F1

Ferrari: via Vettel, arriva Sainz

© Media Ferrari
Dopo 6 anni finisce il rapporto tra Seb e Maranello, è ufficiale. Il prossimo compagno di Charles Leclerc sarà Carlos Sainz Jr
Di Giorgio TerruzziPubblicato il
Il rapporto tra la Ferrari e Sebastian Vettel finirà al termine di questa stagione, vale a dire alla scadenza del contratto che lega il tedesco a Maranello. La notizia è ufficiale, mentre la Ferrari si preparerebbe ad annunciare l’ingaggio di Carlos Sainz Jr, pilota McLaren, prossimo compagno di Charles Leclerc.
L’ipotesi che Vettel potesse chiudere la sua lunga relazione con il Cavallino circolava da tempo, così come le voci che puntavano su una riconferma, come auspicato dallo stesso Vettel e da Leclerc in queste settimane. Evidentemente, ha prevalso l’intenzione di chiudere a fine 2020, sesto anno di Sebastian in tuta rossa. Una avventura che ha prodotto più dolori che gioie, pur segnata da 14 vittorie e da due secondi posti nel Mondiale. Successi in contrasto con le delusioni, gli errori, una serie di inciampi inattesi per un pilota capace di vincere, con Red Bull, quattro titoli mondiali in quattro anni (2010-2013). Anche per questo un addio per molti versi atteso, che mette Sebastian su un mercato con pochissimi posti liberi, nessuno in un team di vertice. Ammesso che Seb voglia continuare a correre, ipotesi che comunque lo stesso pilota tedesco ha lasciato intendere nel comunicato ufficiale diramato dalla Ferrari.
Vettel al Red Bull Ring
Vettel al Red Bull Ring
Anche l’arrivo di Sainz era stato ventilato a più riprese in questi mesi. Carlos ha 26 anni, è figlio di un mito dei rally (Carlos Sainz senior), corre in F1 dal 2015. Toro Rosso, Renault e McLaren. È un ragazzo molto intelligente, solido e veloce in corsa soprattutto, assai apprezzato dai team per i quali ha lavorato. Nessuna vittoria per ora, una consistenza che lo ha portato lo scorso anno ad accumulare 96 punti nel Mondiale contro i 49 del suo giovane velocissimo compagno Lando Norris, debuttante di assoluto talento. Farà coppia con Leclerc, sul quale la Ferrari punta in modo ancora più deciso, scegliendo un partner solido ma destinato a supportarlo, ben meno costoso di Vettel. Risparmio ipotizzabile: circa 20 milioni a stagione, considerando i 30 milioni destinati a Sebastian, bonus compresi, una cifra rilevante in tempi da riduzione dei budget.
Questa è una scelta simile a quella fatta da Mercedes e Red Bull per dare priorità ai rispettivi numeri uno, Hamilton e Verstappen. Il problema sarà gestire Sebastian, nel ruolo di ex, nonostante una serie di gare ancora da disputare con la squadra che ha già deciso di fare a meno di lui.