Antonello “SchiacciSempre” Gaeta

Quale giocatore italiano parteciperà al Kumite?

© ITeSPA

I partecipanti del “The Colosseum” si sono sfidati per conquistare uno slot nel prestigioso torneo parigino

Al The Colosseum, torneo di Street Fighter V organizzato da Italian Gaming Championship e dalla sala lan Level Up Roma (in collaborazione con ITeSPA e Sport Elettronici), sono stati i pro-gamer esteri a monopolizzare i riflettori. Sono stati solo otto gli italiani a raggiungere le fasi finali, solo uno in Top 16. Il podio se lo sono spartito tre volti noti della scena internazionale, presenti a Roma in quanto ranking event del Capcom Pro Tour 2017, utile quindi ad afferrare qualche punto preziosissimo per la classifica generale: primo il giapponese Takahashi "Bonchan" Masato, secondo Adel “Big Bird” Anouche (Emirati Arabi Uniti) e terzo Li-Wei "Oil King" Lin, Taiwan.

I vincitori del The Colosseum
I vincitori del The Colosseum

Ma la crescita di una scena eSport ancora “in costruzione” come quella italiana non può che trarre giovamento da qualsiasi esperienza, positiva o negativa che sia. E a dirla tutta, non proprio tutti i mali vengono per nuocere: per i giocatori italiani c'era un premio altrettanto ghiotto e in esclusiva per loro, lontano dalle grinfie di certi maestri di arti marziali (formato pixel): i due migliori combattenti italiani del torneo si sono sfidati in un match speciale con in palio uno slot nel qualifier del Red Bull Kumite 2017, che si terrà a Parigi il 27 e il 28 maggio. Una sfida tra 256 giocatori che si contenderanno due posti per la finalissima in cui i 16 top player di Street Fighter V di tutto il mondo se le daranno di santa ragione.

Il duello tra Antonello “SchiacciSempre” Gaeta del Team Atrax e Fabio “Mr. Wolf” Zaniol (che puoi rivedere per intero grazie al video qui sotto commentato da Adriano "Merlo" Milone e Dario "Redking" Natoli) non è stato avaro di talento e di emozioni. Antonello “SchiacciSempre” Gaeta, tra i migliori Balrog d'Italia e d'Europa, l'ha spuntata su Necalli, vendicandosi della sconfitta ottenuta nel primo turno del Winners' Bracket. Mr. Wolf, per dovere di cronaca, si è fatto onore anche nel Losers' Bracket dove è arrivato fino al Round 3, salvo poi soccombere sotto i colpi di Mr Crimson e non riuscire a confermare la prima vittoria, lasciando all'avversario il biglietto per Parigi.

Un piccolo passo per un promettente giocatore come SchiacciSempre, un grande passo per l'intera scena italiana di Street Fighter V, nonostante le mille difficoltà incontrate dentro e fuori il torneo: «Purtroppo io ho da fare i conti con una connessione non proprio divina, ma ho cercato comunque di dare il massimo contro i giocatori italiani. In Puglia non c'è una vera e propria "scena", si fa quel che si può. Mi sento un po' come Rocky a rincorrere le galline, mentre Ivan Drago si allena in una palestra super-attrezzata». Ma non ci sono solo questioni tecniche a rendere più difficile la vita dei giocatori italiani: «Bonchanè uno dei migliori giocatori al mondo, non perdona nulla. Ho avuto più occasioni di vincere, ma non sono riuscito a “chiudere”. Nightcross, che è arrivato terzo al qualifier di Milano della Games Week, sono riuscito a batterlo, fortunatamente, ma contro Bonchan ho incontrato molte difficoltà».

Senza risparmiarsi qualche amara riflessione sulla scena, ha commentato il suo risultato nel torneo: «Sono soddisfatto? "Nì". Soddisfatti non bisogna mai esserlo. Sono comunque fuori dalla Top16, ma a quanto pare sono il secondo migliore italiano, a prescindere dalla performance di Wolf. Come al solito al livello italiano mi confermo tra i migliori, però c'è bisogno di fare un Level-UP per poter competere con il resto d'Europa. Non ho rimpianti, me la sono giocata con ProblemX che è uno dei migliori giocatori del mondo al momento, però ovviamente si può sempre fare di meglio» (Ringraziamo Leonardo Vilona di TGM eSports per aver raccolto le dichiarazioni del vincitore del premio).

In bocca al lupo a SchiacciSempre che rappresenterà l'Italia al Red Bull Kumite 2017