MTB

Photostory: Alla scoperta delle Dolomiti in MTB

Nessun'altra catena montuosa delle Alpi è così spettacolare e unica come le Dolomiti
Di Red Bull TeamPubblicato il
Con la sua conformazione unica, le migliaia di sentieri e i suoi incredibili panorami, la catena montuosa delle Dolomiti, nel nord-est della nostra Penisola, è un vero paradiso per la MTB che ogni rider dovrebbe visitare almeno una volta nella vita.
Tobias Woggon e Andreas Tonelli all'alba nei pressi del Passo Sella
Pedalando tra i giganti

Montagne maestose

Le Dolomiti sono una maestosa catena montuosa delle Alpi, formata dal caratteristico calcare dolomitico di colore chiaro, che l'erosione ha scolpito in forme grottesche e impressionanti. La regione si trova nella parte nord-orientale della penisola. Dal punto di vista geografico così come per quello culturale, si colloca a cavallo tra l'Italia e la regione austriaca del Tirolo. Nel primo secolo DC, i Romani invasero le Alpi e le vestigia del loro passaggio sono ancora evidenti.
Circondati da una mandria di mucche curiose...
Una mandria di mucche curiose

Sentieri di classe mondiale

Le Dolomiti sono da sempre apprezzate dagli escursionisti a piedi e dagli scalatori, di conseguenza ci sono sorprendenti percosi di alta montagna, dalla pastorale e bella Val Gardena in Alto Adige sino alla Valle d'Ampezzo, dove si trova la rinomata Cortina. Al giorno d'oggi, i sentieri sono condivisi con la mountain bike, e gli itinerari in questa parte del mondo regalano una vera e appagante esperienza alpina.
L'alba colora di luce dorata i sentieri...
L'alba colora di luce dorata i sentieri...

Val Gardena

La Val Gardena è una meta sciistica ben nota agli appassionati, e ora la valle sta spingendo per diventare anche una grande destinazione per la mountain bike. Situata in Alto Adige, è a 40 km da Bolzano e 120 km da Innsbruck, in Austria. Sull'Autostrada del Brennero (A22) si prende l'uscita Chiusa per raggiungere Ortisei in soli 20 minuti, poi St Cristina e infine Selva di Val Gardena alla fine della vallata. Si trova ad appena 8 km dai tre principali paesi della Val Gardena, in modo da poter scegliere facilmente quale far diventare la base strategica durante la vostra vacanza qui.
La Val Gardena è una delle valli che sta lavorando duramente per diventare una destinazione internazionale per la MTB, e lo sta facendo bene.
Tra rocce e macigni...
Tra rocce e macigni...

Oltre 1.000 km di sentieri da esplorare

C'è una grande rete di sentieri nella zona della Val Gardena, con più di 1.000 km di trail e 30 percorsi per mountain bike che collegano i vari villaggi e montagne. Non manca nulla, dalle discese ripide ed esposte tra i verdi pascoli di alta montagna ai singletrack più flow e veloci nei fitti boschi.
Portage obbligatorio su un terreno così ostico
Portage obbligatorio su un terreno così ostico

Usate gli impianti di risalita

In Val Gardena è facile caricare la bicicletta su uno dei molti impianti di risalita che rimangono aperti in estate e in autunno. Cabinovie e funivie permettono di accedere rapidamente ai tour alpini e, dal momento che siamo in alta montagna, sfruttate l'opportunità di iniziare facilmente bruciando le energie sulle lunghe cavalcate di alta quota piuttosto che sulle noiose risalite dal fondovalle.
Le Dolomiti sono una perla unica nell'arco alpino
Le Dolomiti sono una perla unica nell'arco alpino

Quali sono i percorsi migliori?

Il Sella Ronda MTB Tour è uno spettacolare anello che ti porta in giro per il bellissimo massiccio del Sella, attraverso quattro classici passi dolomitici: Gardena, Campolongo, Pordoi e Sella.
È possibile farlo in un giorno, con l'aiuto degli impianti di risalita. È più un percorso panoramico che un'impegnativa sfida in mountain bike, ma è un vero e proprio classico nella zona della Val Gardena. A seconda di quale variante si sceglie, sono 50-60 km con circa 4.000 m di dislivello negativo.
Panorami e singletrack spettacolari
Panorami e singletrack spettacolari
I singletrack più veri e appaganti si trovano a Seceda, sopra Ortisei. Dall'arrivo della funivia, bisogna arrampicarsi e spingere sino alla cima della cresta per iniziare a scendere sul sentiero NR6, da 2.518 m di quota. Si gira sotto l'imponente gruppo del Geisler sul sentiero 2B passando per il Rifugio Pieralongia, dove fermarsi per gustare un succo di frutta organico e un'enorme salsiccia, proseguendo poi sino al Rifugio Firenze (2.307 m), dove si può pranzare prima dell'ultima picchiata verso Selva di Val Gardena.
Attraversando un paesaggio incantato...
Attraversando un paesaggio incantato...

Come arrivare

Gli aeroporti più vicini sono il Franz Josef Strauss di Monaco di Baviera (a 300 km) e il Marco Polo di Venezia (a 270 km). In auto si arriva in Val Gardena passando per l'Autostrada del Brennero, da sud e da nord. Da Innsbruck sono 120 km, mentre Milano dista 350 chilometri. È inoltre possibile arrivare in Val Gardena via treno, dall'Austria, dalla Germania e dalle altre regioni dell'Italia.
Se si preferisce questa ultima opzione, Chiusa e Ponte Gardena sono le stazioni ferroviarie più vicine. Da qui il servizio di autovus vi porterà in Val Gardena, anche se alcuni alberghi offrono un utile servizio di pick-up.
La guida locale Andreas Tonelli indica il sentiero
La guida locale Andreas Tonelli indica il sentiero

Dove alloggiare

L' Hotel Astor a Selva di Val Gardena è un Bike Hotel a 3 stelle dove soggiornare a un prezzo ragionevole. Ci sono molti altri alberghi nella valle, ma controllate prima di prenotare che siano Bike Hotel in grado di offrirvi tutti quei servizi indispensabili per ogni biker che si rispetti. La maggior parte degli alberghi sono "bike friendly", con una mini officina e lo spazio per il lavaggio della bici.
La guida locale Andreas Tonelli conesce le montagne come le sue tasche e ama mostrare ai clienti i migliori sentieri accessibili in zona. Contattatelo via mail - andreas_tonelli@hotmail.com - o via telefono, +358 329 3263155.