MXGP Thailandia: Febvre show, ma Cairoli è tornato

Il francese della Yamaha fa doppietta, TC222 coglie il podio in gara-1 e rimonta in gara-2
Il pilota francese della Yamaha Romain Febvre ha dominato la seconda tappa iridata di MXGP sul tracciato di Suphan Buri, Thailandia
Romain Febvre, doppietta in Thailandia © Yamaha Racing
di Red Bull Team

Ci voleva il grande caldo della Thailandia per il primo trionfo stagionale di Romain Febvre che ha dominato la seconda tappa iridata di MXGP sul tracciato di Suphan Buri. La temperatura di oltre 40 gradi e l'umidità elevata hanno messo a dura prova tutti i piloti del Mondiale ma il campione in carica ha dimostrato di avere ancora qualcosa in più degli altri.

Il francese della Yamaha ha tagliato il traguado della seconda manche distrutto dalle condizioni atmosferiche dopo che nella prima aveva messo a segno una bella rimonta. Dietro di lui in gara-1 un ottimo Tony Cairoli che ha visto sfumare il podio solo per un guasto tecnico al via della seconda manche. Il messinese ha comunque concluso al quinto posto fornendo una prestazione molto incoraggiante per quel che riguarda il prosieguo della stagione.

In gara-1 l’holeshot è del sorprendente giapponese Kei Yamamoto (Honda) ma Cairoli lo tallona e alla fine del primo giro è già al comando. Febvre si libera di Ben Townley, poi caduto, e di Tim Gajser, vincitore a sorpresa della prima gara in Qatar, e si fionda all’inseguimento di TC222. Cairoli firma il giro più veloce della gara con 1.40.126 all’ottavo passaggio ma la costanza premia il francese che al 13° giro passa in testa chiudendo con 3 secondi di vantaggio su Cairoli e quasi 6 su Gajser.

Cairoli parte benissimo anche in gara-2 ma stavolta deve fare I conti con la sfortuna: la sua KTM lo tradisce alla prima curva spegnendosi e il pilota di Patti deve ripartire dalla coda del gruppo. La rimonta c’è ma non va oltre il 12esimo posto. Davanti strada spianata per Febvre che completa la doppietta con 6 secondi di vantaggio su Townley che riscatta ampiamente la caduta della prima manche e 8 su Maximilian Nagl (tredicesimo complessivo), ancora una volta rimandato insieme a Gautier Paulin, Tommy Searle, rispettivamente settimo e decimo.

Gajser cede la tabella rossa a Febvre mentre Cairoli, quinto in classifica a 28 punti dalla vetta, può essere ampiamente soddisfatto dopo la gara fisicamente più provante dell’anno. L’ottimo ritmo, con tanto di giro record, è un segnale che gli acciacchi sembrano ormai superati e, senza la sfortuna in gara-2, TC222 si sarebbe giocato almeno il podio.

Portiamo a casa una buona esperienza e punti importanti in ottica classifica.

Tony Cairoli

"Dopo aver sofferto un po’ nelle prove cronometrate, sono riuscito a fare una buona partenza e a qualificarmi terzo - ha detto TC222 - . Nella prima manche ho chiuso con un bel secondo posto lottando per la vittoria durante tutta la gara, dopo essere stato in testa per più di metà tempo; è stato importante, perché mi aiuta a ritrovare un buon feeling con le posizioni di vertice. In gara-2 ho fatto ancora una partenza da manuale ma questa volta un problema tecnico mi ha frenato. Questa è una pista dove partire davanti è fondamentale, purtroppo cose del genere non si possono prevedere. Portiamo a casa comunque una buona esperienza, che ci servirà più avanti e punti importanti in ottica classifica". 

Prossima gara il GP d'Europa a Valkenswaard, il 28 marzo.

Motocross Thailandia 2016, i risultati completi

IN QUESTA STORIA
Antonio Cairoli
Leggi di più
Prossima Storia