Jaan Roose attraverserà lo stretto di Messina su una slackline
© Gabriele Seghizzi / Red Bull Content Pool
Slacklining

La sfida di Jaan Roose: attraversare lo stretto di Messina su una slackline

Lo slackliner sfiderà le leggi della fisica in una prova senza precedenti: tenterà di battere il record del mondo di traversata, camminando sullo stretto per oltre 3,5 km a 200 m d’altezza sul mare.
Di Red Bull Team
4 minuti di letturaPubblicato il
Red Bull, da sempre al fianco di atleti straordinari capaci di realizzare e progettare imprese che trascendono l'immaginabile, si prepara a scrivere un nuovo capitolo leggendario. Il prossimo protagonista di questa epica saga sarà Jaan Roose, slackliner estone che mercoledì 10 luglio tenterà un'impresa incredibile che sarà trasmessa in live streaming su Tgcom24 e Sportmediaset.it e in diretta TV sul Canale 20 di Mediaset: attraversare lo Stretto di Messina camminando su una fettuccia larga appena 1,9 cm, sospesa ad una vertiginosa altezza di oltre 200 metri sul livello del mare.

1 min

Jaan Roose attraverserà lo stretto di Messina con una slackline - Trailer

Mercoledì 10 luglio l'atleta estone tenterà la traversata cercando di stabilire un nuovo primato. L’impresa avrà inizio alle 8.30 del mattino, con l'orario che sarà confermato in base alle condizioni meteorologiche.
Roose affronterà un percorso mozzafiato di oltre 3,5 chilometri, la distanza che separa la costa calabrese da quella siciliana. Un attraversamento incredibile che non solo potrebbe infrangere il record mondiale di slackline, superando di quasi un chilometro il precedente primato (2,7 km circa), ma che rappresenterà una sfida senza precedenti, con una distanza di attraversamento simbolicamente superiore a ben 30 campi da calcio.
Le sfide passate di Jaan Roose hanno sempre lasciato senza parole, ma questa volta lo slackliner estone ha deciso di spingersi oltre ogni limite finora raggiunto, fisicamente ed emotivamente parlando.
Jaan Roose cammina lungo una slackline

Jaan Roose cammina lungo una slackline

© Gabriele Seghizzi / Red Bull Content Pool

Dopo minuziosi sopralluoghi sull’area interessata e una lunga e intensa preparazione in Estonia, Roose ha deciso: partirà da Santa Trada (Villa San Giovanni), da un punto del pilone alto 265 metri - misura superiore al più alto grattacielo italiano - e cercherà di arrivare a Torre Faro (Messina) ad un’altezza di 230 metri.
Il tempo stimato per realizzare questa epica impresa è di circa 3 ore, durante le quali Jaan affronterà un dislivello di circa 130 metri fra l’altezza di partenza e quella che troverà nella parte centrale, nei pressi più o meno di “Scilla e Cariddi”. Un simbolismo quasi mitologico che sottolinea la straordinarietà di questa sfida, evocando l’eterna lotta dell’uomo contro i limiti dell’impossibile.
“É un misto tra paura ed eccitazione, ho la sensazione di portare al limite la sfida con me stesso”
“É un misto tra paura ed eccitazione, ho la sensazione di portare al limite la sfida con me stesso”: sono queste le emozioni che Roose dice di provare durante quei momenti a centinaia di metri d’altezza. E se lo slacklining sembra solo una mera questione di equilibrio, Jaan conferma che la componente psicologica è fondamentale: “Da un punto di vista mentale devo concentrarmi su ciò che sto facendo in quel momento. Devo ridurre al minimo qualsiasi distrazione e andare avanti, cercando di restare il più lucido possibile, passo dopo passo”.
Jaan Roose, tre volte campione del mondo della specialità, non è nuovo a queste imprese leggendarie.
Oltre a diverse sfide di slacklining nelle più improbabili location e con le più ostili condizioni atmosferiche, l’atleta estone è stato anche il primo e unico al mondo a realizzare un backflip (salto all’indietro con alto coefficiente di difficoltà) su una slackline.
Chi, se non lui, avrebbe potuto immaginare una sfida così tanto audace, destinata a risuonare come un’eco a livello mondiale?
Come accennato poco più sopra, la diretta televisiva dell’impresa sarà trasmessa interamente in onda sul Canale 20 di Mediaset e in live streaming sui siti di Tgcom24 e Sportmediaset.it.
A supportare la straordinaria impresa Red Bull in qualità di partner, c’è Fastweb: uno dei principali operatori di telecomunicazioni in Italia che fornirà il collegamento in live streaming per la trasmissione delle immagini grazie alla copertura in 5G.
Jaan Roose cammina su una slackline

Jaan Roose cammina su una slackline

© Gabriele Seghizzi / Red Bull Content Pool

"Siamo entusiasti di essere partner di Red Bull in questa impresa sportiva mozzafiato che rappresenta una straordinaria testimonianza di coraggio, tenacia e determinazione. Valori in cui crediamo profondamente e che vogliamo trasmettere alle nuove generazioni di ragazzi e ragazze, attraverso l’esempio di atleti che con passione e dedizione inseguono i loro obiettivi tagliando sempre nuovi traguardi”. Ha dichiarato Michele Sarzana Head of Brand, Communication & Digital Experience di Fastweb.
L’avventura che attenderà Jaan è un qualcosa di davvero unico e all’estremo dell’immaginazione umana. Lo stesso atleta, parlando del coefficiente di difficoltà della prova che lo attende, non ha dubbi: “In una scala di difficoltà da 1 a 10, direi che siamo a 10+1!”.

Partner