MTB

Guida essenziale alla Coppa del Mondo Cross Country

© Bartek Woliński
Tutto quello da sapere sulle competizioni XCO e XCC in mountain bike
Di Red Bull TeamPubblicato il
Per chi si è appena approcciato alla mountain bike, vedere un enorme gruppo di biker correre insieme allo stesso tempo - combattendolo giro dopo giro, per oltre un'ora - può creare un po' di confusione. Tutti sanno che il primo atleta a tagliare il traguardo è il vincitore, ma cosa succede tra l'inizio e l'arrivo? Cosa decide l'ordine di partenza e quanti giri devono effettivamente fare i partecipanti? Continuate a leggere per scoprire tutto ciò che c'è sapere sul cross country in mountain bike.
MTB · 4 min
Cosa sono XCO e XCC in mountain bike?

XCO: che cos'è

XCO, abbreviazione di Cross Country Olympics, è un formato di gara della Coppa del Mondo UCI che si svolge su circuiti collinari che comprendono discese tecniche, strade forestali, sentieri rocciosi e ostacoli artificiali, che gli atleti devono affrontare più volte. I tracciati dovrebbero essere il più possibile naturali, ma possono anche avere sezioni create dalla mano dell'uomo. I biker scattano contemporaneamente in una partenza di massa, correndo tra un'ora e un'ora e 40 minuti, a seconda della categoria e del percorso.
Pauline Ferrand-Prevot in gara al round sudafricano di Coppa del Mondo XCO.
Stellenbosch è stata una new entry per la World Cup 2018

Quanto dura una gara e come è fatto il percorso?

  • Elite – 80-100 minuti
  • U23 – 75-90 minuti
  • Junior – 60-75 minuti
Un anello di gara può essere lungo tra i 4 ei 10 km. La quantità di giri che ogni categoria percorre è fissata in modo da corrispondere al tempo di gara complessivo. Una località che ha una pista più corta avrà più giri, e viceversa. Generalmente le gare tendono a durare dai cinque ai sette giri.
Nino Schurter alla tappa di World Cup MTB 2018 di Albstadt, in Germania.
Una delle salite più dure di Albstadt
I percorsi XCO durante una stagione di Coppa del Mondo variano per difficoltà tecnica e possono apparire in modo molto diverso, ma devono essere tutti progettati in modo simile. Ad esempio, devono includere una quantità significativa di salite e discese, le strade asfaltate/cementate non possono superare il 15% del totale, e le sezioni di singletrack devono avere sezioni di attraversamento.

Una buona partenza è essenziale

Il posizionamento è un aspetto chiave delle gare XCO. Iniziare bene è fondamentale, quindi avere una buona posizione al cancelletto di partenza è davvero vantaggioso. Un atleta di primissima fascia non vuole essere bloccato dietro a un gruppo di concorrenti su una pista larga pochi metri se vuole vincere la gara. In questo modo si perde tempo prezioso nei confronti dei principali rivali e il divario potrebbe non essere mai recuperato. Continuate a leggere per scoprire come viene determinato l'ordine di partenza di una gara XCO.

Come viene determinato l'ordine di partenza in una gara XCO?

Partenza della gara Elite maschile alla tappa sudafricana di World Cup XCO 2018, a Stellenbosch.
Cosa determina l'ordine di partenza?
Tutti gli atleti (della stessa categoria) iniziano insieme. La linea di partenza è sempre larga otto metri, quindi di solito ci sono otto corridori per linea. La disciplina Cross Country Short track (XCC) è stata introdotta nel 2018 per scombussolare il modo in cui è determinato l'ordine di partenza per la gara XCO principale. Fondamentalmente, i piloti devono gareggiare in XCC per avere sperare in un buona posizione al via in XCO.
Se un biker finisce tra i primi 24 della gara XCC, allora occuperà una delle prime tre file allo start della gara XCO: gli otto primi classificati sono in prima fila, e così via. I posti dopo i primi 24 sono determinati dalle classifiche individuali nel ranking UCI XCO, e per i atleti non classificati mediante sorteggio.

Come è fatta una gara XCC?

XCC - o short track - consiste in un circuito lungo da 1 km a 1,5 km con la durata della gara compresa tra i 20 ei 25 minuti, con una media di sei-otto giri. Ogni giro dura circa due o tre minuti. Un circuito XCC in genere utilizza il rettilineo di partenza/arrivo XCO, può sfruttare parti del percorso XCO ma anche essere completamente separato.
La competizione short track Elite Men alla tappa canadese di World Cup MTB 2018, a Mont-Sainte Anne.
Una gara XCC a Mont-Sainte Anne
La gara XCC si svolge il venerdì sera nel weekend di Coppa del Mondo, prima della competizione XCO di domenica. Poiché l'evento determina chi occupa le prime tre file nella gara XCO principale, parteciperanno quasi tutti i migliori atleti in campo. Ci sono in palio anche punti per la Coppa del Mondo. Questo, insieme all'ordine di partenza determinato dalla gara, rappresenta un grande motivo d'interesse per partecipare. Il vincitore di una gara XCC conquista 125 punti, il secondo 100, il terzo 80, e così via fino al 40° posto.

Tattica di gara

Con XCC si va praticamente al massimo per un breve periodo nel tentativo di mantenere la posizione nel gruppo dei partecipanti. Di solito l'enorme sforzo è contenuto fino all'ultimo giro, quando una breve e brusca accelerazione può letteralmente spezzare il gruppo.
Nelle gare XCO più lunghe, i giri iniziali possono essere molto frenetici mentre gli atleti battagliano per la posizione. Nei giri intermedi invece i partecipanti tendono a conservare le energie. Gli ultimi due giri sono il momento in cui la corsa si accende davvero, con gli atleti che iniziano ad attaccarsi a vicenda per cercare di guadagnare tempo e posizioni. I giochi mentali sono sempre messi in campo dai concorrenti. Correre agli eventi della Coppa del Mondo può essere molto intenso ed è ciò che rende XCO uno sport entusiasmante ed estremamente apprezzato dagli spettatori.
Serpentina in gara a Stellenbosch, in Sudafrica, con tre atlete veramente ravvicinate.
Competizione tirata tra le donne

Che aspetto hanno le MTB da XCO?

La moderna mountain bike da cross country ha una geometria aggressiva che colloca il biker direttamente sopra il movimento centrale per esprimere la massima potenza sui pedali. Ha un telaio leggero e componenti efficienti, oltre a grandi ruote 29er per aiutare a mantenere la velocità su ogni terreno. La maggior parte dei professionisti utilizza ora le full suspended. Le hardtail (solo sospensione anteriore) vengono ancora utilizzate occasionalmente, ma dipende dal tracciato di gara, più o meno tecnico.
La full suspended Scott Spark 2019 di Nino Schurter.
La bici di Nino Schurter, una Scott Spark RC 900 Carbon HMX SL custom

Chi sono gli atleti da tenere d'occhio in World Cup?

Il campo XCO Elite femminile è ampiamente rinomato per regalare alcune delle gare più serrate che la Coppa del Mondo produce ogni anno. Perché? Perché il pool di talenti è realmente ampio. Pauline Ferrand-Prévot, Kate Courtney, Jenny Rissveds, Annika Langvad e Jolanda Neff sono solo alcuni dei grandi nomi che rendono le competizioni femminili così imprevedibili.
MTB · 7 min
Gli atleti XCO da tenere d'occhio nel 2020
Il campo maschile è stato dominato negli ultimi anni da Nino Schurter. L'atleta svizzero resta l'uomo da battere in ogni gara. L'olandese Mathieu Van der Poel è il possibile contendente per sostituire Schurter come protagonista nei prossimi anni. Henrique Avancini e Mathias Flückiger hanno passato un paio d'anni eccellenti sul circuito di Coppa del Mondo e potrebbero sfidare Schurter e Van der Poel per la vittoria in futuro.