Games

I giovani talenti da tenere d'occhio in Football Manager 2019

© Sports Interactive
Queste promesse del calcio hanno il maggior potenziale: conviene investire su di loro prima che il loro prezzo salga alle stelle
Di Fraser GilbertPubblicato il
L'immenso database di Football Manager ha fatto storia, e per molti talent scout e allenatori è una risorsa molto utile: si è perso il conto dei casi in cui il gioco di Sports Interactive ha previsto l'exploit di giovani campioni, diventati poi stelle dello sport. Scovare un wonderkid però non è così semplice: ci sono migliaia di giocatori, statistiche da leggere, formazioni da sfogliare. Tranquilli: ci abbiamo pensato noi a setacciare le rose, alla ricerca dei prospetti più interessanti di Football Manager 2019, da tenere d'occhio in questo capitolo ma anche in Football Manager 2020, quando uscirà, così da giocare in anticipo rispetto agli avversari.

POR: Gianluigi Donnarumma (AC Milan)

Donnarumma non delude
Donnarumma non delude
Nonostante i soli 19 anni, il portierone del Milan ha totalizzato più di 100 presenze in Serie A. In Football Manager 2019 ha delle statistiche davvero ottime, tra il 18 nei tuffi, e 17 nei riflessi e nel gioco di squadra. Il gioco lo valuta sotto i 19 milioni, ma dimostrerà il suo valore sin dalla prima partita. Ha anche tanto margine di crescita, segno che col tempo migliorerà fino a livelli pazzeschi.
Alternativa: Alban Lafont (Fiorentina)

TD: Trent Alexander-Arnold (Liverpool)

Il talentuoso terzino destro del Liverpool si è guadagnato un posto fisso da titolare nell'ultimo anno, sin dalla scorsa finale di Champions. Ha anche debuttato nella nazionale inglese nel 2018, segnando a novembre contro gli Stati Uniti. Il suo costo è intorno ai 35 milioni, non poco, ma oltre ad avere statistiche elevate, ha anche un potenziale stellare.
Alternativa: Diogo Dalot (Man Utd)

DC: Matthijs de Ligt (Ajax)

De Ligt dell'Ajax è un difensore pazzesco
De Ligt dell'Ajax è un difensore pazzesco
Il 19enne de Ligt fa presenza fissa nell'Ajax sin dal suo debutto in Eredivisie nel 2016. L'olandese è una delle promesse del calcio europeo, e in Football Manager 2019 noterete dei valori potenziali superlativi. Le sue statistiche difensive principali sono incredibilmente alte, impreziosite dal 15 in colpi di testa, passaggi e salto. Il costo non è troppo elevato (a inizio stagione era sotto i 10 milioni), ma è destinato a salire alle stelle.
Alternativa: César Montes (Monterrey)

DC: Dayot Upamecano (RB Leipzig)

Non è ancora pronto per la nazionale francese, ma in compenso ha fatto faville nel RB Lipsia, al punto da ottenere un contratto di 4 anni e mezzo. Per chi vuole portarlo nella sua squadra la cosa può rappresentare un problema, almeno in fase di contrattazione, ma qualsiasi centesimo speso per lui è ben speso. Velocissimo (18 di velocità), forte (16) e bravo nei contrasti (15), è devastante negli scontri diretti con gli attaccanti avversari.
Alternativa: Marco Varnier (Atalanta)

TS: Theo Hernández (Real Sociedad)

Hernández ha firmato un contratto da 6 anni col Real Madrid
Hernández ha firmato un contratto da 6 anni col Real Madrid
Dopo il suo passaggio al Real Madrid sono stati non pochi i riflettori puntati sul 21enne. In realtà è in prestito da un po' al Real Sociedad, il che può creare problemi in fase di acquisto in Football Manager 2019, ma costa meno di 5 milioni e in cambio vi darà un terzino di tutto rispetto. Alla prima occasione fatelo vostro.
Alternativa: Lorenzo Pellegrini (Roma)

CC: Arthur (Barcelona)

Il talento brasiliano ha poco più di 21 anni, ma nonostante sia giovanissimo è stato già blindato dal Barcellona per ben 6 anni, debuttando nel 2018 con ottimi risultati. Sa farsi apprezzare un po' ovunque nel centrocampo, grazie a valori alti e completi, e nel giro di qualche anno, ce lo sentiamo, diventerà una delle stelle più brillanti del calcio.
Alternativa: Phil Foden (Manchester City)

AD: Kylian Mbappé (PSG)

Mbappé è una macchina da gol
Mbappé è una macchina da gol
Lui lo è già una stella, anche se ha solo 19 anni. Campione del Mondo dello scorso anno, ha chiaramente una valutazione sopra la media (quasi 75 milioni!), ma basta leggere i suoi attributi per capire il perché: 20 di velocità, 19 di accelerazione e 17 di dribbling, per citarne giusto tre. Il suo 2018 è stato da incorniciare, idem il 2019, e ha ricevuto premi prestigiosi, come il titolo FIFA World Cup Best Young Player e quello di Ligue 1 Young Player of the Year.
Alternativa: Ousmane Dembélé (Barcelona)

AS: Federico Chiesa (Fiorentina)

L'ala della Fiorentina Chiesa è figlio del leggendario Enrico e ha attirato i riflettori della Serie A sin dal 2016. Federico, che ha già giocato in nazionale più volte, è molto versatile (può giocare sia come ala destra che sinistra), e ha ottimi attributi in velocità e dribbling. Anche lui ha un potenziale altissimo in Football Manager 2019, quindi con le stagioni successive non farà altro che diventare ancora più forte.
Alternativa: Vinícius Júnior (Real Madrid)

COC: Kai Havertz (Bayer Leverkusen)

Havertz ha un potenziale niente male in Football Manager 2019
Havertz ha un potenziale niente male in Football Manager 2019
Ci sono tanti promettenti centrocampisti offensivi in FM19, ma Havertz è forse il migliore. Lo scorso anno, a 19 anni, è stato il più giovane giocatore a raggiungere le 50 presenze in Bundesliga, e poco dopo ha debuttato con la nazionale tedesca maggiore. Se la cava in varie zone del campo, grazie ad attributi come 17 alla visione e alla compostezza e 16 alla tecnica, e il potenziale è stellare.
Alternativa: Lucas Paquetá (Flamengo)

ATT: Gabriel Jesus (Man City)

Gabriel Jesus è uno dei protagonisti della Premier League da qualche anno a questa parte, oltre che dei successi della sua squadra. Ha solo 21 anni ma ha dimostrato di avere le carte in regola per diventare un vero campione, rivelandosi una macchina da gol (le finalizzazioni a 16 ne sono una prova).
Alternativa: Lautaro Martínez (Inter)

ATT: Pietro Pellegri (Monaco)

Pellegri è un diamante grezzo che migliorerà col tempo
Pellegri è un diamante grezzo che migliorerà col tempo
Il più giovane della lista ha solo 17 anni, ma è una vera promessa del calcio. Nel Monaco ci è finito dopo un trasferimento di ben 25 milioni, e ha già qualche presenza su campi internazionali. Deve ancora fare esperienza, poco ma sicuro, ma col tempo diventerà uno dei migliori attaccanti al mondo.
Alternativa: Amine Gouiri (Lyon)