Cycling

I migliori computer GPS per il ciclismo

© Dan Milner
La nostra guida pratica ai dispositivi GPS per chi vuole pedalare tenendo sotto controllo ogni dato ed esplorare nuove strade e sentieri
Di Cristiano GuarcoPubblicato il
I ciclocomputer dotati di GPS sono sempre più popolari, per il supporto che danno all'allenamento e alla navigazione, così come per il collegamento a popolari app tra cui la famosissima piattaforma social Strava. Il mercato è dominato da Garmin, con prodotti capaci di soddisfare praticamente tutti i gusti degli appassionati, ma ci sono altri marchi - come Lezyne, Bryton, Wahoo e TwoNav - che si stanno facendo strada grazie a funzionalità originali unite a design e prezzi accattivanti. Ecco la nostra guida all'acquisto dei migliori ciclocomputer GPS per il ciclismo, ordinati secondo le diverse categorie d'utilizzo.

1. Minimalista per iniziare

Garmin Edge 130 è un ottimo ciclocomputer GPS per iniziare.
Garmin Edge 130
I ciclomputer possono apparire complicati, soprattutto per chi è alle prime armi. Infatti ci sono dati e funzioni che, per molti appassionati, rischiano di rimanere inutilizzati. Vengono in soccorso modelli essenziali accompagnati da un design compatto e leggero, che offrono giusto quello che serve. Un buon esempio è il Garmin Edge 130, che mostra le classiche metriche relative a velocità, distanza e tempi, insieme a quelle relative alla quota grazie all'altimetro barometrico integrato. Per chi vuole di più, lo schermo in bianco e nero può visualizzare anche la frequenza cardiaca grazie alla compatibilità ANT+, supportando anche il collegamento allo smartphone via Bluetooth.

2. Semplice ma completo

Chi inizia a desiderare qualcosa di più complesso trova in uno strumento come Lezyne Enhanced Super GPS un fedele compagno di giochi. Rappresenta un notevole passo in avanti rispetto alla prima categoria, presentando spesso e volentieri un numero elevatissimo di funzioni e metriche visualizzate su uno schermo più definito ma integrato nello stesso corpo compatto e leggero. Non manca neppure la navigazione passo dopo passo, il supporto di Strava e la piena connettività con lo smartphone, visualizzando notifiche e chiamate in arrivo. La serie di GPS di Lezyne è amata anche per il supporto al manubrio X-Lock, con inserimento/sblocco a 45° sicurissimo e stabilissimo.

3. Per chi è sempre connesso

Wahoo Elemnt Bolt, ciclocomputer GPS aerodinamico e completo di tutto.
Wahoo Elemnt Bolt
Arriviamo ora nel campo dei dispositivi per grandi ma non per questo più complessi, condividendo la ricchezza di dati della categoria precedente, visualizzati ora in uno schermo più grande e a colori che abilita anche una navigazione GPS più semplice da seguire. La lotta qui è serratissima è i vari produttori - con Garmin sempre in testa - che cercano di primeggiare integrando funzioni o metriche esclusive. Nel caso di Wahoo Elemnt Bolt troviamo un supporto al manubrio aerodinamico, un'autonomia da primato e il pieno supporto di tutte le piattaforme per la raccolta dei dati di ultimissima generazione (via Ant+, Bluetooth e Wi-Fi), compreso il supporto delle trasmissioni elettroniche Shimano Di2, SRAM eTap e Campagnolo EPS. Il ciclocomputer GPS è facilmente configurabile tramite l'app per smartphone (iPhone e Android), integrando sul corpo dal design moderno ben sei pulsanti oltre a due serie di LED configurabili, ad esempio per gli avvisi della navigazione o dell'allenamento.

4. Per chi pensa solo alle performance

Garmin Edge 530, ciclomputer GPS completissimo per la strada e l'off-road in bici.
Garmin Edge 530
L'appassionato - più stradista che mountain biker - che cerca il pieno controllo delle proprie performance e un valido supporto per l'allenamento deve rivolgersi a prodotti relativamente di nicchia, come la più recente serie Garmin Edge 530 - a pulsanti, affiancato da Edge 830 full touch - pur non mancando valide alternative da parte di Polar, forse il più accreditato competitor in questa categoria. Diretta evoluzione della precedente generazione 520 Plus, mantiene le dimensioni compatte integrando uno schermo a colori ancora più luminoso e definito, ma soprattutto il supporto di metriche evolute senza dimenticare le funzioni per la sicurezza stradale. Così, complice anche un processore più potente e veloce, si combinano in modo pressoché perfetto una navigazione cartografica efficace e funzioni di analisi delle performance più avanzate e precise: frequenza cardiaca, altimetria, VO2 Max, tempi di recupero, ecc. Garmin ha un occhio di riguardo per i biker grazie alle inedite dinamiche di analisi off-road Grit e Flow (rispettivamente asperità del sentiero e fluidità nella guida) rilevati tramite una completissima serie di sensori integrati, senza dimenticare la mappa Trailforks precaricata per scoprire i trail e i tour presenti nella zona in cui si sta pedalando.

5. Per gli amanti dell'avventura

Chi pedala a lungo per sfamare la propria fame d'avventura e il proprio desiderio di esplorare nuovi territori e sentieri ha bisogno di uno strumento compatto, con autonomia elevata, ma soprattutto con uno schermo ampio e dettagliato in grado di visualizzare una mappa completa e indicazioni chiare. La scelta sul mercato non è così ampia, a meno che non si prendano in considerazione strumenti nati per l'outdoor e non specifici per il ciclismo, quindi più ingombranti e pesanti, anche se spesso portano in dote il funzionamento tramite le tradizionali pile, semplificando la vita all'appassionato quando si trova nella natura selvaggia e non ha accesso a prese elettriche per dare vita alla batteria integrata quasi scarica.
Per chi non ha paura di questo, ma soprattutto porta con sé gli ormai indispensabili power bank - anche per lo smartphone e altri dispositivi come fotocamere e action cam - ci sono strumenti super tecnologici come il rinomato Garmin Edge 1030, il più rappresentativo della categoria. Sul suo ampio e nitido schermo da 3,5" visualizza sino a 10 dati per pagina, completamente personalizzabili, con una navigazione avanzata, basata su mappe aggiornate e dettagliate e su istruzioni passo dopo passo. Una valida alternativa arriva da TwoNav, marchio conosciuto dagli appassionati per il software di editing CompeGPS Land (Windows e Mac), garanzia di precisione della navigazione sul più recente modello Velo specifico per il ciclismo.