Canyon Exceed CF SLX in azione ad Andorra
© Boris Beyer
MTB

Le MTB da XC più veloci, belle e costose del pianeta

Le armi da gara usate dai pro del cross country sui percorsi più sfidanti di Coppa del Mondo
Di Cristiano Guarco
7 minuti di letturaPubblicato il
La lunga e impegnativa stagione di competizioni Cross Country 2019 si è chiusa con l'ennesimo trionfo del talentuoso svizzero Nino Schurter e con il ritorno alla vittoria, dopo ben 5 anni, della francese Pauline Ferrand-Prevot in campo femminile. Le sorprese non sono mancate, con gare emozionanti e tirate, sia in campo maschile sia in quello femminile. In quest'ultimo caso c'è stato un altro gradito ed emozionante rientro alle competizioni, quello della svedese Jenny Rissveds, dopo il temporaneo ritiro durato un paio d'anni. In campo maschile invece la vita non è stata facile per N1n0 che ha trovato nell'olandese Mathieu Van der Poel un osso duro da digerire: solo la decisione di quest'ultimo di non correre l'ultimo round di World Cup e i Mondiali per dedicarsi alla competizione iridata su strada ha permesso all'elvetico di aggiudicarsi entrambi i titoli in palio.
Molte MTB si sono avvicendate sui podi, sia in campo maschile sia in campo femminile, con molte new entry e un avvicendarsi di hardtail e full suspended secondo il tasso di velocità o tecnicità dei tracciati. Ecco la nostra selezione con le 8 migliori mountain bike da cross country del 2020, un prezioso suggerimento in vista di un possibile regalo per la prossima stagione di gare.

1. Canyon Exceed CF SLX 9.0 Race

Allestimento top di gamma per la hardtail da XC di Canyon.
Canyon Exceed CF SLX 9.0 Race Ltd
Dopo numerosi podi in World Cup XCO con Mathieu Van der Poel e Pauline Ferrand-Prevot, la hardtail Exceed CF 2020 è pronta per affrontare una nuova stagione di gare ad altissimo livello. La gamma aggiornata di questa apprezzata hardtail con telaio in fibra di carbonio include nove modelli, inclusa una versione specifica WMN per il pubblico femminile. Al prezzo di soli 2.699 €, la Exceed CF SL 7.0 incarna l’obiettivo del brand tedesco Canyon di democratizzare le performance. Il modello top di gamma è invece Exceed CF SLX 9.0 Race Ltd (5.999 €, 9 kg di peso), equipaggiata con trasmissione elettronica SRAM XX1 Eagle AXS 1x12v e forcella RockShox SID Ultimate Carbon Remote da 100 mm.

2. Scott Spark RC 900 SL AXS

La cavalcatura preferita dal pluri campione del mondo XCO Nino Schurter.
Scott Spark RC 900 SL AXS
La bici da gara preferita da Nino Schurter e Kate Courtney, atleti di punta dello Scott-SRAM MTB Racing Team: per i due la stagione 2019 è stata più che soddisfacente, con due World Cup XCO conquistate, e la ciliegina sulla torta rappresentata dall'ottavo titolo iridato per lo svizzero. La versione 2020 del top di gamma Spark RC 900 SL AXS è stata aggiornata negli allestimenti, sfruttando il fidato e performante telaio Spark RC Carbon nella leggerissima versione SL, equipaggiato con sospensioni Fox Factory Kashima da 100 mm e la più recente trasmissione SRAM XX1 Eagle AXS 1x12v. Il prezzo è da gioielleria: 11.999 €. Gli appassionati trovano una gamma ampia, con ben nove modelli tra cui la versione femminile Contessa Spark RC 900 (6.299 €), e prezzi partire da 2.999 € per la Spark RC 900 Comp.

3. Trek Supercaliber 9.9

L'ibrido hardtail/full suspended nato espressamente per le competizioni XC.
Trek Supercaliber 9.9
Svelata per il finale di stagione, questo ibrido tra front e full suspended nasce espressamente per le competizioni XC più tirate. Supercaliber è caratterizzata da un esclusivo design strutturale della sospensione posteriore IsoStrut da 60 mm che cambia le regole del gioco in gara, puntando alla leggerezza ed efficienza di una hardtail abbinata al controllo e alla trazione di una biammortizzata. Il team Trek Factory Racing l'ha eletta subito a MTB preferita, con l'elvetica Jolanda Neff che ha conquistato l'argento iridato a Mont Sainte-Anne in Canada. Il telaio in pregiato carbonio OCLV Mountain monta sospensioni Fox (forcella Fox Factory 32 Step Cast da 100 mm e ammo Trek IsoStrut realizzato in collaborazione con Fox) per l'allestimento Supercaliber 9.9, venduto a 9.499 €. Quattro sono i montaggi, con prezzi da 4.999 a 10.499 €.

4. Cannondale Scalpel Si Hi-Mod World Cup

Gli atleti del team Cannondale Factory Racing usano questa leggera e veloce arma da gara cross country.
Cannondale Scalpel Si Hi-Mod World Cup
Una delle bici più rappresentative e riconoscibili del panorama agonistico (grazie anche alla forcella Lefty), portata alla vittoria ai Mondiali MTB Marathon nel 2018 dal brasiliano Henrique Avancini, oltre ai numerosi podi conquistati in Coppa del Mondo quest'anno tra Cross Country e Short Track. Il telaio di questa full suspended da 100 di travel è in leggero e rigido carbonio BallisTec Hi-MOD Carbon, con due allestimenti tra cui il top di gamma Scalpel Si Mi-Mod World Cup (10.999 €). Esiste anche una versione con carbonio meno pregiato Ballistec, usato per tre montaggi, e la più accessibile bici in alluminio SmartForm C1 Alloy, in due allestimenti. Il range di prezzo è realmente ampio, partendo da 2.199 per Scalpel Si 6 in lega leggera.

5. Specialized S-Works Epic Hardtail AXS

Ancora più leggera, scattante e rigida la mitica Epic Hardtail di Specialized.
Specialized S-Works Epic Hardtail AXS
La più recente interpretazione dell’iconica hardtail da cross country di casa Specialized promette di essere una vera “game changer”: non rincorre solo il peso, puntando anche e soprattutto a efficienza e comfort. La geometria è stata rivista in ottica moderna, per far fronte al maggiore impegno richiesto sugli anelli di World Cup XCO. È cresciuta anche la luce per gli pneumatici (fino a 2,3") mentre la sezione del reggisella da 30,9 mm permette di montare anche quelli telescopici, sempre più usati in gara. Specialized ha anche modificato il layup del carbonio e la forma dei tubi per incrementare le potenzialità del mezzo e renderlo ancora più veloce, con l'ago della bilancia che si ferma a 790 g. La nuova Epic HT è disponibile in sei modelli e come solo telaio S-Works (2.999 €), con prezzi a partire da 2.999 € per l’allestimento Carbon 29 per finire con 9.399 € per quello S-Works Epic Hardtail AXS.

6. Bianchi Methanol CV FS

Stephane Tempier e gli altri atleti del team Bianchi Factory usano questa moderna full suspended per le competizioni XC più veloci.
Bianchi Methanol CV FS
Bianchi ha rinnovato, soprattutto nella geometria, la sua full suspended con anima racing, per andare ancora più veloce e trovarsi a suo agio anche sui tracciati cross country più difficili, come testimoniato dal bronzo iridato conquistato dal francese Stephane Tempier a Mont-Sainte Anne. Methanol CV FS, dopo la hardtail Methanol CV, apre la nuova generazione di mountain bike dell'iconico brand bergamasco, con un vero pedigree da gara. Il telaio in carbonio Countervail, sfrutta una speciale architettura delle fibre e una resina viscoelastica, che permette di cancellare fino all’80% delle vibrazioni, migliorando quindi il controllo. La nuova Methanol CV FS viene anche proposta in due differenti modelli Trail Full Suspension, che prendono il nome di Methanol CV FST: forcella Fox 34 SC da 120 mm, ruote DT Swiss M Series, reggisella telescopico e manubrio riser largo 760 mm, mantenendo i 100 mm al posteriore. Prezzi e allestimenti non sono stati ancora comunicati.

7. Torpado Matador X Boost 29

La cavalcatura di Gerhard Kerschbaumer per i più sfidanti eventi XC in giro per il mondo.
7. Torpado Matador X Boost 29
La full suspended usata dal campione altoatesino Gerhard Kerschbaumer nella lunga stagione di gare internazionali gli ha permesso di andare a podio in World Cup XCO e sfiorare l'impresa ai Mondiali di Mont Sainte-Anne, con la medaglia d'argento sfumata a poche centinaia di metri dal traguardo a causa di una maledetta foratura al posteriore. Gerry è stato anche in testa al ranking UCI quest'anno mentre la sua compagna di team Martina Berta gli ha fatto compagnia nella conquista del titolo italiano di specialità. Segno che il lavoro svolto dai tecnici italiani ha generato una full suspended da 100 mm di qualità assoluta, con telaio in carbonio UD che pesa 1.700 g (escluso l'ammortizzatore). La Torpado Matador è disponibile in versione ST da 100 mm e LT da 120 mm, più indicata per impieghi Marathon, oltre alla Matador X con telaio ancora più rigido e leggero, per le massime performance in ambito XC Race.

8. Mondraker F-Podium DC RR

Rebecca McConnell ha conquistato il bronzo ai Mondiali XCO 2019 in sella a questa modernissima full suspended in carbonio.
Mondraker F-Podium RR
La versa sorpresa dell'anno, con l'australiana Rebecca McConnell che è salita sul gradino più basso del podio ai Campionati del Mondo XCO di Mont-Sainte Anne. L'atleta del team Primaflor-Mondraker-Rotor è stata una delle protagoniste dell'ultima World Cup, portando alla ribalta questa full suspended altrimenti poco considerata nel mondo cross country. Infatti il brand spagnolo Mondraker vanta un'ottima reputazione soprattutto in ambiente gravity ed enduro. In ogni caso questa F-Podium, con telaio Stealth Air Full Carbon e sospensione Zero Suspension System da 100 mm, promette grandi soddisfazioni a chi ama spingere forte sugli anelli più veloci e tecnici. La modernissima geometria Forward Geometry, ottimizzata per la disciplina, è forse l'elemento più caratteristico di questa bici, poetando il concetto "basso, lungo, aperto" nel mondo XC. L'allestimento top di gamma F-Podium RC monta sospensioni Fox Factory Kashima e trasmissione Shimano XTR M9100 1x12v (8.699 €). Mondraker propone anche la versione F-Podium DC, con forcella da 120 mm, pensata per impieghi Marathon.