Social Innovation

Red Bull Basement: Ecco qualche spunto interessante per i vostri progetti

© Rode Stier
Lo YouTuber Emalloru ha raccolto le richieste della sua community: le trovate tutte qui, così da trovare l'ispirazione per l'idea giusta
Di Red Bull TeamPubblicato il
Avete un'idea in grado di cambiare e migliorare la vita degli studenti? O del mondo intero? Red Bull vuole mettere le ali alle idee di quegli innovatori pronti a risolvere i problemi tramite brillanti soluzioni tecnologiche grazie a Red Bull Basement.
Le iscrizioni sono ancora aperte, e se siete ancora alla ricerca di ispirazione, ecco le segnalazioni che sono arrivate direttamente allo YouTuber Emalloru su argomenti e difficoltà della vita universitaria che potreste contribuire a risolvere con le vostre idee innovative.
  • Sono uno studente fuori sede, e non conoscendo la città in cui studio a volte ho fatto fatica a organizzarmi per fare la spesa, tra lo studio e i vari impegni. Sarebbe stupendo se ci fosse un servizio in abbonamento di food delivery a casa che ogni settimana ti porta quello che ordini!
  • L’Università che frequento io ha tantissimi siti diversi! Risultato? Un sacco di confusione e informazioni difficili da reperire. Ci vorrebbe un unico sito da cui ognuno può gestire la propria carriera e rimanere informato su tutto il mondo universitario.
  • Una problematica che ho riscontrato riguarda i professori, a parer mio si conosce molto poco di loro. È vero, a volte forniscono agli studenti materiale per prepararsi agli esami, ma fondamentalmente qualsiasi alunno si rivolge ad altri per chiedere ''Ehi come si struttura l'esame con il professore x'' o cose del genere... Io proporrei di realizzare una piattaforma in grado di avere tutte le informazioni necessarie riguardo un professore per poter sostenere l'esame con maggiore sicurezza. Si potrebbe realizzare un'app capace di contenere la lista delle Università con rispettivi professori e poi andare a visualizzare il prof interessato, potendo prendere visione di compiti vecchi, appunti, consigli e valutazione, da parte degli studenti, nei confronti di quel professore o professoressa.
  • Noi studenti universitari siamo costretti a studiare su dispense cartacee. Non sarebbe male avere un archivio tipo alla docsity con i file in pdf così possiamo acquistarle direttamente da lì e poi se vogliamo le stampiamo, altrimenti studiamo dal pc.
  • Secondo me manca un percorso adatto a ragazzi giovani come noi, che faccia capire l'importanza della scelta universitaria e che accompagni la persona attraverso un percorso che lo porti a scegliere per se stesso e non per la società o per pressioni esterne. Per me è necessario creare un percorso extra universitario (prima di cominciare) che faccia capire ai ragazzi come prendere questa decisione.
  • La mia idea è semplice ma penso possa essere utile. Esistono decine di piattaforme online per la condivisione di appunti, di riassunti, documenti universitari e tanto altro. Il problema è che tutti puntano a farti pagare qualcosa. Per carità, è giusto che uno studente che mette i suoi appunti guadagni dai suoi sforzi e dalle testate sui banchi. Purtroppo c'è chi può pagare e chi no! Si potrebbe creare una piattaforma che ricerca fondi da investimenti, donazioni, pubblicità e poi utilizzare questi fondi per pagare a ogni mese ogni Creator, cosi da sostenere il suo lavoro, in base a quanto ha "pubblicato". E poi far si che lo studente che prende un appunto possa donare direttamente al Creator, per ringraziarlo di ciò che ha fatto.
  • Sulla base della mia esperienza personale, quello che mi sarebbe piaciuto avere durante il periodo universitario era un qualsiasi strumento di connessione con persone che studiavano nel mio stesso periodo le stesse cose che stavo studiando io. Questo a mio parere potrebbe aiutare gli studenti: 1) Nella propria carriera universitaria grazie al confronto che si crea 2) Nel socializzare con altre persone (può essere utile soprattutto per gli studenti fuorisede).
  • Il problema che vorrei sottoporvi l'ho vissuto in prima persona e credo di non essere l'unico. Nella mia carriera universitaria nonostante io sia un ragazzo piuttosto socievole e con un gruppo di amici legati all'università e non, mi sono ritrovato per periodi piuttosto lunghi a vivere situazioni di solitudine dovuti allo studio. Questo è legato sicuramente a vari fattori, quali: inclinazione personale, aule e biblioteche sempre piene compagni di corso lontani. Vorrei proporre una soluzione a questa situazione e cioè creare un modo (una piattaforma) che permetta di aggregare persone in base all'esame o argomento di studio e trattarlo come un vero progetto, lavorando per obbiettivi, in modo che si arrivi all'esame preparati ma studiando in compagnia.
  • Sono uno studente e fino allo scorso anno praticavo canottaggio a livello agonistico, faticavo molto a stare al passo con le materie e spesso non riuscivo. Vorrei segnalarvi il mancato stimolo e aiuto da parte delle Università per tutti gli studenti/atleti che la frequentino. Con l’arrivo del virus le lezioni si sono trasferite on-line, però non c’è un database che conservi tutte le lezioni svolte dai prof on demand, e quindi uno studente che per vari motivi non si può presentare a lezione è costretto a chiedere ai compagni e copiare dai suoi appunti, e ovviamente non è la stessa cosa che ascoltare la lezione da sè.
  • Sono venuto a conoscenza dell’esistenza di Red Bull Basement tramite il video di Emalloru. Proprio in questi giorni ragionavo sul fatto che ci siano troppi pochi posti in cui poter studiare. Ovviamente intendo luoghi con un ambiente ideale: silenziosi, comodi ma anche stimolanti, “giovanili”… ad esempio, io amo studiare all’aperto. Sarebbe una figata se ci fossero più posti studio in cui ci si possa trovare tra studenti, con anche spazi aperti, in cui ci si possa concentrare ma anche confrontarsi apertamente con altri. L’idea che avrei in mente è qualcosa a metà tra le classiche aree studio universitarie e dei bar. Un luogo con spazi sia aperti che chiusi, tavoli, prese per caricare e magari anche delle piccole sale riunioni per chi vuole studiare in coppia. Un luogo aperto a tutti nel quale, tra una pausa e l’altra, ci si possa rilassare e confrontare con altri studenti. Credo che ambienti del genere possano davvero fare al caso di studenti che, come me, trovano poco stimolante l’ambiente di casa piuttosto che la biblioteca. Spesso i ragazzi di oggi trovano pesante lo studio… credo che ciò sia anche dovuto al fatto che il luogo di studio scelto non è quello adatto.
  • Ciao! Questo è il mio problema da studente: in questi mesi di studio da casa ho avuto dei grossi problemi di connessione, anche perché abitando in campagna la mia zona non è raggiunta dalla fibra o dalla più banale adsl.
  • La mia carriera universitaria è iniziata da poco, ma sin da subito ho iniziato a trovare molte difficoltà, come ad esempio la complicazione nel seguire le lezioni online, magari per la pessima connessione che offre la scuola ai professori, oppure l’impossibilità nel riuscire a prenotarsi per le lezioni in presenza ed altri mille problemi come le ore accavallate che complicano ancora di più il tutto.
  • Parto già dicendo che non sono un ragazzo universitario ma frequento il quinto anno di liceo scientifico. Ovviamente non ho ancora sviluppato un percorso universitario ma già da un po' di mesi ho iniziato a informarmi sulle varie offerte formative delle università nella mia città e purtroppo ho già riscontrato un problema: i siti web delle università. Troppo spesso sono organizzati in modo confusionario e anche solamente per iscrivermi ai vari test è stato molto laborioso (forse troppo). Trovo anche che sia un paradosso che un'università che mi proponga un corso di marketing non si 'sappia vendere' sul proprio sito internet. Ritengo inoltre che per una scuola o un'università il miglioramento delle proprie piattaforme web possa essere un buon investimento.