Sergio Perez - RB18
© Codemasters/Electronic Arts
Games

Quello che dovete sapere su F1 22

La Formula Uno è in continua evoluzione e con lei anche i giochi che cercano di replicarne le sensazioni
Di Red Bull Team
5 minuti di letturaPubblicato il
L'inizio di una nuova estate significa anche l'avvicinamento dell'uscita di un nuovo videogioco di F1. Ogni anno il motore del gioco, proprio come quelli delle controparti reali, diventa sempre più sofisticato, più pulito e soprattutto più aggiornato alle statistiche fornite dallo sport vero e proprio.
F1 22 uscirà il 1 luglio, in concomitanza con il weekend di gara a Silverstone, assieme a dei cambiamenti sostanziali che faranno felici i fan della serie. Abbiamo parlato con il Senior Creative Director del gioco, Lee Mather, per scoprire cosa rende questo capitolo così speciale.
Mather lavora sui titoli F1 da oltre un decennio. Ha iniziato come designer per F1 2010, quando Codemasters non si dedicava ancora esclusivamente ai giochi di corse, per diventare Senior Creative Director con F1 22. "Le macchine sono ciò che amo di più" ha ammesso, "non riuscire ad entrare in uno dei team di Codemasters sarebbe stata una tortura per me".
Pierre Gasly - AT03
F1 22 Screenshot
Alcune delle novità che gli appassionati noteranno sicuramente quando accenderanno per la prima volta F1 22, riguardano i passi in avanti che sono stati fatti in diversi aspetti legati al gameplay. Sebbene le nuove feature siano importanti, alla fine è il gameplay di base che fa ritornare i fan ogni anno nel nuovo capitolo e Mather è sicuro che troveranno tutto ciò che cercano. "Abbiamo fatto dei cambiamenti all'esperienza sul tracciato, alla fisica dei movimenti e al feeling dei veicoli" ci ha assicurato. "È una nuova era per lo sport vero e proprio, quindi è una nuova era anche per il gioco".
Nel cercare di portare ai fan l'esperienza F1 definitiva, il team di Codemasters ha lavorato fedelmente ai cambiamenti apportati dal nuovo regolamento. "Ci siamo concentrati sul replicare le nuove regole imposte ai veicoli: adesso sono un po' più pesanti, l'aria viene generata più sotto che sopra al telaio, le ruote sono più grosse e con più massa".
Hanno anche cercato di migliorare il modello fisico utilizzato dalle sospensioni, e Mather sostiene che "chiunque abbia giocato i capitoli precedenti noterà sicuramente la differenza in gara". Molti di questi miglioramenti derivano da un'attenzione quasi maniacale al comportamento delle vere macchine da F1, convertita in una migliore risposta tattile delle situazioni. La tecnologia a loro disposizione è stata spremuta fino al limite, al punto che i giocatori adesso potranno sentire i livelli di grip degli pneumatici nelle diverse condizioni.
Oracle Red Bull Racing RB18 - F1 22
F1 22
Avendo lavorato sui titoli F1 per così tanto tempo, Mather pensa di essere la persona giusta per coniugare le esigenze dei fan di lunga data con l'esigenza di introdurre cose nuove ogni anno. Ed è proprio in questo aspetto che i dettagli di F1 22 si fanno interessanti.
"Ci siamo concentrati su tre aspetti principali di una gara di Formula Uno" ci ha spiegato. "La partenza, i giri di ricognizione e i pit stop". Il team alla fine ha ideato una serie di varianti che permettono ai fan di scegliere quali modalità di gioco si adattano meglio al loro stile. La modalità Broadcast è perfetta per chi vuole un'esperienza più lineare, fatta di relax e visuali cinematografiche, con pit stop automatici e giri di ricognizione come in TV.
In alternativa, i giocatori possono richiedere di avere pieno controllo sui giri di ricognizione e, in una nuova modalità, guidare direttamente nei box e posizionare il veicolo come vogliono, in base alla strategia che vogliono adottare per la ripartenza. "Volevamo dare ai giocatori la possibilità di guidare nei box, ma c'è un tempismo che bisogna imparare e bisogna anche lavorare in sinergia col team". Per esempio, se avete trascurato l'allenamento con la crew dei box, in gara i vostri meccanici potrebbero fare errori che andranno ad impattare sui risultati della gara.
I giocatori possono anche personalizzare la propria esperienza con la modalità F1 Life, introdotta per far sentire a casa i propri fan. "Si tratta di uno spazio completamente a disposizione del giocatore che non ha effetti tangibili sulla progressione. Qui potrete cambiare vestiti e impostare un luogo diverso a piacimento. Insomma, si tratta di uno spazio in cui riposarsi tra una gara e l'altra.
Assieme alle nuove regole, la nuova stagione F1 ha anche introdotto un nuovo circuito: il Miami International Autodrome, situato nell'Hard Rock Stadium dei Miami Gardens. Il team di F1 22 è molto orgoglioso del nuovo tracciato, perché è stato costruito utilizzando una montagna di dati, come foto in altissima risoluzione e progetti in CAD.
Il circuito oltretutto offre nuove sfide ai fan. "Le macchine di Formula Uno non sono adatte a quel tipo di curve, e questa è una buona notizia" ha ammesso Mather. "Ci sono circuiti che valorizzano le macchine in ogni loro aspetto e poi ci sono quelli che cercano di metterle in difficoltà, con movimenti aggressivi e cambi di dislivello repentini. Questo appartiene alla seconda categoria quindi penso sia molto divertente e interessante".
F1 uscirà su PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series S|X e PC il 28 giugno per la Champion Edition e il 1 luglio per l'edizione standard.