Una "tranquilla" giornata tipo alla Dakar

S'inizia prima dell'alba e si finisce col buio: un giorno alla Dakar riassunto in infografica
La Peugeot di Stéphane Peterhansel © Flavien Duhamel/Red Bull Content Pool
di Red Bull Team

Un giorno alla Dakar, anche un solo giorno, è un’esperienza davvero unica. Faticoso, spossante, estenuante, massacrante, sono sempre presenti nella lista di aggettivi usati per descrivere ciò che i piloti e i loro team sono chiamati ad affrontare al Rally Raid inventato da Thierry Sabine nel 1979. Ma cosa vuol dire tutto questo, tradotto nella quotidianità delle giornate (una quindicina circa) in cui si articola la corsa?

Jordi Viladoms al bivacco del Rally Dakar 2015
Pausa pranzo al bivacco della Dakar © Red Bull Content Pool

Non si tratta solo di pigiare sull’acceleratore e calibrare la bussola, bisogna anche preoccuparsi di tutte le operazioni preparatorie all’inizio e alla fine di ogni tappa, della manutenzione meccanica e del trasferimento di tutto l’equipaggiamento e l’attrezzatura, della preparazione del roadbook per la giornata successiva...
Giornate quindi densissime, che iniziano di solito alle 5 del mattino (con lo smontaggio della tenda, roba che a noi basterebbe quello per sentirci esausti) e finiscono alle 22.30 di sera, e che abbiamo cercato di riassumere in dettaglio, ora per ora, in questa infografica...

IN QUESTA STORIA
Dakar Rally 2016
Leggi di più
Prossima Storia