Diego Vincenzo Vettraino aka Drillionaire
© Andrea Bianchera
Musica

Chi è Drillionaire: la vita del produttore di BHMG

Da calciatore professionista a beatmaker per Sfera Ebbasta e Lazza
Di Claudio Biazzetti
3 minuti di letturaPubblicato il
Da queste parti conosciamo già bene il talento di Drillionaire, avendo il nostro amico firmato uno dei Red Bull 64 Bars più memorabili. Cioè quello con Lazza.
In ogni caso quella di Diego (il suo vero nome) è una storia davvero inusuale, a meno che non conosciate qualcun altro che a 25 anni ha lasciato una carriera da calciatore professionista per abbracciare il beatmaking. E in tutto ciò, con successo, se contiamo che sua è la firma dietro a molti pezzi di Sfera Ebbasta o Drefgold. Ma chi è Drillionaire? Curiosiamo un po' sulla sua vita.
01

Le origini e il calcio

Diego Vincenzo Vettraino nasce il 26 agosto 1993 a Vizzolo Predabissi, un piccolo paese di 4mila anime a metà strada tra Milano e Lodi. Per quanto siamo qui a elogiarne le doti di produttore, quello della musica è un percorso che arriverà solo in età adulta. Il primo amore è quello del calcio.
Cresce nelle giovanili della Pergolettese, per poi essere prestato al Siena e infine ceduto definitivamente alla Salernitana nel 2012. Dopo aver girato un po' di altre squadre di serie D, tra cui Monza e Pro Patria, si ritira definitivamente dal calcio nell'estate 2018.
Questo perché già due anni prima, nel 2016, firma un paio di pezzi per Lazza, tra cui Cerotti e N70, guadagnandosi sicuramente quel poco di attenzione che gli servirà a compiere il passo importante. Fino a quel momento milita nel collettivo Blackerrything e si firma Drillegittimo. Cioè una parola composta da "Drill" (il genere musicale affine alla trap) e "illegittimo". Dopodiché, proprio in concomitanza con il suo addio al calcio, Diego sostituisce "illegittimo" con un più consono "millionaire". Da qui, Drillionaire.
02

BHMG e il presente

Comunque, per "passo importante" intendiamo lasciar perdere definitivamente il pallone e gettarsi a capofitto sui beat. Mossa che paga nel 2019, quando viene incluso nel roster di Billion Headz Money Group da Sfera Ebbasta. È proprio qui che comincia a macinare produzioni e co-produzioni di tutto rispetto, a cominciare da Mikado o La U di Rkomi.
Tanto gli basta per convincere i suoi soci Sfera e Charlie Charles ad affidargli buona parte del secondo album di Drefgold, Elo, e quindi anche pezzi poi molto fortunati tipo Enjoy, Bankroll o Snitch e Impicci feat. FSK Satellite.
Il 2020 chiude in totale trionfo per Diego, che può contare produzioni in Famoso di Sfera Ebbasta, J di Lazza e anche Padre, Figlio e Spirito Santo della FSK.