Vip in Trip: 8 concorrenti famosi alla Dakar

Attori, principesse e piloti di F1: la Hall of Fame dei vip che hanno ceduto al fascino del Rally
di Red Bull Team

Il Rally Dakar è come un’amante che non ti perdona alcun errore, ma a dispetto di questa sua consolidata reputazione nella sua storia ha attratto sempre nuovi partecipanti, desiderosi di mettere alla prova le loro capacità di sopportazione.
Tra questi anche personaggi famosi in altri campi e per altri motivi, che non hanno saputo resistere al fascino di questa sfida, senza magari essere esattamente preparati. Abbiamo raccolto qui 8 dei più celebri.

Johnny Hallyday

Il più famoso crooner francese, l’Elvis ossigenato d’oltralpe, prese parte alla Dakar nel 2002, assistito come co-pilota dall’esperto René Metge.
La coppia chiuse con un rispettabile 49’ posto, e il deserto lasciò un ricordo indelebile nel cuore di Jean-Philippe Smet, vero nome di Hallyday. Al di là del piazzamento, celebri anche le sue dichiarazioni alla Tv francese al termine di una tappa in cui era rimasto attardato: “Se non avessi perso un’ora e un quarto lungo il tragitto, sarei arrivato qui circa un’ora e 15 minuti fa”, precisò. Puro Hallyday.

Johnny Hallyday al via del Dakar Rally 2002
Johnny Hallyday, Dakar 2002 © Getty Images

Principe Alberto di Monaco

Un tipo davvero sportivo, Alberto. Non solo ha gareggiato alle Olimpiadi Invernali nel bob per ben quattro volte, ma ha anche partecipato a due edizioni della Dakar, nel 1985 e 1986, al volante di un Mitsubishi Pajero. In tutte e due le occasioni, si ritirò nello stesso giorno, il 13 gennaio, e più o meno nello stesso punto della corsa. “Decisi di non riprovarci più” disse poi “era come se qualcuno stesse cercando di dirmi qualcosa. Ma è stata comunque un’esperienza grandiosa, un’avventura davvero intensa”.

Principessa Carolina di Monaco

Per non essere da meno del suo fratellino, anche la Principessa Carolina fu in gara alla Dakar 1985, su un camion da 15 tonnellate, per navigare al fianco di suo marito Stefano Casiraghi.
Il suo rally finì più o meno come quello del fratello, con un ritiro, quando il camion si rovesciò su un fianco in Algeria durante il quinto giorno, riportando troppi danni per poter continuare la corsa.

Carolina e Stefano Casiraghi in tenuta Dakar

Jacques Lafitte

Nulla di cui vergognarsi, per la Principessa. A nomi più famosi del motorsport è andata peggio. Esempio, Jacques Laffite, uno capace di vincere 6 GP di F1 in carriera. Prese parte con una Porsche all’edizione 1988, ma abbandonò dopo solo 4 tappe. Solo uno dei tanti piloti di Formula 1 che tentarono, di solito con poca fortuna, l’avventura africana: tra gli altri, Jochen Mass, Jabouille, Regazzoni, Tambay (terzo nel 1988) e il nostro Alessandro Caffi, oltre ovviamente a Jacky Ickx, vincitore nel 1983.

Jacques Lafitte sulla Porsche 953 alla Dakar 1988
Jacques Lafitte sulla Porsche 953 alla Dakar 1988

Renato Pozzetto

Il più famoso tra i vip italiani è il comico milanese, che vanta addirittura un 5’ posto nella categoria camion ottenuto nel 1987 al fianco dell’esperto Giacomo Vismara, pilota che in altri edizioni fu assistito da Ambrogio Fogar. Ancora oggi, se gli chiedeste cosa ne pensa di quell’avventura, probabilmente risponderebbe come rispose qualche anno fa: “La Dakar e' una gara talmente lontana dalla realtà e dalla logica da non poter essere giudicata”.

Claude Brasseur

Un’altra star francese, celebre anche all’estero non tanto per i diversi premi César vinti quanto per essere stato il padre di Sophie Marceau nel Tempo delle Mele. Meno noto il fatto che sia anche figlioccio di Ernest Hemingway. Ma per quel che ci interessa il fatto più degno di nota, trattandosi di un co-pilota per hobby, è che è l’unico di questa lista ad aver vinto la Dakar, nel 1983 con Jacky Ickx. Un’edizione che tra l’altro è rimasta nella storia come una delle più dure proprio sotto l’aspetto della navigazione, con ben 40 equipaggi che si persero nel deserto del Tenerè. La scoperta di questo sorprendente talento non convinse però Brasseur a cambiar carriera, tant’è che oggi a 79 anni continua a recitare.
 

Mark Thatcher

Il figlio playboy di Margaret fu protagonista di una delle avventure più tumultuose nella storia della Dakar, quando scomparve nel deserto del Sahara insieme alla sua co-pilota Anne-Charlotte Werney e al team dei meccanici per 6 giorni, durante la Dakar 1982. La sua sparizione spinse la celebre madre a chiamare immediatamente Algeri, una missione di ricerca e soccorso su larga scala fu subito attivata, fino a quando Thatcher e la sua squadra vennere ritrovati sani e salvi dall’esercito algerino, a 70 km dal percorso di gara.

Mark Thatcher
Mark Thatcher con i genitori © Getty Images/Red Bull Content Pool

Paul Belmondo

Figlio della star galattica Jean-Paul, Paul Alexandre Belmondo non ha corso solo alla Dakar, ma anche in F1, pur senza grande successo. Un pilota automobilistico a tutti gli effetti, insomma, rimasto a lungo nell’ambiente anche in veste di proprietario del team Paul Belmondo Racing che partecipò a diverse edizioni della 24 Ore di Le Mans. Oggi si dedica prevalentemente all’attività di attore. Il francese ha preso parte al Rally Raid in 5 occasioni, sempre alla guida di una Nissan, arrivando alla fine solo due volte. E in fondo, la notorietà maggiore, cognome a parte, la raggiunse quando si fidanzò con la principessa Stéphanie di Monaco.

Paul Belmondo e Guy Leneveu della Nissan
Paul Belmondo e Guy Leneveu della Nissan © Getty Images/Red Bull Content Pool
IN QUESTA STORIA
Dakar Rally 2016
Leggi di più
Prossima Storia