Anthem

Il primo video di gameplay di Anthem è fantastico

© EA/Bioware

Bioware ed EA potrebbero avere tra le mani un nuovo Destiny

Annunciato nel lontano 2014, di Anthem siamo riusciti a vedere qualcosa soltanto durante l'E3 di quest'anno, dove EA e Bioware hanno finalmente mostrato il gioco in azione, senza sequenze altamente cinematografiche: solo puro e semplice gameplay. Si tratta di 20 minuti, che ci hanno però costretto a cancellare qualsiasi appuntamento per il 22 febbraio 2019, la data di uscita di questo attesissimo action/RPG per PC, PS4 e Xbox One. Anthem rappresenta un nuovo corso, nuova vita per la leggendaria software house, che ci ha regalato pietre miliari del genere GdR (Baldur's Gate, Neverwinter Nights, Star Wars: Knights of the Old Republic), ma che non sta passando un bel periodo, soprattutto dopo il mezzo passo falso di Mass Effect Andromeda (che è tutto fuorché un brutto gioco a nostro parere, ma questa è un'altra storia). 
Un nuovo mondo, vasto e affascinante, selvaggio, dalla natura che richiama l'era primitiva della nostra Terra. Ma questo è un luogo diverso, un mondo lasciato a metà dai suoi stessi creatori, dèi chiamati “Shapers”, in cui razze e fazioni si sfidano per armi, ricchezze, e quello stesso potere usato per plasmare il pianeta. Noi faremo parte degli Specialisti, e potremo affrontare missioni di ogni genere sia in solitaria sia in compagnia di altri 3 giocatori (amici o sconosciuti), e oltre alle classiche armi avremo a disposizione le potentissime tute meccaniche viste fin dal primissimo annuncio di Anthem. Si chiamano “Strali”, e ci offriranno speciali abilità (che cambiano in base alla “classe” scelta, tra quelle più offensive e quelle di supporto), oltre a numerosi opzioni di crescita e personalizzazione. E un jetpack, forse tra gli elementi più interessanti del gioco, con cui potremo esplorare ogni anfratto di un mondo verticale, salendo sulla cima di montagne e canyon, o scendendo nelle profondità degli abissi, a caccia di tesori o di scorciatoie verso il nostro obiettivo. Date un'occhiata al video qui sotto per capire a cosa è dovuto il nostro entusiasmo.
Tonnellate di nemici, boss giganteschi, luoghi affascinanti e carichi di mistero in cui sono ancora presenti le tracce del passaggio di esseri superiori e apparentemente invincibili: cosa è successo a quelle divinità? E come potrà essere sfruttato quel loro immenso potere? Le risposte le avremo a partire dal prossimo febbraio. Tra premesse, speculazioni e speranze, e la sua grafica semplicemente pazzesca, non possiamo che desiderare ancora più dettagli su Anthem, e di metterci su le mani il prima possibile.