Stephane Peterhansel conquista la sua 14^ Dakar© Flavien Duhamel
Rally Raid
Peterhansel conquista il suo 14° successo alla Dakar, Sunderland chiude 3°
Si è conclusa dopo oltre 4.500 km cronometrati la 43^ edizione della Dakar: la Stage 12 ha ricondotto uomini e mezzi fin sul traguardo di Jeddah, lì dove tutto era iniziato lo scorso 3 gennaio
Di Stefano Nicoli
Pubblicato il
Parte di questa storia

Dakar Rally 2021

1 Stagione · 15 episodi
Sono andati in scena sui sabbiosi 225 km cronometrati che hanno portato da Yanbu a Jeddah gli ultimi spasmi della Dakar 2021, un’edizione che protagonisti, addetti ai lavori e appassionati non riusciranno certo a dimenticare facilmente. L’Arabia Saudita, al suo secondo anno nel ruolo di paese ospitante, ha saputo stupire ancora una volta: scenari mozzafiato, passaggi impervi in un percorso irto di insidie, condizioni estreme che una volta di più hanno permesso di ricordare al mondo che cosa significhi e che cosa sia la Dakar. Sul traguardo di Jeddah, la stessa città da cui tutto ha avuto inizio ormai quasi due settimane fa, si sono vissuti i momenti conclusivi della 43^ edizione del Rally Raid più famoso del mondo: guarda gli highlights della Stage 12 cliccando sul video oppure scorri in basso per leggere il report completo.

Highlights Stage 12

Rally Raid · 22 min
Dakar Daily – Stage 12

MOTO

Sam Sunderland chiude 3° tra le moto
Sam Sunderland chiude 3° tra le moto
Ricky Brabec vince, ma non basta. Potrebbe essere riassunta così, optando per un’estrema sintesi, la dodicesima e ultima giornata di gara per quanto riguarda le due ruote. Lo statunitense, infatti, transita sì per primo sul traguardo di Jeddah, ma non riesce a colmare del tutto il distacco che lo separava in classifica generale da Kevin Benavides, 2° all’arrivo ma vincitore della Dakar 2021.
L’argentino della Honda è stato autore di una gara pressoché perfetta, e la Casa Alata ha di che gioire per questa doppietta: mai, nella storia della Dakar, al marchio giapponese era infatti riuscita una simile impresa. KTM si accontenta quest’anno del solido 3° posto centrato da Sum Sunderland, che per poco non si rendeva protagonista di un’impresa che avrebbe avuto del clamoroso: il britannico era infatti quasi riuscito ad agguantare la vetta della classifica assoluta al termine della Stage 11, salvo poi perdere quest’oggi minuti preziosi nel momento in cui ha dovuto fare da apripista. La Casa di Mattighofen riesce comunque a sorridere per la prestazione eccezionale di Daniel Sanders, rookie delle meraviglie in questa Dakar e 4° assoluto davanti alla moto gemella di Skyler Howes: in un’edizione che ha visto finire anticipatamente fuori dai giochi tanto Matthias Walkner che Toby Price, il marchio austriaco può permettersi di pensare con un discreto ottimismo alle prossime Dakar.
6° assoluto termina Lorenzo Santolino, che precede un Pablo Quintanilla piuttosto sottotono dopo un’edizione 2020 vissuta da assoluto protagonista e Stefan Svitko, mentre grazie alle peripezie altrui risale la china fino alla 9^ piazza Matthias Walkner: l’austriaco avrà molti rimpianti al termine di questa Dakar, dato che il ritmo messo in mostra una volta lasciatosi alle spalle il problema alla frizione dei primissimi giorni era ampiamente sufficiente per rimanere a contatto con i migliori.
Classifica “Moto” dopo la Stage 12:
  1. Kevin Benavides (ARG) 47h 18m 14s
  2. Ricky Brabec (USA) +04m 56s
  3. Sam Sunderland (GBR) +15m 57s
  4. Daniel Sanders (AUS) +38m 52s
  5. Skyler Howes (USA) +52m 33s

AUTO

Stephane Peterhansel conquista la sua 14^ Dakar
Stephane Peterhansel conquista la sua 14^ Dakar
Per contare i suoi successi assoluti alla Dakar non erano più sufficienti entrambe le mani da diversi anni, ma ora dieci dita rischiano di sembrare poche anche quando si vogliano elencare le sole vittorie conquistate a bordo di un’auto. Stephane Peterhansel vince, vince ancora, vince per la 14^ volta della sua straordinaria – e forse irripetibile – carriera il Rally Raid più famoso del mondo.
Lo fa gestendo, così come accaduto anche nel corso della Stage 12 che lo vede transitare sul traguardo di Jeddah alle spalle di Carlos Sainz (1° di giornata) e Nasser Al-Attiyah, unico vero rivale del francese in questo 2021 al quale però non è mai riuscito di sopravanzare “Mr. Dakar” nella classifica generale. Se dunque Peterhansel, Al-Attiyah e Sainz si confermano i monopolizzatori del podio della Dakar, ai piedi di quello stesso podio si è messo con merito Jakub Przygonski: la Toyota Hilux del polacco è infatti 4^ assoluta, davanti al buggy Hunter di un Nani Roma che può comunque essere soddisfatto della sua gara. Attorno al da poco nato progetto del team Bahrain Raid Xtreme c’era molta curiosità, e fatti salvi gli inevitabili inghippi di gioventù (accanitisi però soprattutto sul ritirato Sebastien Loeb), l’accattivante veicolo a due ruote motrici sembra essere frutto di un progetto nato bene.
Buona è poi anche la Dakar della mai doma Peugeot 3008 DKR di Khalid Al Qassimi, 6° al traguardo, così come è assolutamente di rilievo la prestazione di Vladimir Vasilyev, 7° con la sua Mini Countryman ALL4. A completare la top ten assoluta, infine, provvedono Giniel De Villiers, Martin Prokop e Cyril Despres, anche lui alle prese con la vecchia Peugeot 3008 DKR.
Classifica “Auto” dopo la Stage 12:
  1. Stephane Peterhansel (FRA) 44h 27m 11s
  2. Nasser Al-Attiyah (QAT) +14m 51s
  3. Carlos Sainz (ESP) +01h 01m 57s
  4. Jakub Przygonski (POL) +02h 36m 03s
  5. Nani Roma (ESP) +03h 22m 48s

CAMION

Dmitry Sotnikov domina tra i camion
Dmitry Sotnikov domina tra i camion
Parlando dei camion, si chiude con la vittoria di Martin Macik e del suo Iveco l’ultima Speciale di questa Dakar 2021. Il ceco è riuscito ancora una volta ad avere la meglio sull’armata KAMAZ, armata KAMAZ che comunque anche in questa ultima Stage piazza due dei propri mastodonti sul podio grazie ad Anton Shibalov e Dmitry Sotnikov.
E’ proprio quest’ultimo però a poter festeggiare nel senso più pieno del termine, perché l’equipaggio del KAMAZ #507 bissa il successo dello scorso anno e lo fa al termine di una Dakar in cui non è stato sbagliato letteralmente nulla. Il ritmo costantemente veloce di Sotnikov ha saputo tenere sempre a debita distanza i suoi due compagni di marca (Anton Shibalov e Airat Mardeev), con il podio assoluto che viene quindi letteralmente monopolizzato dallo squadrone russo.
Primo degli altri è il comunque ottimo Martin Macik, l’unico a tentare con una certa persistenza di mettere i bastoni tra le ruote agli uomini KAMAZ, mentre al 5° posto si conferma Ales Loprais: il ceco ha avuto un rendimento calante nella seconda settimana di gara, e non è dunque riuscito a resistere agli assalti del connazionale per la conquista di un posto ai piedi del podio. Buona è anche la prova di Aliaskei Vishneuski – 6° assoluto –, mentre si conclude con una 9^ posizione la prima Dakar tra i camion di Ignacio Casale: il cileno, dominatore lo scorso anno tra i quad, ha dimostrato di potere ben figurare anche alla guida dei camion ed è dunque più che lecito aspettarselo al via in questa categoria anche nel 2022.
Classifica “Camion” dopo la Stage 12:
  1. Dmitry Sotnikov (RUS) 48h 23m 21s
  2. Anton Shibalov (RUS) +39m 38s
  3. Airat Mardeev (RUS) +01h 14m 35s
  4. Martin Macik (CZE) +01h 45m 51s
  5. Ales Loprais (CZE) +02h 00m 31s

QUAD

A poco o nulla è servita la vittoria della Stage 12, a Pablo Copetti. Lo statunitense, nonostante la vittoria nella Speciale conclusiva della Dakar 2021, si conferma 3° assoluto alle spalle tanto di Manuel Andujar - vincitore tra i quad della 43^ edizione del Rally Raid più famoso del mondo – quanto di Giovanni Enrico, oggi 6° sul traguardo di Jeddah.
Andujar, la cui vita è stata semplificata dalle improvvise defezioni dei suoi più agguerriti avversari, negli ultimi 225 km cronometrati si è dovuto solamente preoccupare di non sprecare i 29’ di margine accumulati progressivamente sul poco più sopra citato cileno. Una volta capito che Enrico era incappato nelle difficoltà di navigazione che qualunque apripista ha dovuto affrontare, per Andujar la Stage 12 si è trasformata (per quanto possibile) in una vera e propria passerella trionfale. Kamil Wisniewski e Tomas Kubiena completano infine la top five assoluta, nella quale spiccano le assenza di protagonisti assoluti come Nicolas Cavigliasso, Alexandre Giroud e Italo Pedemonte: tutti piloti a cui la Dakar, prima o dopo, ha giocato un brutto scherzo in questa edizione 2021.
Classifica “Quad” dopo la Stage 12:
  1. Manuel Andujar (ARG) 60h 31m 04s
  2. Giovanni Enrico (CHL) +33m 42s
  3. Pablo Copetti (USA) +03h 01m 11s
  4. Kamil Wisniewski (POL) +06h 50m 20s
  5. Tomas Kubiena (POL) +07h 12m 05s

SSV

Francisco Lopez Contardo trionfa tra i SSV
Francisco Lopez Contardo trionfa tra i SSV
Ha dovuto attendere fino all’ultima Speciale per iscriversi all’albo d’oro della Dakar 2021, ma alla fine Kris Meeke ce l’ha fatta. La vecchia conoscenza del WRC, alla sua prima esperienza tra i Side-by-Side, ha centrato il suo primo successo di tappa proprio all’ultima occasione utile, al termine di una gara che ne ha messo in mostra la buona velocità unita a un rendimento – purtroppo – confermatosi molto altalenante.
Chi invece nella Dakar 2021 ha sempre tenuto un ritmo indiavolato (soprattutto quando si è trattato di rimontare in maniera furibonda) è stato Francisco Lopez Contardo, 11° oggi in una Stage il cui risultato non cambia assolutamente la classifica generale: è infatti il cileno il vincitore tra gli SSV, con Austin Jones che deve accontentarsi di una 2^ posizione assoluta conquistata tra i rimpianti. Lo statunitense è sì finito davanti al polacco Aron Domzala, ma nelle Stage in cui Lopez Contardo era improvvisamente andato in difficoltà non ha saputo approfittare della situazione per costruirsi un vantaggio sui diretti avversari. 4° e 5° posto assoluto poi per Michal Goczal e Reinaldo Varela, mentre si chiude con una 18^ posizione finale la prima Dakar di Seth Quintero: il giovanissimo rookie californiano, punta di diamante del Red Bull Off Road Team USA, nonostante l’ottimo passo mostrato nella maggior parte delle Stage ha pagato caro l’inghippo tecnico in cui è incappato a metà della seconda settimana di gara. Quintero può però essere orgoglioso di questo risultato, che sicuramente gli infonderà fiducia in vista della prossima Dakar, che lo attenderà stavolta nelle vesti del protagonista.
Classifica “SSV” dopo la Stage 12:
  1. Francisco Lopez Contardo (CHL) 53h 41m 02s
  2. Austin Jones (USA) +16m 23s
  3. Aron Domzala (POL) +51m 53s
  4. Michal Goczal (POL) +01h 12m 58s
  5. Reinaldo Varela (BRA) +01h 27m 05s
Parte di questa storia

Dakar Rally 2021

1 Stagione · 15 episodi