Games

10 consigli utili per Mass Effect: Andromeda

Se vuoi diventare l'eroe che la nostra galassia merita ecco qualche prezioso suggerimento
Di Adam Cook
6 minuti di letturaPubblicato il
Cinque lunghi anni. Un lustro è passato dal nostro ultimo contatto con la saga Mass Effect, quella (discussa) conclusione dell'epico viaggio del Comandante Shepard e del suo equipaggio. Ci è voluto tempo, così come una generazione di console nuova di zecca per permetterci di tornare sulla nostra astronave e salpare verso orizzonti sconosciuti. Mass Effect: Andromeda, in uscita il 23 marzo, ci porterà in una nuova galassia, su territori ancora inesplorati da visitare in compagnia di una squadra di soldati mai visti con cui combattere fianco a fianco o, come da tradizione della serie, persino intraprendere una relazione.
Abbiamo avuto la fortuna di poterlo giocare in anticipo e abbiamo pensato di offrirti qualche utile consiglio per partire alla grande e diventare un vero eroe.
Mass Effect Andromeda: consigli e guida per iniziare
Come conquistare la galassia in ME: Andromeda

Prenditi tutto il tempo necessario

Le prime cinque-dieci ore di gioco di Mass Effect: Andromeda servono a permetterti di comprendere pienamente gli elementi e le meccaniche principali. L'anima action-adventure darà il meglio di sé nel corso della seconda parte dell'avventura, mentre la prima andrà sfruttata per prendere confidenza con l'intricato gameplay e le influenze GDR provenienti direttamente dal primissimo capitolo: tanta carne al fuoco che rischia di venire del tutto fraintesa e mal digerita se affrontata in fretta e furia. Rilassati, goditi i dialoghi, esplora con calma.

Sblocca gli slot aggiuntivi delle armi

All'inizio potrai portare con te solo due armi: una pistola e un fucile automatico, ma prima o poi sentirai il bisogno di sfoderare un fucile da cecchino. Il modo più rapido per farlo è sbloccare l'abilità “Pronto a combattere”. Con 6 punti raggiungerai il Grado 3, che ti garantirà un terzo slot: potrai così trasportare uno shotgun o ciò che preferisci, anche se lo sniper rifle, con la giusta squadra, potrebbe rivelarsi la scelta più azzeccata.
Mass Effect Andromeda: consigli e guida per iniziare 1
Il segreto è sperimentare

Non aver paura di provare nuovi poteri

Il ritorno di abilità come “Incenerimento”, tratte dai precedenti episodi, ci è piaciuto molto e non c'è nulla di male ad affidarsi a qualcosa di familiare. Sappi però che in Mass Effect: Andromeda di poteri e abilità ce ne sono a bizzeffe, tutti da provare e con cui sperimentare per creare combinazioni devastanti, meglio ancora nei momenti di tregua di una missione (e non nel bel mezzo di un combattimento). Se i nemici muniti di scudo sembrano troppo forti, alternando i poteri potrai trovare qualcosa che farà al caso tuo, come quello che permette di risucchiare l'energia e ricaricare il proprio scudo. Provane più di uno e tieni sempre a portata di mano un piano B.

Il peso conta

Quando atterri su un pianeta potrai selezionare il tuo equipaggiamento. Non è così chiaro all'inizio, ma il tuo peso rischia di influenzare (negativamente) i combattimenti. Un modo per stare più tranquillo è seguire il nostro secondo consiglio, che oltre a donarti uno slot extra per le armi ti alleggerisce del 25%. Ma perché è così importante prestare attenzione al peso? Perché rallenta la ricarica dei tuoi poteri. Se preferisci un approccio più brutale e votato alle armi potrai portare con te ciò che ti pare, ma i tuoi poteri speciali ne risentiranno e a volte torneranno molto più utili di fucili e pistole. Pensaci bene prima di mettere piede su un nuovo pianeta inospitale.
Mass Effect Andromeda: consigli e guida per iniziare 2
Un piano B torna sempre utile

Non sottovalutare i Profili

Tra le novità di Andromeda ci sono i Profili, specifici per Ryder, ognuno con i suoi potenziamenti e da utilizzare in determinate situazioni. Non sarà cruciale scoprirli tutti, ma sono pensati per rappresentare una ricompensa per i tuoi esperimenti, e più rapidamente otterrai nuovi poteri, abilità e tecnologie, più profili sbloccherai. Spazieranno dal puro combattimento a soluzioni più sofisticate, ma una cosa è certa: ti torneranno utili nelle fasi più avanzate e complesse del gioco.

Usa il Nomad per ottenere risorse

Altra cosa non spiegata così bene è che la Nomad (il veicolo con cui potrai esplorare i pianeti, simile al Mako del primo capitolo) ti permette di scovare in maniera molto efficace le risorse. Premendo la freccia destra sul D-pad aprirai un menu dedicato proprio all'attività di recupero delle risorse, con un grafico che ti indicherà se il punto in cui ti trovi ne contiene. Ci penserà anche SAM, l'Intelligenza Artificiale di supporto, a segnalarti le zone più “succulente”, ma almeno all'inizio non sarà proprio così chiara questa cosa.
Mass Effect Andromeda: consigli e guida per iniziare 3
La Nomad è molto meglio del Mako

Scansiona tutto

Premendo la freccia destra a piedi attiverai invece lo scanner: tutto ciò che è in rosso potrà essere scansionato e oltre a scovare preziose informazioni otterrai dei Dati Ricerca. Le tipologie di dati sono tre, in base al tipo di tecnologia analizzata, da spendere nella ricerca in diversi campi. Facendo così sbloccherai dei progetti da creare accumulando e investendo risorse, inclusi dei potenziamenti che possono migliorare drasticamente le tue armi. Di nuovo, prenditi il tuo tempo, cerca di capire come funziona questa meccanica (senza fretta) e punta alla creazione di armi via via più potenti: non sprecare DR, pensa al lungo termine.

Non scordarti dei tuoi compagni di squadra

Oltre ad assegnare punti abilità al tuo Ryder a ogni nuovo livello dovrai pensare anche alla squadra, in quanto anche gli altri membri potranno apprendere poteri e skill sia attive sia passive. È fin troppo semplice scordarsi di loro, soprattutto se tenderai a ricorrere alle vecchie abilità del passato e a non consultare spesso i menu. I compagni di avventura sono molti e ogni volta che ne otterrai uno nuovo ricordati sempre di prenderti del tempo per studiare il suo skill tree. Partiranno con il tuo livello, il che significa che avranno già un bel po' di punti pronti per essere assegnati.
Mass Effect Andromeda: consigli e guida per iniziare 4
Liam è uno dei nostri compagni di avventura

Storie d'amore: le stesse di un tempo

Che gioco BioWare sarebbe senza le tresche tra i personaggi? La differenza tra Mass Effect: Andromeda e il passato è che ora potrai provarci con molte più “prede”. Ci sono apparse opzioni “amorose” anche con gente incontrata per la prima volta e a puro scopo investigativo abbiamo sempre optato per quella scelta. Il modo più efficace per riuscire nell'impresa è mostrare interesse in loro: dopo ogni missione potrai parlare con l'equipaggio che avrà sempre qualcosa di nuovo da dire. È così che guadagnerai la loro fiducia, stima e amore, ovvero coltivando il rapporto a suon di dialoghi e complimenti.

Abituati ai salti

Uno dei più grandi cambiamenti nel combattimento è la presenza del jetpack, che può farti volare per brevi tratti. In parte ti servirà nelle sezioni “platform” presenti nelle fasi esplorative, ma può anche rivelarsi utile negli scontri. La strategia migliore resta quella di trincerarsi dietro una protezione e sparare a più non posso, ma questa volta potrai anche spiccare un gran salto e prendere con tutta calma la mira, grazie anche a un utile rallentamento. I nemici non se lo aspetteranno, poco ma sicuro, ma nelle situazioni più concitate rischierai di lasciare il fianco scoperto a potenti attacchi.