Video: Tris di Jarvis al Red Bull Hare Scramble

Graham Jarvis domina l’Ezbergrodeo scrivendo il suo nome della storia della competizione
© Sebastian Marko/Red Bull Content Pool
di Red Bull Team

Il Red Bull Hare Scramble 2016 si chiude ancora una volta nel segno di Graham Jarvis che coglie il suo terzo successo nella competizione. Una vittoria netta e meritata con un margine di oltre mezz’ora sul secondo classificato, lo statunitense Cody Webb che ha chiuso a 33 minuti dal rivale britannico.

Dimenticatevi l’arrivo in massa dello scorso anno, quando i piloti avevno dovuto aiutarsi a vicenda per tagliare il traguardo (qui i dettagli). Stavolta Jarvis ha fatto saltare il banco dopo pochi chilometri, nonostante la partenza dalla seconda fila. Il pilota inglese ha condotto una gara magistrale, completando il percorso di oltre 30 chilometri in poco meno di 2 ore e 20 minuti. Nella prima parte di gara ha recuperato terreno nei confronti di tutti coloro che lo precedevano e nella seconda parte è letteralmente andato in fuga superando in scioltezza tutte le insidie della gara, prima di transitare in solitaria sotto la bandiera a scacchi.

"E' fantastico! Non riesco a crederci. Ho fatto una buona partenza e il resto è arrivato strada facendo. Ci ho messo la testa e mi sono rilassato. E' stato un grande lavoro di squadra".

Un'esperienza incredibile, questo è l'evento numero uno al mondo e quello che volevo vincere.

Graham Jarvis

Mentre Jarvis si involava verso il successo, Cody Webb raggiungeva Alfredo Gómez a Lazy Noon, il penultimo checkpoint delle 25 tappe di un percorso estenuante, caratterizzato da una salita particolarmente difficile. Ogni pilota ha dovuto effettuare più tentativi prima di conquistare la cima e Webb è stato più rapido di Gómez che comunque ha portato la sua KTM al terzo posto completando il podio. Con un tempo limite di quattro ore, diversi concorrenti hanno dovuto lanciare il cuore oltre l’ostacolo per riuscire ad arrivare al traguardo.

© Actiongraphers

Lo spagnolo Mario Roman ha conquistato un meritato quarto posto davanti al giovane britannico Billy Bolt che ha fatto di Lazy Noon il suo tesoro superando a razzo la salita e chiudendo quinto. Il 18enne inglese è stato una delle rivelazioni di questa edizione. Wade Young e Paul Bolton hanno avuto la meglio sul cinque volte vincitore Taddy Blazusiak, che nonostante una leva del freno rotta e una frizione danneggiata è riuscito comunque a chiudere il Red Bull Hare Scramble 2016 entro il tempo limite. Il tedesco Philipp Scholz, nono, è stato l’ultimo ad arrivare al traguardo. Ulteriore conferma, se mai ce ne fosse ancora bisogno, che il temibile "Gigante di Ferro" non perdona.

Red Bull Hare Scramble 2016, l'ordine d'arrivo

1. Graham Jarvis (GBR) 2h18m47s
2. Cody Webb (USA) + 33m07s
3. Alfredo Gómez (ESP) + 36m02s
4. Mario Roman (ESP) + 58m19s
5. Billy Bolt (GBR) + 1h08m46s
6. Wade Young (RSA) + 1h12m28s
7. Paul Bolton (GBR) + 1h19m35s
8. Taddy Blazusiak (POL) + 1h23m08s
9. Philipp Scholz (DEU) + 1h37m24s

Leggi di più
Prossima Storia