La bici più leggera del mondo
© Emir Ibrahimpasic
Cycling

Come si costruisce la bici più leggera al mondo

Una macchina perfetta per le salite di sole 2,7 Kg
Di Maurizio Ridolfo
5 minuti di letturaPubblicato il
Costruire una bici leggera può essere divertente ma anche molto costoso. In giro ci sono però dei ‘nerd dei grammi’ il cui unico scopo è quello di costruire il mezzo più leggero possibile. La bici da strada più leggera mai costruita è opera del meccanico Gunter Mai. Questa stessa bici poi è stata ri-costruita da Fairewheel Bikes, un negozio di bici a Tucson, in Arizona, per essere ancora più leggera. Diamo uno sguardo alla storia di questa bici e capiamo come è stata concepita e assemblata.
La bici da corsa più leggera al mondo
La bici da corsa più leggera al mondo

L'originale di 3kg

Questo 'razzo a pedali' è stato originariamente costruito nel 2008 e a quel tempo pesava poco più di 3kg. Gunter nel tempo è riuscito ad abbassare il suo peso fino a 2,8kg, ma poi ha smontato tutto e ha venduto le parti ad altri fanatici del peso nel 2010. Per fortuna la maggior parte dei pezzi della bici, soprattutto il telaio che è stato fatto su misura, sono stati venduti a qualcuno che ha lavorato presso Fairwheel Bikes, un negozio che ha una grande reputazione nel mondo dei malati della bicicletta, famoso per costruire bici personalizzate e concepire progetti speciali. Prima della bici di Gunter, Fairwheel aveva ottenuto il record per la bici più leggera del mondo con la M2Racer.
A close up of the handlebars and saddle on the world's lightest bike
La definizione di eleganza

Perdere peso, ancora di più

Dopo quasi un anno di ricerca degli accessori mancanti e la costruzione di nuove parti, partendo dal telaio Spin originale di Gunter il peso arrivò a 2,7kg. Rifinita con delle minimaliste decalcomanie nere, lo scopo era quello di produrre una bici che potesse essere utilizzata quasi esclusivamente per le salite.
Noi, naturalmente, avevamo già visto la bici e avevamo le nostre idee sui modi per togliere ancora più peso. Abbiamo pensato che fosse un peccato che Gunter fosse andato così vicino a scendere sotto le sei libbre (2.72kg), ma non riusciva a spingersi oltre, eppure mancavano solo pochi grammi.
Il boss di Fairwheel Bike 'Jason Woznick'
A close up of the frame on the world's lightest bike
Il telaio in carbonio di Spin Bikes

Il telaio e la forcella

Il telaio in carbonio, concezione originale di Gunter, è stato prodotto da Spin, una società tedesca ed è stato costruito da Marc Siebert, per far arrivare l’ago della bilancia a un incredibile risultato di 643.9g. Così come il telaio, anche la forcella è stata costruita su misura, fatta a mano dalla società tedesca THM dal peso di 185.9g.
A close up of the gear shifters on the World's Lightest Bike
Le leve del cambio

La plancia

Il manubrio, l’attacco manubrio, le leve freno con il loro alloggiamento e il nastro manubrio pesano 264.6g. Il manubrio in carbonio è stato fatto da Schmolke, l’attacco manubrio è di NoRa, mentre le leve dei freni sono state costruite sulla base dei comandi Campagnolo Ergo. Schmolke ha fornito anche il reggisella, che è accoppiato con una sella Tune Speedneedle. Le leve del cambio sono classiche ma sono state realizzate in fibra di carbonio da BTP. Insomma, ogni dettaglio è stato trattato con grande classe.
Il profilo della bici più leggera del mondo
Il profilo della bici più leggera del mondo
A close up of the brakes on the World's lightest bike
I freni Ax Orion

Ruote

Questo è il punto dove Fairwheel è stato in grado di ottenere il più grande risparmio di peso sulla bici di Gunter. Originariamente le ruote Lew pesavano 709.6g, Jason e il suo team le hanno sostituite con il loro assemblaggio personalizzato utilizzando i cerchi leggeri Ax, un mozzo prototipato da Dash, i raggi in titanio di Pillar e tubolari fatti appositamente da Tufo: il peso totale delle due ruote è diventato di 583g. Fairwheel ha aggiunto i freni AX Lightness Orion con pattini da gara BTP, con un peso di 103.5g, mentre i freni precedenti di Gunter pesavano 71.6g.
A close-up of the bottom bracket on the World's Lightest Bike
Il movimento centrale
A close up of the chainring on the World's Lightest Bike
La trasmissione

La trasmissione

Fairwheel ha cambiato le pedivelle, rispetto a quelle pensate inizialmente da Gunter, le THM Clavicula, con un prototipo di Myth proveniente dai Paesi Bassi. Il peso del prototipo è di 281.4g rispetto ai 298g della guarnitura di THM. Altre variazioni nella trasmissione sono state ritenute necessarie, come il movimento centrale ceramico, con cuscinetti in fibra di carbonio realizzato da Fibre-Lyte. La catena è stata cambiata con una catena in titanio fatta a Taiwan dalla società YBN. I pedali sono stati cambiati con un paio fatto su misura da Aerolite, simili a quelli che Gunter aveva montato sulla sua bici, ma più leggeri. Fairwheel ha aggiunto il deragliatore posteriore SRAM Red alla bici. Quest’ultimo è più pesante del deragliatore Huret/BTP che Gunter aveva scelto, mentre il deragliatore anteriore è un Campagnolo Record.
La semplicità dei pedali
La semplicità dei pedali

Il futuro

Jason di Fairwheel ci spiega che la bici era già stata montata ma poi è stata smantellata e le varie parti sono state vendute: questo assemblaggio è stato finalizzato per rendere la bici un mezzo perfetto per uno scalatore, portando il peso della bici a ridursi ancora di un quarto di libbra circa, quindi ancora più leggero rispetto alla versione di Gunter. Materiali e processi di produzione sono cambiati rispetto al 2010 e una bici più leggera di 2,7kg è nei limiti del possibile. Ottenere una bici ancora più leggera non sarebbe un problema, ma alla fine non è un progetto che fa per loro.
Ho deciso, alla fine, però, che pur riuscendo a concepire sulla carta una bici sotto le sei libbre, non la vorrei effettivamente costruire in questo momento. Anche solo sapere che è fattibile abbastanza per me in questo momento
Jason Woznick

In paragone

La più leggera bici da strada in produzione del mondo è la AX Lightness VIAL Evo Ultra che pesa 4,4kg dichiatati per il totale della bici. I componenti di AX sono presenti anche sulla bici customizzata, come abbiamo già detto. AX Lightness ha il proprio telaio (pesa 660g), pinze dei freni in carbonio, sella, reggisella e ruote U24T su VIAL Evo Ultra. La trasmissione dispone di corone Praxis e pedali THM-Carbones. La bici di produzione costerebbe circa 15.000€.
An side on profile view of the AX Lightness Vial evo Ultra
La bici AX Lightness Vial evo Ultra