MTB

L'Italia protagonista ai Campionati del mondo MTB di Leogang 2020

© Bartek Wolinski
Scopri come sono andate a finire le sfide iridate di cross-country e downhill di questa stagione atipica e ricca di sorprese
Di Giulia De MaioPubblicato il

Campionato del Mondo Downhill

I migliori discesisti al mondo hanno dovuto vedersela con solchi profondi, condizioni insidiose e tantissimo fango. La forte pioggia caduta nella notte ha trasformato la pista di Leogang in una ripida e scivolosa discesa, che ha messo la prova l'abilità di guida dei contendenti alla maglia iridata.
Le difficili condizioni del terreno, martoriato dalla pioggia, hanno reso il campionato del mondo di quest'anno memorabile. Il numero di scivolate e cadute ne è una prova lampante, già arrivare in fondo in sella è stata una grande sfida, farlo il più velocemente possibile ha premiato i rider più abili e coraggiosi. Leogang è stato senz'altro uno dei campionati del mondo più complicati mai visti.
Guarda le run vincenti del Campionato del Mondo MTB 2020:

Finale femminile

La DH femminile di Leogang 2020.
In azione nella palude
L'austriaca Vali Höll, si sarebbe presentata al via della finale con il miglior tempo di qualifica, se non che cadendo durante le prove del mattino si è infortunata la caviglia dovendo dire addio ai sogni di gloria nel mondiale "di casa".
Il salto più alto del mondiale DH di Leogang 2020.
Il grande salto costato caro a Vali Höll
La sezione nel bosco, ribattezzata "rodeo", è quella in cui la gara è stata vinta e persa. I solchi profondi riducevano qualsiasi velocità con cui si provava ad affrontarla, intrappolando le ruote dei ciclisti e, in alcuni casi, facendoli cadere malamente.
Anna Newkirk cade durante la DH mondiale
Una scena comune al mondiale di Leogang 2020
L'azzura Eleonora Farina, per esempio, è stata costretta a fermarsi perché la sua ruota anteriore era così incrostata di fango che non voleva più saperne di girare. Scena comune, così come i capitomboli che hanno avuto per protagoniste parecchie sue colleghe.
Myriam Nicole nella DH mondiale di Leogang 2020.
La campionessa uscente Myriam Nicole scende full gas
La campionessa uscente Myriam Nicole ha scelto di scendere a tutta birra. Aggressiva fin dal pronti-via, la francese ha disputato una buona prima parte, ma anche lei è stata tratta in inganno dalla difficile sezione boschiva. Nonostante ciò è riuscita a sedersi sull'hot seat segnando il miglior tempo provvisorio.
Tahnee Seagrave al mondiale DH di Leogang 2020.
Seagrave è stata velocissima nella prima parte
La britannica Tahnée Seagrave è stata velocissima nella prima parte, ma ha perso il controllo del suo mezzo nel tratto più insidioso. Rimontata in sella, è caduta nuovamente perdendo tutto il vantaggio che aveva accumulato. L'11° posto al traguardo le lascia un po' l'amaro in bocca, ma la rassicura. Gli infortuni degli ultimi due anni sono ormai alle spalle, Thanée è di nuovo della partita.
Camille Balanche al mondiale di DH di Leogang 2020.
Camille Balanche è stata l'unica donna a non cadere
La svizzera Camille Balanche, che arriva dall'hockey, è stata l'unica donna a non cadere. Al terzo anno in questa disciplina, è riuscita a laurearsi Campionessa del mondo Downhill. Per la Svizzera rappresenta una bella e inattesa sorpresa.
Tracey Hannah al mondiale DH di Leogang 2020.
L'ultima atleta in gara è stata Tracey Hannah
Al contrario di Nicole, Balanche ha corso in modo più prudente, riuscendo a superare indenne la zona nel bosco, costata caro a tutte le altre ragazze in gara. Mantenendo la sua compostezza e il suo slancio, ha tagliato il traguardo più veloce di tre secondi rispetto alla campionessa del 2019, che questa volta si è dovuta accontentare della medaglia d'argento.
Il podio della DH femminile di Leogang 2020 - Myriam Nicole, Camille Balanche, Monika Hrastnik.
Myriam Nicole, Camille Balanche e Monika Hrastnik
"L'obiettivo principale era arrivare in fondo senza schiantarsi. Ho deciso di prendere la linea sicura e non avere troppa fretta, questa scelta ha pagato. Mi ci vorrà del tempo per capire cosa è appena successo" ha raccontato a caldo la nuova numero 1 al mondo della DH.
Monika Hrastnik al mondiale DH di Leogang 2020.
Bronzo per la slovena Monika Hrastnik
Monika Hrastnik ha lottato con i denti nei tratti più scivolosi, mantenendo l'equilibrio e un ritmo abbastanza alto da assicurarsi la medaglia di bronzo, che sarà una grande spinta per la slovena, ora che la Coppa del Mondo è pronta a far tappa a Maribor, casa sua, il prossimo fine settimana.
MedagliaAtletaTempo
OroCamille Balanche (CHE)5m 8.426s
ArgentoMyriam Nicole (FRA)+3.130s
BronzoMonika Hrastnik (SLO)+16.966s

Finale maschile

Come per la finale femminile, anche in quella maschile la sezione dei boschi paludosi ha decretato vinti e vincitori. Il tedesco Johannes Fischbach è stato seduto a lungo sull'hot seat, finchè il suo tempo è stato migliorato dall'australiano Jack Moir.
Chiunque avesse attaccato l'area boschiva e fosse riuscito a rimanere sulla propria bici sarebbe stato ricompensato con un buon tempo. Il britannico Reece Wilson ha incarnato quell'approccio al meglio. Ha scelto la linea più veloce riuscendo a mantenere i piedi sui pedali e il suo slancio, tagliando il traguardo sette secondi più veloce di Moir. Dopo di lui sarebbe scesi altri 31 atleti, ma nessuno è riuscito a far vacillare il primato del britannico.
Bernard Kerr con una prestazione notevole ha colto la seconda piazza, dalla quale ha potuto osservare i corridori che lo seguivano finire a terra o fuori rotta. Aaron Gwin è stato uno di questi, l'americano ha chiuso solo 26°. Prima della sezione rodeo erano stati più veloci di Wilson il francese Thibault Daprela e il ceco Jure Žabjek, ma anche per loro il bosco è stato fatale. Alla fine hanno completato il podio l'austriaco David Trummer e il francese Rémi Thirion.
Sulla carta gli ultimi partenti avevano tutte le carte in regola per far meglio di Wilson, invece campioni affermati come Loris Vergier, Greg Minnaar, Danny Hart, Troy Brosnan e il tre volte iridato Loïc Bruni non hanno apprezzato il fango di Leogang e non sono riusciti ad esprimersi ai livelli a cui ci hanno abituato.
Solo quando il campione uscente Bruni ha tagliato il traguardo con un tempo superiore al suo, Wilson si è reso conto di avere realizzato il suo più grande sogno. "Non ci credo. Ho lavorato così tanto per arrivare a questo giorno" ha commentato il nuovo campione del mondo.
MedagliaAtletaTempo
OroReece Wilson (GBR)3m 51.243s
ArgentoDavid Trummer (AUT)3m 54.440s
BronzoRémi Thirion (FRA)3m 57.196s
Conclusa la rassegna iridata, la UCI Downhill World Cup è pronta ad iniziare. In questa stagione atipica Maribor, Slovenia, ospiterà un doppio round tutto da vivere. Venerdì 16 ottobre e domenica 18 ci aspettano altre discese spettacolari, prima di spostarci per il gran finale in Portogallo, dove altre due gare consecutive concluderanno il 2020 agonistico.

Campionato del mondo cross-country

Salite ripide, discese tecniche cariche di radici e un percorso solcato di fango hanno reso il Campionato del mondo XCO di Leogang uno dei più difficili che ricordiamo. Il tracciato è stato costruito appositamente per questo evento e comprendeva due salite principali e una discesa, forse più adatta per la DH che per un cross country. Il maltempo del week end ha fatto il resto.
Guardiamo il percorso mettendoci a ruota di Emily Batty:
MTB · 2 min
La prova percorso XCO di Leogang con Emily Batty

Finale femminile

Emily Batty al mondiale di Leogang 2020.
La gara mondiale XCO femminile
La campionessa in carica Pauline Ferrand-Prévot ha fatto capire fin dal primo giro di voler mantenere sulle sue spalle la maglia iridata.
Pauline Ferrand-Prévot sorride al via del mondiale di Leogang 2020.
La campionessa in carica Pauline Ferrand-Prévot
La britannica Evie Richards, motivata dalle due vittorie nello short track di Nové Město, non è riuscita a tenere il passo della francese. Come lei, tutte le altre pretendenti al successo.
Evie Richards al mondiale di Leogang 2020.
Evie Richards è partita forte
L'australiana Rebecca McConnell, seconda alle spalle della scatenata francese, pagava già 56" alla fine della prima tornata.
Rebecca McConnel al via del mondiale di Leogang 2020.
Rebecca McConnell ha difeso i colori dell'Australia
L'esperta francese ha fatto gara a sè. Già plurititolata in diverse discipline, ha fatto valere tutta la sua classe e forza.
Applausi più che meritato per Ferrand-Prévot che taglia la linea del traguardo a braccia alzate con 3' sulle immediate rivali, assicurandosi il tuo terzo titolo mondiale di cross country.
Pauline Ferrand-Prévot vince il mondiale XCO di  Leogang 2020.
Ferrand-Prévot si conferma la numero 1 al mondo
Il percorso ha favorito le scalatrici come l'ucraina Yana Belomoina, ma la discesa è stata ancora più selettiva della salita. Tante le cadute, che hanno tagliato fuori dai giochi alcune delle atlete più attese. Lei compresa, che dopo essere finita a terra, ha dovuto perdere parecchio tempo ai box per problemi alla sella.
Yana Belomoina al mondiale di Leogang 2020.
Caduta e problemi alla sella per Belomoina
La battaglia per il bronzo sembrava una questione a due tra la svizzera Sina Frei, abile in discesa, e la nostra Eva Lechner, più forte in salita. In realtà l'azzurra è riuscita a staccare la rivale e a mettere nel mirino la McConnell, che ha pedalato in solitaria per gran parte della gara. L'esperta altoatesina si è quindi riportata sull'australiana nel corso dell'ultimo giro ed è riuscita persino a batterla in volata, regalandosi a 35 anni la medaglia più preziosa di una lunga e ricca carriera che non sembra aver fine.
La volata tra Lechner e McConnell al mondiale di Leogang 2020.
Al fotofinish Eva Lechner è d'argento
Quinto posto per la giovane scozzese Isla Short, dietro alla Frei ma davanti alla superstar svizzera Jolanda Neff, ammalata e fuori dai giochi a Nove Mesto, quindi a Leogang ancora non nel pieno delle forze.
Ferrand-Prévot ha commentato così la sua prova: “Volevo partire bene per riuscire ad affrontare davanti salite e discese che ci aspettavano, che in gruppo sarebbero risultate ancora più difficili. Non mi aspettavo un gap così grande. Il mio piano era semplicemente di non correre rischi, mantenere la calma e guidare a un buon ritmo”. Ci è riuscita, eccome.
PosizioneAtletaNazionaleTempoMedaglia
1.Pauline Ferrand-PrévotFrancia1h 27m 33sOro
2.Eva LechnerItalia1h 30m 34sArgento
3.Rebecca McConnellAustralia1h 30m 34sBronzo

Finale maschile

Era prevista pioggia per la gara maschile, ma fortunatamente le nuvole scure non si sono aperte sulla testa dei migliori biker al mondo che si sono contesi il titolo su un tracciato già molto esigente e bagnato. I favoriti pre-gara Henrique Avancini e Nino Schurter, con quest'ultimo alla ricerca di quello che sarebbe stato il suo nono titolo, sono partiti dalla prima fila di questa gara di sei giri.
Henrique Avancini al via del mondiale di Leogang 2020.
Avancini fresco di vittoria in Coppa del Mondo
Il mondiale per loro però non è iniziato bene. Il brasiliano ha colpito il manubrio di un altro pilota nella mass start, mentre lo svizzero si è toccato con un altro atleta in gara, rischiando di cadere già alla prima curva.
Henrique Avancini al mondiale di Leogang 2020.
Avancini in rimonta dopo una pessima partenza
L'olandese Milan Vader è partito "a tutta", staccando i francesi Titouan Carod e Jordan Sarrou, ma ben presto è stato ripreso e saltato dai due corridori d'oltralpe.
Jordan Sarrou al mondiale di Leogang 2020.
Sarrou in azione
Nel corso della seconda tornata Sarrou riesce a fare la differenza e a prendere il largo. Nessuno riuscirà più a riprenderlo. Alle sue spalle Vader, in gara per l'argento, ha dovuto arrendersi dopo due cadute.
Milan Vader al mondiale di Leogang 2020.
Vader cade in discesa
Da dietro intanto arrivavano un pimpante Luca Braidot, lo svizzero Mathias Flückiger, Carod e Avancini. Mentre l'8 volte campione del mondo Schurter era ormai tagliato fuori dalla top ten.
Braidot a ruota di Avancini a Leogang 2020.
Il quartetto all'inseguimento di Vader
Durante il quarto giro Flückiger riusciva a distanziare i rivali, dimostrandosi il più abile nei tratti in discesa. Avancini pagava invece l'alto ritmo ed era costretto a rallentare così come Braidot, frenato da una foratura. La sfida per le medaglie restava una questione tra lo svizzero e Carod.
Nel finale Flückiger ha attaccato il francese in una delle ultime ascese in programma riuscendo ad assicurarsi la medaglia d'argento a 45" da Sarrou e davanti a Carod, che coglie il bronzo. Medaglia di legno per Luca Braidot, che si ferma ai piedi del podio, ma con la consapevolezza di essere ormai stabilmente tra i migliori al mondo.
Jordan Sarrou vince il mondiale UCI XCO di Leogang 2020.
Un giorno indimenticabile per Sarrou
Sarrou, che è anche Campione Nazionale Francese, incredulo e felice ha commentato: “Ero davvero concentrato sulla mia gara. Non riesco a credere di essere Campione del Mondo. Se sto sognando, non svegliatemi”.
Il podio mondiale XCO di Leogang 2020.
Grande prova della Francia
PosizioneAtletaNazionaleTempoMedaglia
1.Jordan SarrouFrancia1h 25m 37sOro
2.Mathias FlückigerSvizzera1h 26m 22sArgento
3.Titouan CarodFrancia1h 26m 32sBronzo
Se la Francia si è dimostrata dominatrice incontrastata di questi mondiali con 4 medaglie d'oro e due di bronzo, l'Italia è stata a suo modo protagonista e torna a casa con due argenti preziosi, quello dell'eterna Eva Lechner e quello conquistato dalla squadra azzurra nel Team Relay.
Conclusi i mondiali, lo spettacolo continua con la Coppa del Mondo di DH. La doppia tappa di Maribor, con commento italiano su Red Bull TV, è già dietro l'angolo in questa annata particolare, nella quale ogni gara che si riesce a disputare vale come una medaglia d'oro.