Downcountry Riding
© Transition Bikes
MTB

Migliori MTB da Downcountry del 2021

Veloci come le cross country e godibili come le trail bike, ecco la nostra guida essenziale alla più recente interpretazione del mountain biking
Di Cristiano Guarco
Pubblicato il
C'era una volta il cross country, la disciplina regina della mountain bike. Come per ogni cosa, i tempi cambiano, le tecnologie si evolvono così come i gusti e le esigenze degli appassionati. Così il mondo della MTB si è frammentato, e il fenomeno del Downcountry è solo l'ultimo comparso sulla scena. Ma di cosa parliamo?
Di mountain bike full suspended con travel ridotto ma con geometria progressiva. Il nome nasce unendo "down" da downhill e "country" da cross country, le interpretazioni che stanno agli opposti delle due ruote a pedali off-road. La base di partenza è una classica XC da 29" con l'escursione che cresce fino a 120 mm, l'angolo sella che si apre sino a 67° con la bici sempre "bassa, lunga e aperta" in ottica cross country. Per l'allestimento, le gomme si allargano sino a 2,4" sempre con battistrada scorrevole, la forcella diventa più solida con steli da 34/35 mm, il cockpit è più ampio prediligendo il controllo, così come compare il reggisella telescopico.
BMC Fourstroke LT in action
BMC Fourstroke LT in action
Per chi sono le MTB da Downcountry? Per l'agonista XC che desidera maggiore divertimento da una bici sempre leggera e scattante, ai biker più evoluti tecnicamente che vogliono tornare al semplice e puro piacere della guida nei giri dietro casa ma senza rinunciare all'anima ludica delle più pesanti ed esigenti armi da enduro. Vi presentiamo ora la nostra selezione delle migliori 8 MTB full suspended da Downcountry del 2021.

1. BMC Fourstroke 01 LT One - 7.999 €

BMC Fourstoke 01 LT 1
BMC Fourstoke 01 LT 1
La naturale evoluzione della piattaforma Foustroke recentemente rinnovata dal marchio svizzero per le competizioni cross country, che con il francese Jordan Sarrou ha vinto ben due medaglie d'oro agli ultimi Mondiali MTB (XCO maschile e Team Relay, oltre al bronzo nella prima disciplina con Titouan Carod). Il travel della Fourstroke LT cresce da 100 a 120 mm, la geometria si fa moderatamente più aggressiva, mantenendo sempre un'impronta veloce e scattante grazie al leggero e rigido telaio in carbonio. La chicca è il reggisella telescopico integrato di sezione ovale, purtroppo con abbassamento limitato a 80 mm. Due sono gli allestimenti: top di gamma Foustroke 01 LT One a 7.999 € e un relativamente più accessibile Foustroke 01 LT Two a 5.999 €.

2. Specialized Epic Evo Expert - 6.789 €

Specialized Epic Evo Expert
Specialized Epic Evo Expert
Un'altra MTB di chiara derivazione XC, evoluzione della mitica Specialized Epic, una delle full suspended più vincenti della storia. L'animo della Epic Evo si fa più ludico, ampliando il range d'utilizzo di una bici che promette di essere leggera e prestante per le gare marathon, ma anche comoda e capace per le epiche traversate alpine. Il travel anteriore cresce fino a 120 mm mentre quello posteriore a 110 mm, i freni sono a quattro pistoni, gli pneumatici da 2,3", e non manca il fondamentale reggisella telescopico. Specialized offre la possibilità di modificare la geometria tramite flip chip. Quattro sono gli allestimenti, con prezzi compresi tra 3.999 e 6.789 € per quelli basati su telaio Carbon Fact 11m, mentre il più pregiato Carbon Fact 12m compare sulla S-Works Epic Evo da 12.399 €.

3. Cannondale Scalpel SE 1 - 4.999 €

Cannondale Scalpel SE 1
Cannondale Scalpel SE 1
La Cannondale Scalpel SE è un chiaro esempio di come una super efficace arma da XC si possa reincarnare tranquillamente in una bici più versatile e godibile da una più ampia platea di appassionati. Il marchio americano ha rinnovato la sua rinomata full suspended Scalpel quest'anno, aggiungendo alla collezione la versione Scalpel SE con 120 mm di travel all'anteriore e al posteriore. La forcella non è più una Lefty Ocho da 100 mm, sostituita da una più solida e lunga Rock Shox Sid da 120 mm, la geometria è di conseguenza più rilassata ma senza esagerare. Non mancano il telescopico, una piega low rise e pneumatici più ampi. Due sono gli allestimenti, entrambi caratterizzati da un eccellente rapporto qualità/prezzo (3.799 e 4.999 €), oltre a essere disponibile una versione specifica per il pubblico femminile.

4. Transition Spur Carbon X01 - 6.199 €

Transition Spur Carbon X01
Transition Spur Carbon X01
La piccola azienda a stelle e strisce Transition è in realtà una delle più attive sulla scena MTB, con la sua radicale geometria SBG (Speed Balanced Geometry) che ha fatto scuola, diventando il moderno paradigma del concetto "basso, lungo e aperto". Spur è un progetto inedito, nato proprio per incarnare al meglio l'anima Downcountry. Il telaio ha linee essenziali e fluide, con sospensione posteriore da 120 mm pareggiata da una forcella con steli da 35 mm all'anteriore. Il telaio assicura la massima compatibilità con i reggisella telescopici più lunghi (addirittura 210 mm per la taglia XL, 180 mm per la L), la geometria ovviamente è progressiva con sterzo da 66°, mentre i quattro allestimenti bilanciano leggerezza e divertimento (da 4.399 a 9.399 €), oltre a essere disponibile il solo telaio in carbonio (3.199 €).

5. Scott Spark 910 - 4.999 €

Scott Spark 910
Scott Spark 910
Siamo in presenza di un'altra storica bici nel panorama XC/Marathon, che ha dominato la scena negli ultimi anni, nella più leggera e scattante versione RC, in mano al fenomeno svizzero Nino Schurter. La Scott Spark si basa su un telaio full carbon HMX per il top di gamma 900 Ultimate AXS (8.999 €) con il ricco catalogo che prevede quattro allestimenti con triangolo in carbonio e carro in alluminio (da 3.299 € a 6.499 €) e altri tre in alluminio (da 1.999 a 2.799 €). Ovviamente non manca la versione femminile Contessa Spark, con tre montaggi (da 2.199 a 3.999 €). In comune hanno il travel posteriore da 120 mm con ammortizzatore controllabile tramite comando remoto (Lockout, Traction Control, Descend) e la forcella da 130 mm, oltre a un allestimento che strizza l'occhio al trail riding.

6. Trek Top Fuel 9.9 - 8.499 €

Trek  Top Fuel 9.9 XTR
Trek Top Fuel 9.9 XTR
Nata come full suspended da XC/Marathon, ora la storica Top Fuel si è evoluta strizzando l'occhio al trail riding e diventando una valida opzione per quello che oggi si chiama Downcountry ma che fino a poco tempo fa era solo cross country aggressivo. Il leggero telaio in carbonio OCLV di casa Trek è allestito con componenti all'altezza delle attese per bilanciamento tra performance, controllo e comfort. Il travel posteriore è di 115 mm mentre all'anteriore la forcella è da 120 mm, non manca la geometria personalizzabile tramite Flip Chip. Il marchio statunitense propone tre versioni full carbon con prezzi compresi tra 4.399 e 10.999 €, e due più economiche con telaio in alluminio Alpha (2.669 e 3.079 €).

7. Evil The Following

Evil The Following
Evil The Following
Una bellissima e originalissima soluzione di nicchia dal marchio USA che ha il divertimento nel suo DNA. L'ultima iterazione della full suspended The Following vuole essere ancora più giocosa e scattante, basandosi su una geometria radicale e modificabile con Flip Chip (piantone sella da 77°/76,5°, sterzo da 67,9°/67,2°, movimento centrale alto 335/327 mm) per travel da 120 mm all'anteriore e al posteriore, dove troviamo la pregiata sospensione Delta System creata dal genio del mountain biking Dave Weagle (già responsabile del DW-Link oltre a essere il creatore del marchio e*13). Il telaio full carbon ha linee attuali e aggressive, con un carro dotato dello standard Super Boost da 157 mm. Il kit telaio ha un prezzo di 3.499 €, mentre i quattro allestimenti vanno da 6.799,99 a 8.599,99 €.

8. Kona Hei Hei CR/DL

Kona Hei Hei CR/DL
Kona Hei Hei CR/DL
Il marchio canadese Kona ha sempre visto il cross country con un occhio particolare, forse in anticipo sui tempi, mettendo il controllo e la confidenza nella guida davanti alle prestazioni dure e pure. La storica piattaforma Hei Hei è stata rinnovata l'anno scorso con nuovi modelli in carbonio dal travel maggiorato e dalla geometria più moderna e aggressiva. Questa stagione la full suspended da "fun country", come la chiama Kona, va oltre con un carro posteriore ancora più efficace e specifiche aggiornate per i tre allestimenti dal rapporto qualità prezzo ancora più vantaggioso, sia per i due kit CR e CR/DL con telaio in carbonio (3.999 e 5.999 €) sia per quello in alluminio Hei Hei (2.499 €).