 4: Barreda penalizzato, primo podio per Meo Succede di tutto tra le moto. Barreda vince la tappa ma prende 1 minuto di penalità e retrocede al 5' posto. Successo di giornata all'esordiente Benavides, davanti a Goncalves e a un altro rookie, Antoine Meo, qui in azione. Giornanta nera per Price, che prende oltre 5 minuti. © Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool
Giorno 3: Subito Seb!
Sebastien Loeb nella Tappa 2 della Dakar 2016
Giorno 3: Subito Seb! Vincere al debutto: la prerogativa dei grandi. Come Sébastien Loeb, che infatti s'impone nella prima tappa regolarmente svoltasi di questa Dakar, da Villa Carlos Paz a Termas de Rio Hondo. Gran prova sua e della Peugeot 2008DKR, che piazza al 2' posto Stéphane Peterhansel. La strada, però, è lunga. © Flavien Duhamel/Red Bull Content Pool
Giorno 3: Kamaz in difficoltà
Ayrat Mardeev del Team Kamaz in azione nel giorno 2 della Dakar Rally 2016
Giorno 3: Kamaz in difficoltà Detto dello spettacolo nelle moto, con il serrato duello tra Toby Price e Ruben Faria vinto dal primo (nuovo leader di categoria) per soli 20'', va segnalata tra i camion la difficoltà del team Kamaz, con il campione uscente Ayrat Mardeev solo ottavo. Ma i russi sono abituati alle rimonte... © Flavien Duhamel/Red Bull Content Pool
Tappa 1: Vince El Niño
Dakar 2016 Mohamed Abu Issa
Tappa 1: Vince El Niño Il pilota di quad Mohamed Abu Issa alle prese con le terribili condizioni meteo che hanno sconvolto il via della Dakar 2016. I violenti temporali hanno portato alla cancellazione della Stage 1, per motivi di sicurezza. I concorrenti hanno raggiunto via autostrada Villa Carlos Paz per la Stage 2 © Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool
Prologo: Ho fatto splash
Joan Barreda of Team HRC races during prologue stage of Rally Dakar 2016
Prologo: Ho fatto splash Il pilota del team HRC Joan Barreda corre sull'acqua durante il prologo del Rally Dakar 2016. Lo spagnolo, tra i grandi favoriti nella classe moto, ha cominciato nel migliore dei modi questa edizione, vincendo il prologo davanti a Ruben Faria © Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool
Allacciate le cinture, si parte
Allacciate le cinture, si parte Il campione in carica, Nasser Al-Attiyah dell'Axion X-Raid Team, si prepara a difendere la sua corona nel Rally Raid che, dopo il prologo del 2, prende ufficialmente il via il 3 gennaio. Il Qatariota va a caccia del terzo successo dopo quelli del 2011 e 2015 © Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool
1 gennaio: La quiete prima della tempesta
Il Team Peugeto Total alla vigilia del Rally Dakar 2016  a Buenos Aires
1 gennaio: La quiete prima della tempesta Ultime frenetiche ore di lavoro per i meccanici del Team Peugeot Total, impegnati a sistemare gli ultimi dettagli sulle Peugeot 2008 DKR16. Quattro le macchine in gara quest'anno per il marchio francese, l'ultima delle quali affidata all'esordiente Sébastien Loeb © Flavien Duhamel/Red Bull Content Pool