Ready Player One

Tutti i videogiochi di Ready Player One

© Florian De Gesincourt

Le citazioni e i cameo pixellosi del nuovo film di Steven Spielberg

È finalmente arrivato nelle sale "Ready Player One", l'attesissimo adattamento cinematografico del romanzo cult di Ernest Cline. Sebbene il film di fantascienza si discosti molto dall'opera a cui si ispira, il prodotto finale è uno splendido omaggio alla cultura geek presente e passata: dai cabinati che macinavano quarti di dollaro agli albori dei multigiocatore online, fino ad arrivare alle più recenti IP targate Blizzard. Ma guai a etichettare questa produzione come un semplice tributo (come quello di Pixels del 2015, per intenderci), poiché siamo davanti a livelli di produzione e di scrittura decisamente più elevati.

Quello che unisce il film e il libro è l'ambientazione distopica in cui le avventure dei protagonisti hanno inizio: siamo nel 2045, l'umanità è compromessa da sovrappopolazione, inquinamento e mancanza di risorse. Le persone passano la maggior parte del proprio tempo all'interno di una realtà virtuale chiamata Oasis dove si realizzano tutte le attività quotidiane che esulano da quelle fisiologiche. L'eccentrico miliardario che ha costruito Oasis viene improvvisamente a mancare, e nel suo video-testamento spiega che ha nascosto un easter egg all'interno della sua immensa creazione. Protetto da tre chiavi virtuali, l'uovo dorato garantirà il possesso esclusivo di Oasis e tutto ciò che contiene a chiunque riuscirà a metterci le mani sopra.

Ovviamente questo evento genera una corsa all'oro su scala mondiale, un po' quello che succederebbe se Zuckerberg facesse la stessa cosa con Facebook, soltanto con meno esplosioni e momenti al cardiopalma (forse). E ovviamente, trattandosi di una realtà virtuale in cui tutto è possibile (una sorta di Second Life per Oculus Rift), le persone indossano i panni dei loro personaggi pop preferiti e imbracciano gli equipaggiamenti più iconici della storia videoludica. Se non hai ancora visto il film, qui sotto troverai un assaggio, senza spoiler importanti, dei riferimenti videoludici presenti nella Oasis di Spielberg. Se invece il film lo hai già visto, ma pensi che ti sia sfuggito qualcosa che non riesci proprio a farti venire in mente, questa è la galleria di immagini che ti serve per confermare (o smentire) le tue intuizioni.