MTB

I migliori multi tool per MTB

© All In Multitool
Di Cristiano GuarcoPubblicato il
Gli attrezzi da portare con sé sui sentieri per girare con la massima sicurezza.
I componenti della bici funzionano – o almeno dovrebbero – regolarmente per molto tempo. I nemici principali che attentano alla loro regolarità di funzionamento di una MTB sono essenzialmente tre: le vibrazioni, che causano l’allentamento di bulloni e perni; gli urti, che possono portare a crepe o bozze; per finire la negligenza del biker, che genera ruggine, corrosione e altre cose molto spiacevoli. Per quanto stiate attenti, questi nemici a volte riescono a farla franca, portando anche all'interruzione di una pedalata… a meno che non abbiate a portata di mano un ottimo strumento multifunzione per sistemare – nel limite del possibile – le cose. I moderni multi tool sono spesso meraviglie del design e dell’ingegneria, che offrono molte opzioni per la risoluzione dei problemi più comuni sui trail. La nostra selezione dei migliori strumenti multifunzione si divide in cinque categorie principali: classici; super compatti; nascosti; all-in-one; officina mobile.

1. Classici

Dal marchio californiano uno dei più rappresentativi multi tool compatti.
Crank Brothers F15
Un buon multi tool ha un set di chiavi esagonali, in genere da 1 a 6 mm (non è detto che ci sia anche la 8 mm), una coppia di cacciaviti standard (uno piatto e l’altro a croce), e l’ormai indispensabile chiave Torx T25 (per le viti che fissano i dischi freno ai mozzi oltre per leve freno e comandi cambio SRAM). Il corpo è compatto, con due pareti laterali in alluminio fissate a due perni trasversali, su cui sono ruotano le varie chiavi.

2. Super compatti

Multi attrezzo super compatto ma con leva caccia gomme.
Topeak Mini 9 Pro
Gli strumenti super compatti contengono gli elementi essenziali, come la maggior parte delle chiavi esagonali. Probabilmente avrete bisogno di completarli con una coppia di leve per gli pneumatici e/o uno smagliacatena per ottenere un pacchetto completo in termini di efficacia e sicurezza. In ogni caso rappresentano il massimo per chi cerca compattezza, leggerezza e semplicità.

3. Nascosti

Tool integrato nel tubo sterzo.
OneUp Components EDC Tool System
Si collocano di solito in aperture già esistenti sulla vostra mountain bike, come l’asse della guarnitura (compatibile per All In Multitool), il tubo sterzo (appositamente preparato per OneUp EDC Tool System), o ancora i terminali del manubrio (come Topeak Ninja C), quindi non è necessario trasportarli all’interno dello zaino o nella tasca della maglia, ad esempio. Sono delle opzioni molto valide per chi ama questo approccio molto moderno ed efficiente per design, anche se possono avere dei limiti per via dell'estrema compattezza. Il più grande vantaggio rimane quello di installarli sulla bici e dimenticarsene.

4. All-in-One

Sembra proprio non mancare nulla al multiattrezzo Pedros Rx Micro-20 Folding.
Pedros Rx Micro-20 Folding
Gli strumenti “tutto in uno” contengono in pratica tutto quello di cui avete bisogno, tra cui leve cacciagomme, il tool per smagliare/rimagliare la catena, brugola da 8 mm (quella usata dalla maggior parte dei pedali), chiavi di varia misura per tensionare i raggi, ecc. In pratica sarete in grado – o quasi – di montare o smontare completamente una bicicletta con uno di questi multi tool. Possono essere voluminosi e relativamente pesanti, sicuramente è meglio trasportarli all’interno dello zaino o di un marsupio, ma vi consentiranno di pedalare e divertirvi senza alcuna preoccupazione.

5. Officina mobile

Mini chiave dinamometrica da portare con sé sui trail.
Silca T-Ratchet + Ti-Torque Kit
Gli strumenti assimilabili a quelli usati comunemente in officina, per dimensione ed efficacia, tendono a essere trasportati in borse arrotolabili oltre prevedere un’impugnatura separata per avere una leva maggiore e quindi applicare più forza con la massima precisione, come ad esempio la mini chiave dinamometrica Silca T-Ratchet + Ti-Torque Kit. Ma non solo, infatti anche la qualità del materiale impiegato è più elevata, oltre a essere abbastanza comodi per essere usati regolarmente, in pratica per lavorare sulla bici a bordo sentiero come se foste sul banco dell’officina domestica. Anche in questo caso ci sono dei compromessi in fatto di completezza delle chiavi e degli strumenti, un prezzo da pagare per la comodità e le performance ben sopra la media.